ATi: niente più schede video nel mercato cinese

ATi: niente più schede video nel mercato cinese

L'azienda canadese non venderà più prodotti in Cina sotto il proprio marchio

di pubblicata il , alle 11:15 nel canale Schede Video
ATI
 

ATI Technologies ha deciso di non commercializzare più direttamente schede video nel mercato cinese. Saranno CP Technology e Gigabyte Technology a vendere schede video basate sui chip della serie Radeon. Entrambe le compagnie hanno già dei canali di vendita attivi in China e a Taiwan e per questo motivo dovranno solamente aumentare il numero dei prodotti consegnati in questi paesi.

Non è ancora chiaro se ATi continuerà a vendere schede video ai propri partner OEM. Con tutta probabilità ciò non accadrà poichè essi non sono in grado di offrire periferiche economiche e che il mercato cinese è molto sensibile proprio al costo delle periferiche. Probabilmente ATi continuerà a vendere schede video FireGL e All-In-Wonder.

La scelta di ATi è da vedere in un quadro più ampio, che pian piano la porterà a non vendere più schede video sotto il proprio marchio.

La situazione è ben differente negli USA, poichè tutta l'attività del mercato retail è strettamente legata al marchio. Per questo motivo è difficile che ATi intraprenda anche in USA la stessa strada, almeno nel breve-medio termine.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aster23 Ottobre 2002, 11:45 #1

Visto che nessuno commenta...

...lo faccio io: chi se ne frega!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^