Il Radeon Technology Group di AMD compie 1 anno

Il Radeon Technology Group di AMD compie 1 anno

Importante anniversario per la divisione interna di AMD, creata 1 anno fa per dare una nuova spinta allo sviluppo e alla commercializzazione delle soluzioni legate alle GPU

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:43 nel canale Schede Video
AMDRadeon
 

RTG, o Radeon Technologies Group, è il nome scelto da AMD per indicare la propria divisione interna specializzata in tutto quello che è la produzione di soluzioni legate al mondo delle GPU o, per dirla in altro modo, di tutto quello che è visual. Quest'oggi cade il primo anniversario dalla creazione di RTG in AMD, divisione guidata da Raja Koduri in qualità di CTO per tutto quello che è legato allo sviluppo di soluzioni graphics.

logo_rtg.jpg

In questi 12 mesi sono state numerose le novità sviluppate dal Radeon Technologies Group, culminate con il debutto delle schede video della famiglia Radeon RX 400 basate su architettura Polaris. Al momento della costituzione di questa divisione interna ad AMD la memoria è tornata immediatamente ad ATI, azienda canadese che era stata acquistata da AMD nel 2006 e che ha permesso a quest'ultima di acquisire prodotti e tecnologie legate al mondo del graphics.

La divisione interna di AMD in RTG da un lato e in tutto quello che riguarda le soluzioni CPU dall'altro ha portato a ritenere che AMD volesse dividersi in due aziende distinte, ritornando per certi versi alla divisione tra AMD e ATI esistente prima dell'acquisizione di quest'ultima del 2006. Così però non è stato, anzi pensando alle novità attese per il 2017 emergono in modo chiaro le sinergie tra le due anime di AMD. Lo vedremo in modo molto più chiaro, a nostro avviso, con il debutto delle soluzioni CPU della famiglia Zen e con le proposte APU basate su quest'architettura dotate al proprio interno di componente GPU della famiglia Radeon.

Ma dove il ruolo di RTG diventa ancora più importante è nelle architetture semi-custom, cioè nei progetti SOC sviluppati per clienti dove tecnologie proprietarie di questi ultimi vengono abbinate alle componenti CPU e GPU di AMD. Un esempio diretto sono i SoC utilizzati nelle console Sony e Microsoft, anche nelle più recenti evoluzioni di nuova generazione come la recentemente annunciata Playstation 4 Pro e la futura Xbox Neo che Microsoft venderà nel corso del 2017.

In queste ultime settimane i dati di vendita delle GPU discrete, resi disponibili da Mercury Reseach, hanno evidenziato un recupero da parte di AMD in termini di quote di mercato rispetto a NVIDIA. Si sta progressivamente ritornando ad uno scenario che vede AMD a circa il 40% del totale, con la quota restante detenuta da NVIDIA: dati più allineati all'andamento storico e ben diversi da quelli degli ultimi anni, nei quali AMD è uscita fortemente ridimensionata nel settore delle GPU in termini di quote di mercato. Una contrapposizione quella delle due aziende che sta producendo un ricco sviluppo in termini di tecnologia, e che rende il mercato delle soluzioni video sia desktop che mobile sempre più interessante e capace di avvicinare gli utenti ad esperienze visuali che sono sempre più immersive e realistiche.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ziobepi14 Settembre 2016, 17:27 #1
Qualcuno potrebbe pensare che il risultato ottenuto sia stata la sparizione dalla fascia alta ma non e' cosi': Stanno solo aspettando le hbm2 per tornare alla grande con vega!
MaxFabio9314 Settembre 2016, 21:34 #2
Originariamente inviato da: ziobepi
Qualcuno potrebbe pensare che il risultato ottenuto sia stata la sparizione dalla fascia alta ma non e' cosi': Stanno solo aspettando le hbm2 per tornare alla grande con vega!


E' quello che stiamo tutti aspettando, o quasi! Secondo me l'anno prossimo AMD decreterà la fine del duopolio Intel-Nvidia, a me no che queste ultime, come hanno fatto in passato ricorrano alle vie illegali.
hexaae14 Settembre 2016, 21:42 #3
Obiettivamente in AMD c'è stata una svolta, ha lavorato più che bene impegnandosi a fondo sia sul versante software (finalmente!) che hardware a quanto pare...
Vash8815 Settembre 2016, 01:07 #4
http://www.anandtech.com/show/10613...-remains-on-top

Un analisi ben fatta del market share delle due società. In pratica AMD si sta risollevando. Al momento è al 29,9% del mercato.
L'altra cosa che si capisce dai grafici è che Nvidia sta mungendo i suoi clienti di brutto. Sembra che oggi il mercato si stia muovendo dalle GPU mainstream alle GPU High end.
Fos15 Settembre 2016, 05:47 #5
Ma, per l'ennesima volta: GPUOpen ce la fate a nominarlo, o vi è stato espressamente proibito...?

Da non crederci!
Ale55andr015 Settembre 2016, 09:26 #6
Originariamente inviato da: Vash88
http://www.anandtech.com/show/10613...-remains-on-top

Un analisi ben fatta del market share delle due società. In pratica AMD si sta risollevando. Al momento è al 29,9% del mercato.
L'altra cosa che si capisce dai grafici è che Nvidia sta mungendo i suoi clienti di brutto. Sembra che oggi il mercato si stia muovendo dalle GPU mainstream alle GPU High end.


In AMD lo hanno capito così bene che Vega non ce lo fanno nemmeno odorare
MaxFabio9315 Settembre 2016, 18:22 #7
Originariamente inviato da: Vash88
http://www.anandtech.com/show/10613...-remains-on-top

Un analisi ben fatta del market share delle due società. In pratica AMD si sta risollevando. Al momento è al 29,9% del mercato.
L'altra cosa che si capisce dai grafici è che Nvidia sta mungendo i suoi clienti di brutto. Sembra che oggi il mercato si stia muovendo dalle GPU mainstream alle GPU High end.


Se continua così prima o poi ricorreranno alle pratiche illegali e ai benchmark truccati, se ci sono pecore in giro che gli asseconderanno

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^