Intel sfiderà NVIDIA con prodotti migliori e più aperti. E rivuole il business dei Mac

Intel sfiderà NVIDIA con prodotti migliori e più aperti. E rivuole il business dei Mac

Il CEO di Intel, Pat Gelsinger, ritiene che Intel possa combattere con NVIDIA proponendo prodotti migliori e costruendo un ecosistema meno proprietario, ma più aperto e amichevole. In un'altra intervista, Gelsinger ha parlato di Apple e di come desideri riconquistare il business dei Mac.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Schede Video
Ponte VecchioIntelAppleiMacMacBookMac ProXeArc
 

Intel è pronta a lanciare la sfida a NVIDIA. Il CEO Pat Gelsinger, nel corso di un'intervista con il sito CRN, ha spiegato che una delle strade con cui intende interrompere il dominio della rivale nel settore dell'IA (e non solo) è quello di essere "molto più amichevole nei confronti dell'ecosistema".

L'ingresso di Intel nel settore delle GPU dedicate andrà a coprire anche il segmento client, quindi anche il gaming, ma è fuori di dubbio che l'impegno miliardario di Intel nasca soprattutto per colmare un vuoto nell'ambito degli acceleratori per l'intelligenza artificiale e l'ambito HPC, dove NVIDIA è la potenza dominane da anni.


Pat Gelsinger con una GPU Ponte Vecchio

La strategia dell'azienda statunitense per trovare spazio e diventare una forza trainante della scena è incentrata sia sull'hardware, quindi progettando prodotti migliori della concorrenza, sia sulla parte software con oneAPI, un insieme di toolkit che permettono agli sviluppatori di usare un singolo modello di programmazione per differenti tipi di architetture, che si tratti di CPU, GPU, FPGA di sua fattura o persino prodotti concorrenti.

Per sottrarre quote di mercato a NVIDIA, il CEO ritiene che non ci siano tante alternative se non quella di "realizzare grandi prodotti. NVIDIA ha essenzialmente goduto di una leadership nelle prestazioni di 10 volte o superiore per un decennio. Se hai questo, ossia una leadership di 10 volte superiore per 10 anni, nei trai vantaggio. E poi sono stati davvero fortunati: è arrivata l'intelligenza artificiale. A quel punto ne hanno tratto vantaggio davvero bene. Quindi hanno lavorato sodo, hanno raccolto e poi sono stati fortunati".

"Cosa dobbiamo fare? Offri ottimi prodotti in quei segmenti. [Devono avere] caratteristiche convincenti, prestazioni e consumi al giusto prezzo con le opportune capacità software ad accompagnarli. Il mercato ha fame di un'alternativa. Dobbiamo quindi fornirla con un valore aggiunto unico e differenziato".

Un esempio di tale valore aggiunto potrebbe essere la possibilità, ad esempio, di far funzionare insieme le GPU integrate nelle CPU e quelle dedicate, permettendo ai clienti di ottenere più potenza a un prezzo inferiore rispetto alla concorrenza.

Jensen Huang
Jensen Huang

"Nvidia è diventata troppo proprietaria, e questo è ampiamente visibile nel settore, quindi riempiremo quell'ambito con oneAPI, ma lo faremo in un modo molto più favorevole e aperto verso l'industria e le loro innovazioni", ha dichiarato il CEO ammettendo che creare un'alternativa a NVIDIA è una sua missione personale.

Gelsinger vede infatti il dominio dell'azienda guidata da Jensen Huang nell'intelligenza artificiale come una minaccia persino maggiore rispetto a quella rappresentata dalle CPU Arm in ambito server. "Ciò di cui sono più preoccupato nei datacenter è il settore dell'intelligenza artificiale, non l'avanzata di Arm, e in questo senso i prodotti di Intel stanno iniziando a farsi avanti per mettere pressione a una NVIDIA che reputo incontrastata. Beh, in futuro verranno ostacolati, perché in quel segmento stiamo per portare dei prodotti in grado di ottenere la leadership".

Gelsinger ha spiegato che Intel non intende competere con OEM e gli altri partner commercializzando sistemi preassemblati come fa NVIDIA con la sua linea DGX, anche se non ha escluso l'opzione di creare dei design di riferimento per alimentare un ecosistema più ampio e vivace.

Infine, oltre che con CRN, Gelsinger ha parlato anche con Axios e in particolare si è soffermato sull'addio di Apple ai chip Intel. Il CEO ha compreso la mossa di Tim Cook, ammettendo che è il frutto dei problemi passati di Intel, ma non vuole comunque cedere all'idea di aver perso Apple per sempre.

"Non mi arrendo mai all'idea che qualcosa non funzioni sui chip Intel. A causa dei nostri inciampi, Apple ha deciso che potevano fare un chip migliore del nostro. Hanno fatto un ottimo lavoro. Quello che devo fare è creare un chip migliore del loro. Spero di riconquistare questa parte della loro attività, così come molti altri affari, nel tempo. E nel frattempo, devo assicurarmi che i nostri prodotti siano migliori dei loro, che il mio ecosistema sia più aperto e vivace del loro e che creiamo ragioni più convincenti affinché sviluppatori e utenti scelgano i prodotti Intel. Quindi, combatterò duramente per riconquistare il business di Tim in quest'area".

Leggi anche: La leadership di AMD è finita, Intel è tornata: Pat Gelsinger scommette su Alder Lake e Sapphire Rapids

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlexSwitch18 Ottobre 2021, 09:15 #1
Che Intel riesca a riconquistare Apple dopo il passaggio ad Apple Silicon la vedo dura, a meno che Intel non abbia una CPU od un SoC ARM da offrire praticamente a gratis.
Più realistico il discorso di una GPU dedicata da utilizzare nelle soluzioni Macintosh di fascia alta dato che la ventilata GPU discreta made in Cupertino è ancora sulla carta e non si sa se e quando uscirà.
supertigrotto18 Ottobre 2021, 09:28 #2
Occhio Manolo che hai scritto "dominane da anni"
Detto questo mi fa piacere che intel si sia data una svegliata, costringerà amd e nvidia a fare di meglio ed abbassare i prezzi.
harlock1018 Ottobre 2021, 09:37 #3
Occhio che oggi Apple presenta le
Cpu e GPU non base e fan less, hanno già preso mazzate con quella, ci potrebbe essere da ridere.
AlexSwitch18 Ottobre 2021, 09:47 #4
Originariamente inviato da: harlock10
Occhio che oggi Apple presenta le
Cpu e GPU non base e fan less, hanno già preso mazzate con quella, ci potrebbe essere da ridere.


GPU non credo... Sicuramente ci sarà l'evoluzione di M1 che dovrebbe prevedere il raddoppio dei core CPU ( con uno sbilanciamento sui core HP ) e GPU.
Vash_8518 Ottobre 2021, 09:59 #5
Che piani eccezionali che ha il nuovo CEO!

Non leggevo annunci così roboanti da parte di intel da quando una decina di anni fa dissero che sarebbero entrati nel mercato mobile ed avrebbero fatto man bassa di tutto!

Scherzi a parte se facessero gpu di fascia bassa-Medio/bassa dai 150€ a scendere con il giusto set di accelerazioni in hw (AV1) gliela comprerei ad occhi chiusi.
Gyammy8518 Ottobre 2021, 10:07 #6
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Che Intel riesca a riconquistare Apple dopo il passaggio ad Apple Silicon la vedo dura, a meno che Intel non abbia una CPU od un SoC ARM da offrire praticamente a gratis.
Più realistico il discorso di una GPU dedicata da utilizzare nelle soluzioni Macintosh di fascia alta dato che la ventilata GPU discreta made in Cupertino è ancora sulla carta e non si sa se e quando uscirà.


Fare annunci su annunci è lo sport di questi ultimi mesi, ma leggendo bene si parla sempre e solo di questa ia, il rifugio di tutti dato che ognuno si fa le sue soluzioni (tanto utilizzo la mia precisone INT2,3434353 quindi me la canto e suono da solo, 100k a scheda prendere o lasciare)

Originariamente inviato da: supertigrotto
Occhio Manolo che hai scritto "dominane da anni"
Detto questo mi fa piacere che intel si sia data una svegliata, costringerà amd e nvidia a fare di meglio ed abbassare i prezzi.


Originariamente inviato da: Vash_85
Che piani eccezionali che ha il nuovo CEO!

Non leggevo annunci così roboanti da parte di intel da quando una decina di anni fa dissero che sarebbero entrati nel mercato mobile ed avrebbero fatto man bassa di tutto!

Scherzi a parte se facessero gpu di fascia bassa-Medio/bassa dai 150€ a scendere con il giusto set di accelerazioni in hw (AV1) gliela comprerei ad occhi chiusi.


Rassegnatevi

"dobbiamo fare nell'ia un'ia talmente ia mai vista fra le ia"

Sui 150 euro la vedo molto dura
ghiltanas18 Ottobre 2021, 10:16 #7
speriamo davvero entri nel mondo delle gpu discrete in modo dignitoso, cosi nel 2023 quando si potranno ricomprare a prezzi umani avrò più scelta.
gd350turbo18 Ottobre 2021, 10:23 #8
Originariamente inviato da: ghiltanas
speriamo davvero entri nel mondo delle gpu discrete in modo dignitoso, cosi nel 2023 quando si potranno ricomprare a prezzi umani avrò più scelta.


Non credo che nel 2023, il prezzi caleranno...
hanno visto che anche se le vendono a 2000€ la gente se le compra lo stesso, anzi, si fa pure 8 ore di fila in piedi davanti ad un supermercato per prendersele, quindi nella migliore delle ipotesi, avranno lo stesso prezzo...

Quindi spero che intel mi faccia una scheda che mi permetta di giocare decentemente in fullhd e ad un prezzo onesto, e poi sono a posto, questa a mio avviso è l'unica possibilità che rimane per chi non vuole la top di gamma.
pabloski18 Ottobre 2021, 10:31 #9
Perchè vi fissate su Apple che ormai è un treno perso? E lasciate stare l'IA per un momento ( nonostante sarà un pilastro del computing nei prossimi anni ).

Intel ha un vantaggio gigantesco ( se lo saprà sfruttare ) ed è la virtualizzazione di tutti i modelli di gpu. Se oggi vuoi le vgpu amd o nvidia, devi pagare soluzioni "professionali".

Con qualsiasi igpu intel scrausa, puoi avere lo stesso. E la virtualizzazione, ad oggi, è importantissima. Anche nel settore pc/workstation. I software di sicurezza possono usarla per sandboxare efficacemente i malware. Si può usare per far girare altre versioni dell'OS pinco pallino per compatibilità con certi programmi. Si può usare più di un sistema operativo contemporaneamente.

C'è tutto l'esercito degli sviluppatori che vuole soluzioni del genere. E settare il gpu passthrough con nvidia o amd, è un casino. Senza contare che la gpu pure essere passata solo ad una vm alla volta.

Con un banale nuc, puoi avere 4-5 vm che girano con vgpu e accelerazione 3D. Non mi sembra poco!!
pengfei18 Ottobre 2021, 10:32 #10
Pure io potrei combattere per conquistare Taylor Swift e magari avrei pure più possibilità di quante ne abbia Intel di riconquistare il business di Tim, penso che per portare apple a rinunciare all'integrazione nel farsi tutto da soli e avere un architettura unica non basta che Intel faccia cpu superiori, dovrebbe fare CPU superiori in modo schiacciante e attualmente non mi pare ci siano prospettive in questo senso.
Poi mi pare calchi troppo la mano sulla questione della fortuna di Huang e Nvidia, le occasioni bisogna crearsele e saperle sfruttare, hanno puntato molto da subito sull'AI anche quando non era una cosa così scontata, sarebbe come dire che Noyce e Moore sono stati fortunati nel fondare Intel perché se fossero nati 50 anni prima al massimo avrebbero prodotto macchine da scrivere

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^