Crash delle schede RTX 3080 custom: un problema di condensatori?

Crash delle schede RTX 3080 custom: un problema di condensatori?

Un'analisi di Igor Wallossek e una dichiarazione di EVGA aprono un'ipotesi tecnica per i crash delle GeForce RTX 3080 custom manifestati dai primi acquirenti: non un problema di driver, ma di progettazione.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Schede Video
GeForceNVIDIAAmpere
 

I problemi di crash durante il gaming con una frequenza di picco oltre i 2 GHz segnalati dai primi acquirenti delle schede video GeForce RTX 3080 overcloccate di fabbrica dai partner di Nvidia potrebbero essere legati a un determinato tipo di condensatore e non ai driver o un altro problema. A indicare per primo questa opzione, dopo un'analisi tecnica, è stato Igor Wallossek di Igor's Lab, ma l'ipotesi sembra prendere corpo in seguito a una dichiarazione ufficiale di EVGA che lascia aperta questa possibilità.

Non si tratta di una conferma, infatti EVGA non dice c'è un problema acclarato sui prodotti in commercio e che quindi è costretta a un richiamo, bensì parla di schede di pre-produzione che hanno evidenziato problemi, portando a cambiamenti tecnici. Il punto è che non tutte le aziende potrebbero essersene accorte e il problema potrebbe non essere stato risolto completamente come pensato da EVGA. Di seguito la nota ufficiale tradotta:

"Ciao a tutti, recentemente ci sono state alcune discussioni sulla serie di schede EVGA GeForce RTX 3080. Durante il nostro controllo di qualità sulla produzione in volumi abbiamo scoperto una soluzione formata totalmente da 6 POSCAP (Conductive Polymer Tantalum Solid Capacitors) che non è riuscita a passare un test reale con le applicazioni. È stata necessaria quasi una settimana di ricerca e sviluppo per trovare la causa e ridurre i POSCAP a 4 e aggiungere 20 condensatori MLCC (Multilayer Ceramic Chip) prima di consegnare le schede prodotte, ed è per questo motivo che le EVGA GeForce RTX 3080 FTW3 sono arrivate in ritardo. Non sono state consegnate schede EVGA GeForce RTX 3080 FTW3 con 6 POSCAP".

"Tuttavia, per il poco tempo a disposizione, ad alcuni recensori è stata inviata una versione di pre-produzione con 6 POSCAP e stiamo lavorando con loro per sostituire le loro schede con versioni di produzione. La serie EVGA GeForce RTX 3080 XC3 con 5 POSCAP e 10 MLCC lavora come da specifiche e non figura problemi".


La composizione dei condensatori sulla Founders Edition, in verde il gruppo di condensatori MLCC e in rosso i POSCAP - foto: Igor's Lab

Nella sua analisi, Igor Wallossek afferma che le RTX 3080 Founders Edition non usano molti condensatori POSCAP, meno inclini a sopportare frequenze troppo elevate, optando invece per accoppiarli a condensatori MLCC di maggiore qualità. Più precisamente si parla di 4 POSCAP e due MLCC, un progetto che lo stesso Igor non è riuscito a mandare in crash, facendo pensare per l'appunto che sia proprio quella la possibile causa dei problemi. Di fatti la Founders Edition, anche nella nostra esperienza, si è rivelata più stabile dell'unica custom che ci è arrivata in redazione. Diverse schede custom, di contro, avrebbero solamente condensatori POSCAP apparentemente non così in grado di sostenere determinate richieste.


La composizione dei condensatori sulla Trinity di Zotac, in rosso i POSCAP. Assenti i condensatori MLCC - foto: Igor's Lab

Ripetiamo, al momento non possiamo dire con certezza che c'è un problema di stampo tecnico, ma i produttori sono all'opera per verificare i loro progetti e comprendere se l'instabilità si origina dai condensatori, da un'altra fonte o una molteplicità di fattori. Non è nemmeno sicuro che una scheda con soli condensatori POSCAP evidenzi necessariamente un problema, potrebbe anche trattarsi di una piccola partita di componenti fallati. In attesa di avere maggiori informazioni, su Reddit è apparsa una lista compilata da un utente che indica la composizione dei condensatori delle schede di terze parti di diversi produttori, sia per quanto riguarda la RTX 3080 che la RTX 3090. Rimanete sintonizzati.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cicastol26 Settembre 2020, 09:30 #1
Ottimo,paper launch,crash dovuti a scarso qc e basse rese che probabilmente si protrarranno per diversi mesi...
gigioracing26 Settembre 2020, 09:40 #2
Scheda video da 900€ e devono risparmiare 1€ sui condensatori. Ottimo direi.

Con quello che costa potevano metterne anche 20 in più
GabrySP26 Settembre 2020, 09:42 #3
quelli non sono POSCAP
se lo fossero la GPU prenderebbe letteralmente fuoco dopo qualche decimo di secondo di funzionamento

sono SP-Cap e in genere possono rimpiazzare tranquillamente i MLCC



basta dar retta ai soliti youtuber ignoranti
StIwY26 Settembre 2020, 09:46 #4
Originariamente inviato da: GabrySP



basta dar retta ai soliti youtuber ignoranti



Tsè, vaglielo a spiegare al "gregge" depensante.
Gringo [ITF]26 Settembre 2020, 10:00 #5
@GabrySP
sono SP-Cap e in genere possono rimpiazzare tranquillamente i MLCC


Scusi Ing. Gabry ci spieghi le differenze in base all'aumentare della frequenza delle due soluzioni, visto che possono sostituire 1:1 i condensatori ceramici e perchè la stessa nVidia decide di spendere di più se la soluzione è "IDENTICA".

E spieghi anche le Differenze in costi, all'utenza finale, lascio a lei la parola, e soprattutto.... quanto veloci sono stati questi youtubers che hanno acquistato le schede prima dell'utenza finale.

Per me è la stessa nVidia che li usa, per far vedere alla gente come la loro soluzione sia migliore di quella dei "Patners" senza direttamente ufficializzare la cosa...

Nel frattempo ne compero altre 28 da nvidia, visto l'altissima disponibilità del prodotto.
permaloso26 Settembre 2020, 10:04 #6
Quindi è ufficiale, sono finiti sul mercato lotti di schede di preproduzione
GabrySP26 Settembre 2020, 10:17 #7
gruppi di "piccoli" MLCC in parallelo hanno ESR inferiore a parità di frequenza rispetto ad un singolo sp-cap "grosso"
sostituire 1-2 sp-cap con 10/20 MLCC non cambia assolutamente nulla
sostituirne 6 con 60 MLCC potrebbe farla, per questo ho scritto "in genere"

comunque il discorso è che un ignorante ha scritto POSCAP (gran cazzata) e tutto il WEB ci è andato dietro (compreso il marketing di EVGA!!!)
fireradeon26 Settembre 2020, 10:27 #8
Dopo la 2080Ti sul thread apposito delle rtx 3080, abbiamo provato in tutti i modi a dire alle persone di aspettare e di ricordarsi il lancio delle precedenti schede e invece le persone tutta a fiondarsi addirittura prima delle review, nemmeno morissero senza scheda per 1 mese.
lucusta26 Settembre 2020, 11:29 #9
Originariamente inviato da: GabrySP
gruppi di "piccoli" MLCC in parallelo hanno ESR inferiore a parità di frequenza rispetto ad un singolo sp-cap "grosso"
sostituire 1-2 sp-cap con 10/20 MLCC non cambia assolutamente nulla
sostituirne 6 con 60 MLCC potrebbe farla, per questo ho scritto "in genere"

comunque il discorso è che un ignorante ha scritto POSCAP (gran cazzata) e tutto il WEB ci è andato dietro (compreso il marketing di EVGA!!!)


se indichi questo significa che forse nvidia ha lesinato sul voltaggio da applicare al chip?
comunque la asus Strix ne usa 60:
https://www.techpowerup.com/review/...images/back.jpg
Gringo [ITF]26 Settembre 2020, 12:31 #10
comunque la asus Strix ne usa 60


Possibile che ASUS ha scoperto il problema Prima degli Altri !
Rimango Stupito......... ma 15€ di condensatori in più li paghi 200€ da asus.... :3

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^