GPU ATI a 80 nanometri: UMC in testa

GPU ATI a 80 nanometri: UMC in testa

ATi continua la collaborazione con le due principali fonderie taiwanesi, per preparare il debutto delle proprie architetture video di fascia media

di pubblicata il , alle 10:15 nel canale Schede Video
ATI
 

Nei giorni scorsi abbiamo segnalato, con questa notizia, come la canadese ATI si stia preparando ad avviare la produzione i nuove architetture video con tecnologia produttiva a 80 nanometri.

Digitimes conferma che le prime soluzioni basate su questo nuovo processo saranno rese disponibili sul mercato a partire dal prossimo mese di Settembre. Del resto, in questo articolo avevamo segnalato come il debutto delle nuove GPU ATI della serie RV560 e RV570, destinate ai segmenti di fascia medio alta del mercato, sia atteso tra i mesi di Agosto e Settembre.

ATI avvierà la produzione delle nuove GPU anche presso la foinderia taiwanese UMC, la seconda per dimensioni nell'isola di Taiwan dopo quella TSMC. Sia ATI che NVIDIA non possiedono proprie fabbriche produttive e devono quindi dipendere da produttori terzi.

ATI continuerà ovviamente ad utilizzare la fonderia TSMC per la produzione delle proprie future architetture video di fascia media. Utilizzando due distinte fonderie il produttore taiwanese può ridurre il rischio legato a difficoltà di produzione delle nuove GPU, oltre che far fronte a possibili problemi di insufficiente produzione da parte di una delle due fonderie.

Negli scorsi mesi erano emerse notizie di alcune difficoltà incontrate da TSMC nella produzione con tecnologia produttiva a 80 nanometri, nel corso dei primi test con le nuove architetture video ATI. Che il produttore taiwanese abbia scelto di operare anche con UMC non fa altro che confermare queste informazioni, indicando come la strada della diversificazione produttiva sia quella che meglio tutela un produttore di GPU da possibili problemi con le fonderie.

Di seguito le informazioni dettagliate sulle nuove GPU ATI, così come pubblicate sulla più recente roadmap del produttore canadese che abbiamo potuto vedere al Computex di Taipei.

RV560: si tratta della prima architettura ATI costruita con processo produttivo a 80 nanometri, contro i 90 nanometri delle schede R520, R580, RV530 e RV515. La scheda andrà a sostituire la famiglia di prodotti Radeon X1600, mantenendone l'architettura con 12 pipeline di rendering e bus memoria a 128bit di ampiezza.

Nome della scheda Torpedo 1 Torpedo 2 Torpedo 3
Clock GPU 450 MHz 450 MHz 450 MHz
Clock memoria 650 MHz 650 MHz 650 MHz
Dotazione memoria 256 Mbytes 256 Mbytes 256 Mbytes
Bus memoria 128 bit 128 bit 128 bit
Bus di connessione PCI Express AGP PCI Express
Debutto previsto il 09/08/06 06/09/06 06/09/06

Non è ben chiara quale sia la differenza tra la scheda Torpedo 1 e Torpedo 3, considerando che sulla carta hanno le medesime specifiche salvo un debutto posticipato per la scheda Torpedo 3. La soluzione Torpedo 2 utilizza bus AGP 8x per connettersi con la scheda madre

RV570: A seguire troviamo le soluzioni RV570, divise in due famiglie XT e XL. In questo caso cambia il memory controller, ora del tipo a 256bit di ampiezza abbinato a chip video dalla frequenza di clock sempre più elevata. La prima famiglia è quella RV570XT, dalle più elevate prestazioni velocistiche complessive.

Nome della scheda

Hellfire-1 Hellfire-2 Gemini
Clock GPU 600-650 MHz 600-650 MHz 600 MHz
Clock memoria 700-750 MHz 1.100 MHz? 750 MHz
Dotazione memoria 512 Mbytes 512 Mbytes 512 Mbytes
Bus memoria 256 bit 256 bit 256 bit
Bus di connessione PCI Express PCI Express PCI Express
Debutto previsto il 09/08/06 09/08/06 non ancora previsto

La soluzione Gemini sarà dotata di due GPU affiancate sullo stello PCB; manca al momento attuale una data indicativa di lancio, anche perché ATI è ancora afflitta da problemi di driver con le configurazioni dotate di due chip Radeon X1600. Per la scheda Hellfire-2 viene indicata una frequenza di clock della memoria di 1.100 MHz, valore sensibilmente superiore sia a quello delle altre schede ATI che delle soluzioni concorrenti NVIDIA; in abbinamento al bus a 256bit di ampiezza questa frequenza permetterebbe di avere una bandwidth massima teorica estremamente elevata.

A seguire troviamo le soluzioni RV570XL, con una sola scheda proposta al momento attuale nella roadmap ATI:

Nome della scheda

?
Clock GPU 450 MHz
Clock memoria 650 MHz
Dotazione memoria 512 Mbytes
Bus memoria 256 bit
Bus di connessione PCI Express
Debutto previsto il 09/08/06

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
The Force20 Giugno 2006, 10:33 #1
Hellfire2 sembra interessante (1100 le memorie!), ma si sa nulla di r600?
rdv_9020 Giugno 2006, 10:37 #2
Originariamente inviato da: The Force
Hellfire2 sembra interessante (1100 le memorie!), ma si sa nulla di r600?


le frequenze non sono un granchè invece.... adesso con le 1800/1900 sono anche + alte... avrà certo un asso nella manica la cara ati
LZar20 Giugno 2006, 11:03 #3
Domanda da 'gnurante: ma 1100 mhz di clock su memorie ddr3 vuol dire 2.2 ghz? Se si sono velocissime. Che timings ci vogliono per reggere ad un clock del genere? 0.9 nanonsecondi?
rdv_9020 Giugno 2006, 11:29 #4
non ho capito se sono 2200mhz o 1100 (cioè 550mhz...)
Freisar20 Giugno 2006, 11:31 #5
Agp sempre più trattata con i piedi....
nudo_conlemani_inTasca20 Giugno 2006, 12:11 #6
Originariamente inviato da: LZar
Domanda da 'gnurante: ma 1100 mhz di clock su memorie ddr3 vuol dire 2.2 ghz? Se si sono velocissime. Che timings ci vogliono per reggere ad un clock del genere? 0.9 nanonsecondi?


Se non erro (chiedo natural. sostegno) la SVGA di cui parlate era quella che Mr. Corsini aveva accennato di essere accreditata di una BW molto elevata (per non dire mostruosa), pari a 70Gb/s, ben superiore alle 40-48GB/s attuali.

A rigor di logica le memorie per svilupare una potenza così alta nel transfer/rate
credo che siano @ 1100Mhz x 2 (Double Data Rate) = e quindi 2200Mhz effettivi.

Potrei essere tranq. smentito, prendetele con "le pinze" queste mie considerazioni.. (anche se i conti mi tornano)
coschizza20 Giugno 2006, 12:19 #7
Originariamente inviato da: rdv_90
le frequenze non sono un granchè invece.... adesso con le 1800/1900 sono anche + alte... avrà certo un asso nella manica la cara ati


una memoria da 1800 non va a 1,8ghz ma a 900mhz

quindi una ipotetoica da 1,1ghz equivale a 2,2ghz

l'unica cosa "strana" è che ad oggi la memoria piu veloce in commercio è la samsung da 900mhz (1,8ghz) quindi sebra che quella annunciata per la gpu ati o sia una GDDR4 o un modello GDDR3 spinto all'estremo....credo che pero sia giusta la prima.
rdv_9020 Giugno 2006, 12:28 #8
@coschizza

io con 1800/1900 intendevo le vga, non la velocità delle mem... se leggi + in giù ho esposto meglio il dubbio
coschizza20 Giugno 2006, 12:44 #9
Originariamente inviato da: rdv_90
@coschizza

io con 1800/1900 intendevo le vga, non la velocità delle mem... se leggi + in giù ho esposto meglio il dubbio



sorry
gear7th20 Giugno 2006, 14:28 #10
Originariamente inviato da: Freisar
Agp sempre più trattata con i piedi....


L'AGP è ormai superato. Fanno bene le aziende a diminuirne la produzione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^