ATI si lancia nell'elettronica di consumo

ATI si lancia nell'elettronica di consumo

Siglato un importante accordo con l'americana Intrinsity, che avrà positivi riflessi sulla produzione di processori per dispositivi di elettronica di consumo

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Schede Video
ATI
 
ATi ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Intrinsity, azienda americana che ha sede ad Austin, Texas. ATI ha ufficializzato di avere una licenza d'utilizzo della tecnologia Fast14 di Intrinsity, da utilizzare in prossime generazioni di prodotti di elettronica di consumo.

La tecnologia Fast14 permette ai chip designer di ottenere frequenze di clock estremamente elevate utilizzando risorse limitate e team di design non complessi. Nel caso di ATI, questo permetterebbe di sviluppare processori con frequenze di lavoro 4 volte superiori a quelle di cui ATI è attualmente capace.

Un portavoce di ATI ha motivato l'accordo con Intrinsity in questo modo:
“We selected Intrinsity after determining that Fast14 Technology can deliver up to four times the performance per silicon dollar when compared with standard design approaches.”
ATI ha specificato che questo tipo di processori verrà utilizzato in dispositivi di elettronica di consumo, quindi non all'interno di soluzioni video sia discrete che integrate. Si tratta di ambiti applicativi nei quali una frequenza di lavoro sensibilmente superiore può bilanciare una generale semplificazione dell'architettura, a tutto vantaggio del rapporto prezzo-prestazioni.

Fonte: xbitlabs.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
blubrando09 Febbraio 2004, 09:32 #1
adesso vuoi vedere che pure ati si butta nella produzione di cpu e da battaglia a via col c3?
Attila_fdd09 Febbraio 2004, 09:36 #2
ATI ha specificato che questo tipo di processori verrà utilizzato in dispositivi di elettronica di consumo, quindi non all'interno di soluzioni video sia discrete che integrate. Si tratta di ambiti applicativi nei quali una frequenza di lavoro sensibilmente superiore può bilanciare una generale semplificazione dell'architettura, a tutto vantaggio del rapporto prezzo-prestazioni.
--> il chip 2300 per cellulari e pda vi dice qualcosa? a quando HL2 in bundle con un cellulare NoKKKia o un pamare Hpito! LOL
lasa09 Febbraio 2004, 13:06 #3
Certo che Ati non si ferma più...era da tempo che non vedevo un'azienda muoversi così rapidamente....
Carpix09 Febbraio 2004, 13:13 #4
può anche essere che i chip ati verranno utilizzati nelle aspirapolveri :-))))
Dai scherzo, in effetti ati con meno di un snno di è mossa benissimo.
Ciao Ciao
atomo3709 Febbraio 2004, 15:23 #5
Originariamente inviato da lasa
Certo che Ati non si ferma più...era da tempo che non vedevo un'azienda muoversi così rapidamente....



è vero sta crescendo sia come numeri che come immagine!
jappilas09 Febbraio 2004, 16:06 #6
Originariamente inviato da blubrando
adesso vuoi vedere che pure ati si butta nella produzione di cpu e da battaglia a via col c3?


secondo me , no

questa è la pagina sulla tecnologia fast14 http://www.intrinsity.com/technolog..._fast14_set.htm

<<prossime generazioni di prodotti di elettronica di consumo>>
tutto sta in quell' elettronica di consumo...

da un certo punto di vista anche le radeon sono elettronica di consumo ormai... e non penso che ati si voglia buttare nel mercato dei chip per player dvd...
cosa c' entrerebbero le altissime frequenze allora?

io penserei allo sfruttamento di una tecnologia (buttata lì come) "rivoluzionaria" per spingere la radeon a 1 -2 ghz, invece dei 400 mhz di ora...
blubrando09 Febbraio 2004, 18:12 #7
cmq a ragione chi dice che non è detto che per forza debbano essere pc
atomo3709 Febbraio 2004, 18:47 #8
Originariamente inviato da blubrando
cmq a ragione chi dice che non è detto che per forza debbano essere pc


è anche vero che dagli ultimi esperimenti di pc con stereo e sistema home theatre incorporati il confine tra pc e entertainment sta sempre più sparendo!
dragunov09 Febbraio 2004, 21:38 #9
si ma lo fanno per risparmiare non per prestazioni
blubrando09 Febbraio 2004, 22:16 #10
cmq certo è che un gigahertz di frequenza mi fa pensare ad una cpu

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^