Gigabyte punta sul brand Aorus per le soluzioni gaming

Gigabyte punta sul brand Aorus per le soluzioni gaming

La contrapposizione tra i produttori taiwanesi di componenti passa anche attraverso nuovi brand: quello Aorus di Gigabyte verrà espanso anche a schede madri e schede video, rigorosamente per i gamers

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:01 nel canale Schede Video
IntelAorusGigabyteMSIASUSROGStrix
 

Il sito Digitimes segnala l'intenzione della taiwanese Gigabyte di sviluppare una serie di schede madri e schede video utilizzando il proprio brand Aorus, marchio che al momento è utilizzato dall'azienda asiatica per identificare alcuni prodotti tra i quali notebook, mouse, tastiere e periferiche.

Il ruolo del marchio Aorus nella gamma di prodotti Gigabyte è legato alle soluzioni per il gaming: la scelta di sviluppare schede madri e schede video con questo nome è quindi legata al rafforzare la gamma gaming dell'azienda, in contrapposizione con le proposte concorrenti di MSI e Asus.

Le indiscrezioni indicano il debutto di schede madri Aorus basate sui nuovi chipset Intel della serie 200, a partire dal mese di gennaio 2017. Per le schede video bisognerà invece attendere il lancio da parte di NVIDIA e di AMD di GPU di nuova generazione, attese nel corso del prossimo anno.

Aorus, quindi, è nelle intenzioni di Gigabyte un marchio che andrà contrapposto alle soluzioni ROG, Republic of Gamers, di Asus oltre che alle proposte ROG Strix dell'azienda taiwanese. Per MSI, altro concorrente diretto, la direzione generale intrapresa dall'azienda negli ultimi anni punta direttamente al mondo del gaming, con un cambio di logo e grafica corporate che ha visto l'inclusione della scritta gaming proprio a identificare al meglio il cambio di approccio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^