Cadono le accuse di antitrust per ATI e NVIDIA

Cadono le accuse di antitrust per ATI e NVIDIA

Conclusa la procedura d'indagine del dipartimento di giustizia americano su NVIDIA e ATI: cadute le accuse di antitrust

di pubblicata il , alle 11:56 nel canale Schede Video
NVIDIAATI
 

Nei giorni scorsi abbiamo segnalato, con questa notizia, l'accordo che NVIDIA e ATI hanno trovato con alcuni dei propri clienti coinvolti in una vertenza legata ad una potenziale manovra di antitrust, intercorsa tra Dicembre 2002 e Novembre 2007

Le due aziende sono intervenute con una cifra inferiore a 2 milioni di dollari USA, indicativamente divisa tra le due, a rimborsare un gruppo di propri clienti che ritenevano di essere stati danneggiati da manovre anticoncorrenziali messe in atto congiuntamente dalle due aziende.

L'iniziativa di risarcimento danni portata avanti da questo gruppo di clienti si è quindi conclusa con una transazione extragiudiziale, evitando ai due produttori di dover rispondere del caso in tribunale. La questione restava aperta al dipartimento di giustizia, ma da ora può essere considerata del tutto archiviata.

Sia NVIDIA che AMD hanno rilasciato proprie comunicazioni ufficiali, specificando come il dipartimento di giustizia americano non abbia trovato fondamento alle accuse di comportamento scorretto delle due aziende nel periodo di riferimento. Il tutto era iniziato il 1 Dicembre 2006, con una citazione ad opera dell'ufficio di San Francisco della divisione antitrust del dipartimento di giustizia.

La conseguenza diretta, quindi, è che per entrambe l'accusa è caduta e non si avranno ripercussioni di tipo legale legate a questa vicenda. Il comunicato stampa di AMD è disponibile a questo indirizzo, mentre quello di NVIDIA è stato pubblicato a questa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gas7814 Ottobre 2008, 12:01 #1
Come pronosticato tarallucci e vino, no ?
OmgKllL14 Ottobre 2008, 12:04 #2
Mparlav14 Ottobre 2008, 12:07 #3
Beh, quello era un tarallucci e vino tra Intel ed Amd :-)

Questo è per un a'ltra questione: sarà che non hanno trovato accuse, come dicono loro, ma hanno tirato fuori cmq 1M di $ a testa, e non credo che sia solo per le spese legali.

Se la sono cavati con molto poco, considerando che si ipotizzava ben 5 anni di accordo sotto banco.

L'accusa era fino a novembre 2007.
Effettivamente da allora si stanno scornando sui prezzi: a noi va' bene, se sopravvivono.
!fazz14 Ottobre 2008, 12:08 #4
Originariamente inviato da: gas78
Come pronosticato tarallucci e vino, no ?


noooo sono americani, birra e salsicce
gianni187914 Ottobre 2008, 12:12 #5
Originariamente inviato da: !fazz
noooo sono americani, birra e salsicce


CocaCola & Hot-Dog
^^lee14 Ottobre 2008, 12:18 #6
AZZ...
A questo punto..una bella rinominata alle schede..propongo

le nvidia si chiameranno

scheda1 nvidia
scheda2 nvidia

e le ati:

scheda1 ati
scheda2 ati

...accordo per accordo..spillateci i soldi ma almeno fateci capire qualcosa...
gas7814 Ottobre 2008, 12:23 #7
Originariamente inviato da: Mparlav
Beh, quello era un tarallucci e vino tra Intel ed Amd :-)



hai ragione .. mi ero confuso
ReDeX14 Ottobre 2008, 12:30 #8
Mi pare di capire che hanno pagato per non finire in tribunale e chiudere la cosa in fretta, rilasciando poi un comunicato ufficiale del tipo "siamo innocenti non c'entriamo nulla..". Sembra quasi una storria all'italiana.
bLaCkMeTaL14 Ottobre 2008, 12:34 #9
money talks!
Mparlav14 Ottobre 2008, 12:44 #10
x ReDeX: vale sempre il buon detto: "Tutto il modo è paese"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^