Intel svela "Ponte Vecchio", la GPU per i supercomputer Exascale del futuro

Intel svela "Ponte Vecchio", la GPU per i supercomputer Exascale del futuro

Costruita con tecnologia produttiva a 7 nanometri, Foveros e design a chiplets, la GPU Ponte Vecchio sarà il cuore di elaborazione parallela di Intel per l'Exascale Computing dal 2021

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Schede Video
IntelXeonXe
 

Intel ha ufficialmente annunciato, in occasione di una conferenza stampa che anticipa l'apertura della conferenza SC19, la prossima generazione di GPU della famiglia Xe che debutterà a partire dal 2021. Il nome è quello di Ponte Vecchio già emerso nei giorni scorsi, e viene confermato l'utilizzo della tecnologia produttiva a 7 nanometri per la sua costruzione. Si tratta della prima architettura della famiglia Xe, specificamente sviluppata per gli ambiti di utilizzo dei supercomputer di classe Exascale

L'architettura Xe di Intel verrà declinata dall'azienda americana all'interno di varie tipologie di prodotti: la base architetturale sarà comune, con la creazione di differenti microarchitetture che si adattino agli scenari (workstation, gaming, cloud, mobile e ultramobile, ecc...) e un unico modello di programmazione comune a tutte le soluzioni. Per il momento Intel prevede queste 3 tipologie di derivati dell'architettura Xe:

  • Intel Xe LP: GPU integrate e entry level;
  • Intel Xe HP: gaming, enthusiast, datacenter e Intelligenza Artificiale;
  • Intel Xe HPC: soluzioni Exascale.

Ponte Vecchio, nello specifico, è il nome che identifica la prima GPU della famiglia Xe destinata all'utilizzo nei datacenter, appartenente quindi alla terza famiglia di prodotti Xe. Per Intel si tratta del primo prodotto di questa categoria di classe exascale, nel quale sono abbinati tecnologia produttiva a 7 nanometri, un design con chiplets (cioè con piccoli chip montati sullo stesso package e affiancati tra di loro) e la tecnologia Foveros per lo stacking di differenti die uno sopra l'altro. Il collegamento tra i 16 chiplets che compongono questa soluzione vedrà l'utilizzo della tecnologia Intel Embedded Multi-Die Interconnect Bridge, mentre per le comunicazioni tra GPU e GPU verrà utilizzata l'interfaccia CXL (Compute eXpress Link). Intel ha segnalato anche l'integrazione di una ampia cache per il collegamento delle varie GPU tra di loro, indicata come Rambo Cache e accessibile tanto dalla memoria della CPU come da quella della GPU.

Sappiamo che per le proprie architetture di GPU Intel vuole mantenere un approccio al modello di programmazione che sia unificato, attraverso la propria iniziativa oneAPI. Detto in altro modo, permettere agli sviluppatori di creare applicazioni e programmi usando un unico approccio e con questi sfruttare le differenti soluzioni hardware sviluppate da Intel a seconda dello specifico ambito di utilizzo.

La prima implementazione della soluzione Ponte Vecchio avverrà nel corso del 2021 all'interno del sistema Aurora, il supercomputer che sarà installato all'interno dell'Argonne National Laboratory. Questo sistema sarà composto da diversi nodi, ciascuno dei quali integrerà due processori Intel Xeon Scalable basati su architettura "Sapphire Rapids" e 6 GPU della famiglia Ponte Vecchio, il tutto interconnesso con un'architettura di memoria unificata e utilizzando il modello di programmazione unificato oneAPI.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7718 Novembre 2019, 15:16 #1
Intel is back con una nuova GPU.
Ci ha provato più e più volte a fare sta cosa ma battere gli esperti del settore verdi e rossi non è cosa facile. E infatti è sempre andata male.

Vediamo se questo è il giro buono.
Mechano18 Novembre 2019, 15:39 #2
Basta che funzioni con Linux dal day one.
Se sono abbastanza potenti da muovere bene video e grafica per i professionisti e i gamer, e che siano supportate da Linux, nessun problema a comprare anche VGA intel.
dwfgerw18 Novembre 2019, 15:43 #3
Per me queste architetture rimarranno confinate nelle soluzioni datacenter.. faranno delle varianti gaming, ma dubito fortemente che per storia e tradizione, intel punti ad un mercato che nei prossimi 10 anni sarà fagocitato dal Cloud..punterà a vendere nei datacenter più che nel settore di nicchia dei gamers enthusiast.
mik7718 Novembre 2019, 16:11 #4
il nome non mi sembra azzeccato, anzi sa da turista medio americano
di quelli che pranzano con pizza e cappuccino
coschizza18 Novembre 2019, 16:19 #5
Originariamente inviato da: dwfgerw
Per me queste architetture rimarranno confinate nelle soluzioni datacenter.. faranno delle varianti gaming, ma dubito fortemente che per storia e tradizione, intel punti ad un mercato che nei prossimi 10 anni sarà fagocitato dal Cloud..punterà a vendere nei datacenter più che nel settore di nicchia dei gamers enthusiast.


"settore di nicchia dei gamers" ti rendi conto che quel settore di nicchia vale decine di miliardi di dollari ogni anno?
canislupus18 Novembre 2019, 16:23 #6
Originariamente inviato da: coschizza
"settore di nicchia dei gamers" ti rendi conto che quel settore di nicchia vale decine di miliardi di dollari ogni anno?


Quanto vale in % il settore dei gamers rispetto al totale delle cpu/gpu vendute al mondo?
La mia non è una provocazione, è proprio una domanda.
coschizza18 Novembre 2019, 16:39 #7
Originariamente inviato da: canislupus
Quanto vale in % il settore dei gamers rispetto al totale delle cpu/gpu vendute al mondo?
La mia non è una provocazione, è proprio una domanda.


il settore "gamers" per nvidia che è il piu grande produttore di soluzioni per datacenter è comunque sopra il 50% del fatturato quindi come vedi da li vengono i guadagni, le sezione datacenter girano intorno al 25%.
Citando altri fornitori come amd la sezione datacenter è quasi irrilevante
Nvidia con solo le gpu per gamers fattura piu di amd tutta assieme cpu + gpu + console ecc
canislupus18 Novembre 2019, 18:52 #8
Originariamente inviato da: coschizza
il settore "gamers" per nvidia che è il piu grande produttore di soluzioni per datacenter è comunque sopra il 50% del fatturato quindi come vedi da li vengono i guadagni, le sezione datacenter girano intorno al 25%.
Citando altri fornitori come amd la sezione datacenter è quasi irrilevante
Nvidia con solo le gpu per gamers fattura piu di amd tutta assieme cpu + gpu + console ecc


Però rileggendo il post di dwfgerw, lui parlava di gamers enthusiast che se non erro sono una piccola percentuale di quelli che comprano GPU (il grosso credo che ancora arrivi dalla gpu di fascia medio-bassa o integrate).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^