Giochi e fisica: ecco l'approccio Microsoft

Giochi e fisica: ecco l'approccio Microsoft

Microsoft sta sviluppando un proprio approccio alla fisica nei videogiochi, legato a delle API che sfruttano le GPU e solo queste ultime

di pubblicata il , alle 09:32 nel canale Schede Video
Microsoft
 

Si parla molto di supporto alla fisica all'interno dei più recenti giochi 3D, con l'obiettivo di incrementarne ulteriormente il realismo dell'azione.

La diatriba vede da una parte la soluzione hardware Ageia, che con la scheda Physix vanta una soluzione dedicata alla gestione della fisica nei giochi, e dall'altra i due colossi ATI e NVIDIA, che propongono un approccio per il quale devono essere le GPU a gestire anche le operazioni legate alla fisica.

Xbitlabs segnala come anche Microsoft stia raccogliendo con interesse questa sfida; sono infatti state aperte alcune posizioni professionali in Microsoft per programmatori che si dovranno dedicare allo studio di un sistema di programmazione della fisica nelle GPU. Questo gruppo di lavoro verrà affiancato a quello Direct3D, al quale competono le API che Microsoft integra nei propri sistemi operativi.

Secondo la fonte, l'approccio di Microsoft sarebbe rivolto alla programmazione all'interno della sola GPU, senza utlizzare schede PPU (physics processing units ) o al limite anche il processore di sistema per questo genere di elaborazioni.

L'approccio Microsoft quindi sarebbe molto più legato alle filosofie di ATI e NVIDIA, oltre che a quella di Havok e dell'engine Havok FX, piuttosto che all'approccio sviluppato da Ageia con le proprie soluzioni hardware.

Al momento attuale non è dato sapere se i frutti di questo lavoro di ricerca da parte di Microsoft potranno avere applicazione pratica all'interno delle API DirectX 10, attese al debutto congiuntamente alla presentazione del sistema operativo Windows Vista. Si prevede un lancio di Vista nel corso della prima metà del 2007, ma non è escluso che questo sistema operativo possa venir ulteriormente rimandato da Microsoft.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

90 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex23 Giugno 2006, 09:35 #1
Dicevo io che le ppu non hanno futuro....
Lobokill23 Giugno 2006, 09:44 #2
penso la stessa cosa da quando le ho viste la prima volta
jp7723 Giugno 2006, 09:51 #3
anche le soluzioni Ati/Nvidia con 2/3/4 ecc.. schede di cui una gestisce la fisica non mi piacciono...preferisco questo approccio microsoft
Octane23 Giugno 2006, 09:51 #4

altre fonti..

Microsoft sta ancora esplorando la migliore possibilita' per queste "Direct Physics". Non e' ancora da escludere che possa supportare entrambe le modalita' (o magari anche tre) Fisica su PPU separata, su GPU, o in emulazione su CPU.

http://www.extremetech.com/article2...,1979051,00.asp
http://www.dailytech.com/article.aspx?newsid=2946

Marcus Scaurus23 Giugno 2006, 09:54 #5
Distinguiamo due casi: o l'idea di ageia non è tecnicamente e tecnologicamente buona oppure (e potrebbe essere questo il caso) nessuno ha interesse più di tanto a lavorarci su (tanto meno ati e nvidia).

Non vedo perche dovrebbe essere giudicata fallimentare a priori quando si parla di cross-fire e sli addirittura con 3 schede (di cui una dedicata alla fisica)... Capisco il diverso approccio, ma scartare a priori non mi sembra giusto. Ad ogni tecnologia va data la possibilità di mostrare quel che vale!
pirolisi23 Giugno 2006, 10:03 #6
Originariamente inviato da: Marcus Scaurus
Ad ogni tecnologia va data la possibilità di mostrare quel che vale!

Quoto, ma con una modifica
"andrebbe" data la possibilità di dimostrare quel che vale....se non fosse che prima di tutto deve dimostrare quanto "rende".....è tutto un magna magna
Automator23 Giugno 2006, 10:09 #7
wow, cosi altre alle finestre trasprarenti le potremo pure accartocciare

(ovvimente è solo una battuta...)
pistolino23 Giugno 2006, 10:25 #8
Sarebbe interessantissimo se Microsoft sviluppasse un set di API da affiancare o integrare nelle DirectX per elaborare la fisica...sarebbe l'occasione buona per sfruttare a fondo la seconda GPU nel caso di SLI o Crossfire (o anche Quad SLI) ma soprattutto di sfruttare appieno con i giochi il secondo nucleo delle CPU dual core.
liviux23 Giugno 2006, 10:25 #9
Valuto positivamente questa mossa di Microsoft, perchè la cosa più necessaria per lanciare l'accelerazione fisica (non nel senso di a=F/m ) è un'API comune sulla quale si possano basare gli sviluppatori. In assenza di alternative aperte (che preferirei) meglio una libreria proprietaria che nessuna libreria. Detto ciò, aspetterei a dichiarare le schede dedicate fuori dal gioco. Sono convinto che tali soluzioni, anche se rappresentano un costo aggiuntivo, possano essere quelle con le prestazioni migliori. Si può piegare una GPU a fare calcoli fisici, ma credo che l'ottimizzazione estrema di tali chip non li renda in grado di competere con gli acceleratori dedicati, i cui prezzi potrebbero risultare notevolmente ridotti con la produzione in massa. Per questo, secondo me le librerie di Microsoft dovrebbero esporre le funzionalità necessarie agli sviluppatori appoggiandosi a driver diversi a seconda che si voglia fare uso della CPU, della GPU o di una eventuale PPU. Ottimale sarebbe usare la PPU se presente, altrimenti usare la GPU in timesharing se questa (o queste, l'ideale sarebbe l'indipendenza dal numero di GPU presenti) ne è capace e se l'applicazione è CPU-limited, o la CPU in tutti gli altri casi, con un driver sviluppato da MS stessa che sia il riferimento funzionale per tutti gli altri.
!ce23 Giugno 2006, 10:35 #10
Ragazzi anche a voi dà problemi quel dannato banner della matrox?
Mi frega tutta la parte iniziale dell'articolo con uno spazio bianco!!
(anche se non sono sopra con il mouse)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^