Componenti per PC da gaming? C'è crescita

Componenti per PC da gaming? C'è crescita

Il mercato dei sistemi hardware specificamente rivolti ai videogiocatori mostra segnali di forte crescita, spinta dal segmento di fascia media

di pubblicata il , alle 14:24 nel canale Schede Video
 

L'istituto di ricerca Jon Peddie Research, specializzato nell'analisi del mercato delle schede video nelle sue differenti forme, ha pubblicato i risultati di una ricerca incentrata sulle soluzioni hardware specificamente rivolte al mercato dei videogiocatori. A dispetto di quelle che potrebbero essere le aspettative generali del settore, il mercato delle soluzioni hardware specificamente orientate ai videogiocatori ha raggiunto un controvalore di 20 miliardi di dollari USA nel corso dell'anno, evidenziando segnali di forte crescita.

Le previsioni per il 2012 prevedono che si raggiunga il volume di 32 miliardi di dollari USA, con una crescita quindi estremamente rapida del settore nel suo complesso. Questo dato tiene conto di tutti i differenti componenti che vengono tipicamente proposti ai videogiocatori: da processori e schede video sino alle periferiche da gioco.

Analizzando in dettaglio quali siano stati i segmenti di mercato caratterizzati dalla maggior crescita, il report evidenzia come sia quello di fascia media a spingere più di altri verso soluzioni specifiche per videogiocatori. Il tasso di crescita annuo è stato infatti pari al 21%, contro un 19% del segmento performance e del 9% per quello enthusiast. Questo implica che il trend di crescita nelle vendite di componenti e sistemi per videogiocatori si stia spingendo verso segmenti di mercato di fascia sempre più entry level, con prodotti che sono considerati utili per il videogaming ma che non sono proposti a prezzi troppo elevati.

Il mercato nel suo complesso si sta inoltre muovendo verso sistemi notebook specificamente sviluppati peer il gaming; parliamo di sistemi che integrano al proprio interno processori e GPU di fascia medio alta, con i quali è possibile ottenrre valide prestazioni velocistiche con tutti i titoli di ultima generazione sfruttando display che raggiungono la risoluzione di 1920x1200 pixel.

Il report di Jon Peddie delinea inoltre un'interessante scenario di evoluzione del mercato in considerazion e della generale crisi economica, che potrebbe spingere verso l'acquisto di un maggior numero di PC per gaming rispetto alle console. Queste ultime richiedono tipicamente l'abbinamento ad un televisore ad alta definizione, acquisto che richiede tipicamente un esborso economico non di poco conto, non permettendo come ambito di utilizzo di andare oltre il gaming al contrario di una piattaforma PC.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ghiltanas19 Novembre 2008, 14:29 #1
il gaming sui notebook nn va trascurato, è uno dei responsabili del fatto che il gioco su pc abbia incontrato una riduzione rispetto a qualche anno fa. La gente pensa che con una 8400gs può spararsi tutti i giochi senza problemi, nn capendo che il target di un portatile (specie entry level) nn è quello. Incrementando la potenza video dei portatili, il numero di gamer aumenterebbe e cosi anche l'interesse delle software house verso lo sviluppo su pc
_Magellano_19 Novembre 2008, 14:36 #2
Non nego che se ci fossero soluzioni interessanti a livello portatili per quanto riguarda il gaming non ci penserei due volte a rinunciare al pc fisso e usare un portatile sia per università che gioco.
Ma mi domando quando una scheda video di un portatile invecchia rispetto al resto del sistema dal punto di vista giochi,è possibile cambiarla agilmente?
Danji19 Novembre 2008, 14:36 #3
Speriamo.... con l'andazzo che tira adesso nel mondo gaming, non voglio trovarmi a smazzolare in aria un telecomando davanti al monitor. Chissà le LAN come sarebbero....

A parte gli scherzi, è proprio la fascia media quella tira. Un plauso quindi ad ati per aver reso disponibile ottime schede a tutti ed aver di nuovo fatto concorrenza. Basta poco per far spendere i soldi alla gente: far pagare il giusto
Genesio19 Novembre 2008, 14:42 #4
Bravo Magellano il problema è proprio quello: oggi potrei anche avere un portatile con una scheda video superganzissima, ma tra un anno se voglio giocare dovrei cambiare il portatile.

Due soluzioni
1) dovrebbero fare portatili con sezione video hardware aggiornabile (l'idea è quella del portatile "modulare" in cui si possano agilmente sostituire le parti)

2) dovrebbero sviluppare sw in modo da sfruttare meglio l'hardware già sul mercato anzichè ogni volta puntare a un hw più evoluto. Margine ce ne sarebbe, altrochè! Però come vivono poi nvidia e (ex)ati?
viper-the-best19 Novembre 2008, 14:45 #5
penso che il maggiore sviluppo della fascia media sia dovuto al fatto che oramai con una scheda di fascia media giochi a livello pressocchè uguale a quello di giochi su console...
viper-the-best19 Novembre 2008, 14:47 #6
esistono già portatili "modulari", ma costano molto e sono prodotti da poche case e poco conosciute
Eraser|8519 Novembre 2008, 14:47 #7
anche perché pensate agli universitari, costretti per scelta o per necessità ad allontanarsi da casa per periodi di tempo più o meno lunghi.. pochissimi si fanno un fisso per giocare (anche perché con i traslochi.. è sempre una rogna) e le alternative (per dire..) sono due: portatili (ma la maggior parte degli universitari sono squattrinati --> prestazioni ignobili) o console...
_Magellano_19 Novembre 2008, 14:51 #8
Originariamente inviato da: Eraser|85
anche perché pensate agli universitari, costretti per scelta o per necessità ad allontanarsi da casa per periodi di tempo più o meno lunghi.. pochissimi si fanno un fisso per giocare (anche perché con i traslochi.. è sempre una rogna) e le alternative (per dire..) sono due: portatili (ma la maggior parte degli universitari sono squattrinati --> prestazioni ignobili) o console...
Ma infatti è proprio quello il problema,quando ti trasferisci mica puoi fare avanti e indietro con il morto metallico in valigia,solo che prendendo buona parte dei portatili attuali giochi per tempi limitati e poi a quelli nuovi nisba.
Io pensavo di prendere un acer 5930 che montava una geforce9600 ma pagandolo quanto pagherei un fisso piu potente e con anche il rischio fra un annetto di scordarmi gli sparatutto che usciranno.
Se almeno fosse possibile cambiare componenti come la scheda video come dicevamo con Genesio e come avviene con i fissi sarebbe piu ragionevole la cosa.
SunseeKer19 Novembre 2008, 15:31 #9
non posso che concordare con quanto scritto da tutti voi

anche io sarei disposto a rinunciare al fisso se ci fosse una soluzione veramente prestante evitando un prezzo da mutuo

e soprattutto che abbia un sistema di raffreddamento studiato specificatamente per dissipare alla perfezione il calore che in caso di presenza di schede video di fascia medio - alta sarebbe veramente notevole e potrebbe , in caso di lunghe e intense sessioni di gioco , causare cali di prestazioni o blocchi di sistema

parlo quindi di utilizzo di ventole interne lievemente maggiorate e con un numero di rpm superiori

insomma un sistema in grado di garantire stabilità anche sotto intenso stress

visto l'interesse che è cmq sempre presente per i games , credo che i vari produttori potrebbero tentare di produrre qualcosa di piu' abbordabile in termini di prezzo , chissà mai che il desktop gaming replacement prenda piede
itjad19 Novembre 2008, 15:54 #10
A tutti quelli che chiedono di poter cambiare la scheda video sul portatile:

http://www.fujitsu-siemens.it/home/...ic_booster.html

P.S. è compatibile con tutti i portatili piattaforma PUMA

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^