GPU scheduling, arriva il supporto driver anche da AMD, ma solo su alcune GPU Navi

GPU scheduling, arriva il supporto driver anche da AMD, ma solo su alcune GPU Navi

I nuovi driver Radeon Software Adrenalin 20.5.1 Beta di AMD aggiungono il supporto al GPU scheduling dell'ultima versione di Windows 10, ma solo per le schede video delle serie RX 5600 e 5700. I possessori di altre GPU, da Vega a Polaris, dovranno attendere ancora.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Schede Video
AMDRadeon
 

AMD ha pubblicato nuovi driver Radeon Software Adrenalin 2020 Edition 20.5.1 Beta con supporto alla nuova funzionalità GPU scheduling di Windows 10 May 2020 Update; potete scaricarli da questa pagina. "Spostando la responsabilità dello scheduling dal software all'hardware", spiega AMD, "questa funzionalità ha il potenziale di migliorare la reattività della GPU e di consentire ulteriore innovazione nella gestione della carico di lavoro della GPU in futuro".

Al momento questa nuova soluzione - così come gli stessi driver -  è supportata solo dalle serie di schede video Radeon RX 5600 e 5700, e nelle note di rilascio si legge che "i visori Oculus VR potrebbero non mostrare il contenuto o mostrare severi cali prestazionali con l'Hardware Scheduling abilitato". Per abilitare l'hardware scheduling dovete andare nelle impostazioni grafiche, attivare la funzione e riavviare il sistema.

La lista dei bug noti conta una decina di voci e forse quella più importante è che "alcuni giochi potrebbero esibire dello stuttering intermittenti durante il gameplay sulle schede Radeon RX 5000", quindi se dopo l'aggiornamento riscontrate problemi sotto questo punto di vista, sappiate che AMD è al corrente della problematica. Ricordiamo che il GPU Scheduling è supportato anche dalle più recenti schede Nvidia aggiornando i driver alla versione 451.48.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^