GeForce 6800 Ultra e alimentatori: nuove specifiche al ribasso

GeForce 6800 Ultra e alimentatori: nuove specifiche al ribasso

I requisiti di sistema della scheda GeForce 6800 Ultra hanno suscitato disapprovazione da parte degli appassionati. NVIDIA rettifica le informazioni originarie, precisando nuove specifiche

di pubblicata il , alle 09:40 nel canale Schede Video
NVIDIAGeForce
 

A seguito della presentazione delle schede video nVidia GeForce 6800 Ultra, avvenuto lo scorso mese di Aprile, hanno destato molto scalpore le specifiche suggerite da NVIDIA per l'alimentatore di sistema da utilizzare con le nuove schede. Secondo i suggerimenti di NVIDIA, per garantire funzionamento sempre stabile le schede GeForce 6800 Ultra devono essere abbinate ad un alimentatore ATX da 480 Watt, utilizzando due distinti Molex di alimentazione connessi alla scheda video.

Requisiti di questo tipo sono sembrati da subito eccessivi, in quanto impongono l'acquisto di un nuovo alimentatore assieme alla scheda video. Le indicazioni di NVIDIA non hanno però indicato quali modelli di alimentatore siano certificati per l'utilizzo con le schede GeForce 6800 Ultra, facendo pensare che l'indicazione di NVIDIA si riferisca a modelli non di marca, nei quali i segnali a 12V possono non raggiungere i livelli massimi di quelli di alimentatori di marca, ma dalla potenza complessiva inferiore.
Trattandosi di indicazioni di massima è ovvio che i 480 Watt siano un valore massimo che mette al sicuro da eventuali problemi di insufficiente alimentazione con qualsiasi alimentatore. E' possibile, come dimostrato in alcuni test, che un alimentatore di ottima fattura ma di potenza inferiore possa gestire senza problemi questa scheda.

Sul sito Gamespot è stata pubblicata, a questo indirizzo, un'intervista con Ujesh Desai, General Manager of Desktop GPUs per NVIDIA. Ujesh ha confermato che le iniziali specifiche per l'alimentatore di sistema da abbinare alle schede GeForce 6800 Ultra sono parzialmente da rivedere, in quanto un alimentatore di qualità da 350 Watt, dotato di buoni parametri di alimentazione nel segnale a 12V, è sufficiente a garantire funzionamento stabile con questa scheda video.

NVIDIA è in questo momento al lavoro con i propri partner per cercare di definire nuove specifiche per le schede GeForce 6800 Ultra, così che il requisito minimo possa scendere 350 Watt qualora si voglia utilizzare la scheda alle frequenze di lavoro di default (400 MHz per il chip video e 1,1 GHz per la memoria GDDR3).

Nella scorsa settimana sono emerse alcune ulteriori informazioni sull'alimentazione della scheda GeForce 6800 Ultra. Il secondo connettore di alimentazione Molex implementato sulla scheda sarebbe utile in particolare in caso di overclock della scheda video, mentre non si renderebbe indispensabile in caso di funzionamento normale della scheda alle frequenze di clock di default.
Non appena saranno disponibili le prime schede video GeForce 6800 Ultra retail effettueremo dei test per confermare queste previsioni, utilizzando differenti alimentatori ATX.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
menestrello11 Maggio 2004, 09:46 #1
secondo me con questa cosa dell'alimentazione Nvidia si è data proprio una grossa zappata sui 'maroni'...
halduemilauno11 Maggio 2004, 09:58 #2
a mio modesto avviso era una faccenda chiara sin dall'inizio.
Ginopilot11 Maggio 2004, 10:07 #3
Robaccia. E' assurdo che si continui a dotare le schede video di molex aggiuntivi. Se proprio i produttori non sono in grado di tirare fuori schede che consumano meno, che si producano piu' schede madri agp pro, e di conseguenza scehde video dotate di questo standard. Non ha senso introdurre ulteriore circuiteria su una scheda grafica per poter gestire la corrente in questo modo. Eventualmente il molex sarebbe una soluzione di emergenza, non una passi consolidata.
blubrando11 Maggio 2004, 10:15 #4
in fondo anche le schede madri iniziano sempre più spesso ad avere un circuito ausiliario o no?
ronthalas11 Maggio 2004, 10:21 #5
tra due anni mi ci vorrà un alimentatore con reattore integrato in nanite?
lasa11 Maggio 2004, 10:25 #6
Il problema è che Nvidia non ha considerato che la stragrande maggioranza degli utenti ha un ali a 300w non di marca......
atomo3711 Maggio 2004, 10:32 #7
io anche con il migliore alimentatore da 350w in commercio non mi fiderei ad alimentare un sistema con un bel prescott e questa scheda video!
Dumah Brazorf11 Maggio 2004, 10:35 #8

Il concetto mentale è questo:

Se spendi 600€ per una scheda video solitamente tutto il sistema è all'altezza, anche l'alimentatore. Al massimo, visto che i soldi l'acquirente ce li ha, 70-80€ in + per un ali nuovo non sono questa gran spesa.
Il problema sorgeva nell'alimentazione da 2 molex su linee separate: poche psu hanno + di 3 linee di alimentazione, occupandone 2 solo sulla scheda video ci si trova in imbarazzo con il resto dell'hardware.
Ciao.
lucusta11 Maggio 2004, 10:41 #9
bhe'.. ci sono alimentatori ed alimentatori..
un alimentatore che dichiara 550W non e' detto che abbia disponibili tutti e 550W sempre (di solito sono solo di picco), ma anzi, frequentemente, sono poco piu' potenti di un normale 350W.
Credo che per non rischiare, e non acquistare alimentatori dal costo proibitivo, convenga dotare il PC di un'alimentazione dedicata per questa scheda video.
menestrello11 Maggio 2004, 10:41 #10
con 50-70euros ti ci prendi al max un 350W...e non ha senso secondo me stare a pelo con i watt e quindi si dovrebbero spendere almeno 100 euro per prendere un ali da 400 e + w

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^