Il dissipatore (nudo) della GeForce RTX 3080 torna a mostrarsi in una foto

Il dissipatore (nudo) della GeForce RTX 3080 torna a mostrarsi in una foto

Una nuova foto del presunto dissipatore della futura Nvidia GeForce RTX 3080 appare in rete. Questa volta si tratta del dissipatore "nudo", senza copertura. Si nota la costruzione con quattro heatpipe e la disposizione unica delle ventole.

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Schede Video
NVIDIAAmpereGeForce
 

Lo strano dissipatore della GeForce RTX 3080 - e probabilmente di qualche altro modello della futura fascia alta Nvidia - torna a farsi vedere in foto, stavolta però "nudo e crudo", senza alcuna copertura collegata. In questo modo possiamo notarne le notevoli dimensioni, frutto di quattro blocchi di alluminio, e quelle che sembrano essere quattro heatpipe.

Come possiamo notare, questo radiatore dalle fattezze particolari offre spazio per due ventole, ognuna dal lato opposto della scheda. Alcuni utenti si sono dilettati nelle scorse ore a realizzare alcuni rendering che potrebbe essere verosimili, vi invitiamo a darci un'occhiata. Stando a quanto riportato nelle scorse dal sito tedesco Igor's Lab, questo dissipatore completo di copertura avrebbe un costo di produzione di 150 dollari, il che - se fosse vero, chiaramente - farebbe pensare a un prezzo non certo contenuto per la GeForce RTX 3080 e le altre schede basate su questo design.


Clicca per ingrandire

Il sito tedesco aggiunge che Nvidia non avrebbe preso bene il leak e avrebbe avviato un'indagine per capire da quale dei partner - Foxconn e BYD - è partita la fuga di notizie (di foto, per l'esattezza). Quanto alle specifiche tecniche della scheda video e di alcune altre proposte, in rete circolano indiscrezioni in costante evoluzione in queste ore, il che ci lascia piuttosto attendisti (per usare un eufemismo).

Il canale Youtube "Moore's Law Is Dead", in questo video, ritiene possibile l'uso di memoria GDDR6X a 21 Gbps, frequenze molto elevate fino a 2,5 GHz e un TDP superiore a 230W. La GPU GA102 sarebbe in grado di offrire prestazioni dal 60 al 90% maggiori rispetto al TU102 e, contrariamente alle precedenti indiscrezioni, Nvidia starebbe valutando di eliminare alcune funzionalità come NVCache e Tensor Memory Compression per destinarle solo ai prodotti professionali.

Altre fonti - principalmente i soliti leaker su Twitter - a volte indicano l'esistenza di una Titan, per poi correggersi e parlare di RTX 3090, con un numero di CUDA core variabile a seconda del modello tra 4300 e 5300. Si parla persino di TDP nell'ordine di 300-350W, davvero elevati. Insomma c'è molta incertezza e il rischio di prendere cantonate è alto. Attendiamo quindi altre informazioni, possibilmente già nel breve periodo visto che la nuova famiglia di GPU dovrebbe essere svelata a settembre.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CrapaDiLegno10 Giugno 2020, 19:09 #1
150 dollari mi sembra esagerato. Neanche un water block fatto ad hoc che vende 1/10 costa così tanto. Sono poi normali dissipatori in alluminio con montate 2 ventole.
nessuno2910 Giugno 2020, 19:20 #2
Perchè mai dovrebbe essere così costoso un dissipatore neanche tanto grosso con 4 heatpipe e forse un vapor chamber...
Mparlav10 Giugno 2020, 20:49 #3
Il dissy magari ne costa 50, ma potrebbe essere un buon alibi per alzare di altri 100$ l'intera fascia alta
BVS11 Giugno 2020, 00:57 #4
insomma, la ventola in faccia alla scheda punta direttamente sul die con un dissipatore con lamelle alte un paio di millimetri, l'aria sfiata a sinistra e a destra in una piccola porzione di lamelle leggermente più alte
I blocchi centrali sono passivi, chiusi da entrambe le direzioni
Quattro heatpipe convogliano il calore sul retro dove veramente viene raffreddato qualcosa, la forma a v rende inefficiente le lamelle a punta che non vedranno nessun flusso di aria, l'unica parte interessante è direttamente sotto la ventola sul retro

Per essere enorme e già biventola sembra un heatsink pessimo, è normale che nvidia si sia montata la testa, i nuovi processori grafici, ma già dalla serie 1000 tirano giù santa anna e maria, e una 3080ti sarà un mostro di performance destinato a pochissimi perciò giustifico la voce che vuole il costo del dissipatore aggirarsi intorno ai 150 dollari da solo, ma un conto è fare gioielli, un conto è fare GPU, molti dei clienti apprezzeranno uno stile peculiare ma alla fine metteranno sempre l'efficienza davanti tutto, se spendo 2000 dollari e compro la founder edition al lancio, come minimo esigo di farla funzionare al 100% per giorni interi senza superare una comoda soglia, diciamo 85°, e questo non mi sembra un dissipatore adatto allo scopo

sarei contentissimo di sbagliarmi

ma se l'intenzione loro è di fare gioielli, chiamassero la g.skill per il know how dei brillantini RGB, e mettesero un dissipatore da cristiano, potete anche aumentare i prezzi ancora di più, non importa, meglio i brillantini che questo coso
wolverine11 Giugno 2020, 00:58 #5
Direttamente farlo pagare 300 euro? Mica male...
TigerTank11 Giugno 2020, 09:39 #6
Se il dissipatore "reference" dovesse costare così tanto, e di conseguenza far lievitare il prezzo finale delle vga, allora vorrà dire che avrà maggior senso prendere direttamente una delle solite custom.
Sempre che Nvidia non faccia di nuovo un tot. periodo di esclusiva di vendita delle sue Founders, come unica scelta a prezzo maggiorato...
ginokill7311 Giugno 2020, 10:01 #7
Capisco il mostro che si sta per presentare, capisco che c'è gente che ha i soldi da spendere per cose del genere, ma spendere dai 1500€ in su per una scheda video solo per dire io ce l'ho per me non ha senso, tenendo presente che quando faranno i giochi non saranno solo per questa scheda è la sfruttano al massimo per il 30/40% alla fine della sua vita. Non capisco
Questo è solo il mio pensiero
Gyammy8511 Giugno 2020, 12:21 #8
Originariamente inviato da: BVS
insomma, la ventola in faccia alla scheda punta direttamente sul die con un dissipatore con lamelle alte un paio di millimetri, l'aria sfiata a sinistra e a destra in una piccola porzione di lamelle leggermente più alte
I blocchi centrali sono passivi, chiusi da entrambe le direzioni
Quattro heatpipe convogliano il calore sul retro dove veramente viene raffreddato qualcosa, la forma a v rende inefficiente le lamelle a punta che non vedranno nessun flusso di aria, l'unica parte interessante è direttamente sotto la ventola sul retro

Per essere enorme e già biventola sembra un heatsink pessimo, è normale che nvidia si sia montata la testa, i nuovi processori grafici, ma già dalla serie 1000 tirano giù santa anna e maria, e una 3080ti sarà un mostro di performance destinato a pochissimi perciò giustifico la voce che vuole il costo del dissipatore aggirarsi intorno ai 150 dollari da solo, ma un conto è fare gioielli, un conto è fare GPU, molti dei clienti apprezzeranno uno stile peculiare ma alla fine metteranno sempre l'efficienza davanti tutto, se spendo 2000 dollari e compro la founder edition al lancio, come minimo esigo di farla funzionare al 100% per giorni interi senza superare una comoda soglia, diciamo 85°, e questo non mi sembra un dissipatore adatto allo scopo

sarei contentissimo di sbagliarmi

ma se l'intenzione loro è di fare gioielli, chiamassero la g.skill per il know how dei brillantini RGB, e mettesero un dissipatore da cristiano, potete anche aumentare i prezzi ancora di più, non importa, meglio i brillantini che questo coso


85 gradi una comoda soglia? su AMD si va in panico superati i 65 e partono i meme delle fornaci, poi la 5700xt blower "ma come 80 gradi ad agosto?? ma scherziamo? e non va neanche a 3 ghz ma solo 1900!!11!11!ONE"

Mi sfugge ancora la raffinata scelta stilistica delle ventole contrapposte
dwfgerw11 Giugno 2020, 16:34 #9
Sarà sicuramente un mostro, ma ormai hanno fatto passare del tutto la voglia. Spendere 1300€ per quel tipo di prodotto che va dentro un case per giocare onestamente non ne vale la pena e parlo per me, non in termini assoluti. Sicuramente c'e' chi li spenderà quei soldi, magari qualche ragazzo/ragazzino appassionato, lo ero anche io all'epoca, ma non costavano in rapporto cosi tanto come oggi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^