ATi conferma il pieno supporto ad Athlon64

ATi conferma il pieno supporto ad Athlon64

L'azienda canadese conferma il supporto dei nuovi processori di AMD da parte di tutta la gamma di prodotti

di pubblicata il , alle 09:47 nel canale Schede Video
ATIAMD
 

Dopo il lancio ufficiale dei nuovi processori Athlon 64, ATi comunica, con questa press-release ufficiale il supporto ai nuovi processori di AMD da parte di tutta la propria gamma di prodotti desktop e mobile:

"Markham, Ontario/ Munich, Germany - September 23, 2003 - ATI Technologies Inc. (TSX: ATY, NASDAQ: ATYT) today announced that its full range of RADEON desktop and mobile products offer complete support for the new AMD Athlon(tm) 64 processors announced today. The AMD Athlon 64 processor provides simultaneous 32- and 64-bit processing for desktops and notebooks. All of ATI's current RADEON products support existing 32-bit applications and future 64-bit PC applications, delivering world-class performance.

"ATI has enjoyed a close relationship with AMD and we work together to make our products compatible so that consumers will reap the rewards," said Rick Bergman, senior vice president, marketing and general manager, desktop, ATI Technologies Inc. "The graphics power of the RADEON family combined with the power of the AMD Athlon 64 processors will provide an amazing digital entertainment experience never before seen on a PC."

ATI's award-winning RADEON products in the desktop and mobile spaces have garnered strong accolades from both critics and consumers. ATI's desktop products, including the RADEON 9700 PRO, RADEONÔ 9800 PRO and RADEON 9600 PRO, provide an unprecedented level of cinematic-quality 3D graphics. ATI's MOBILITY RADEON family offers new levels of gaming power, strong visual quality and long-lasting battery power for people on the move. In addition, ATI is currently working with a number of notebook manufactures, including Arima Computer Corporation, MiTAC Technology Corporation, and Uniwill Computer Corporation, to include ATI MOBILITY RADEON graphics with AMD Athlon 64 processors in future notebook releases.

"The AMD Athlon 64 processor family, combined with ATI's family of products, will offer consumers outstanding 32-bit application performance today and the option to seamlessly upgrade to the power of 64-bit computing at their own pace," said Rich Heye, vice president and general manager of AMD's Microprocessor Business Unit. "Simply put, ATI provides brilliant graphics for desktop and mobile PC users and we are pleased to see such a strong commitment to bring 64-bit support to our shared customers." "

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mephy7224 Settembre 2003, 09:50 #1

ATI - AMD

La combinazione vincente
baito24 Settembre 2003, 09:55 #2
Speriamo che escano presto dei notebook Athlon 64 + ATI.

Ne vedremo delle belle...
ultimate_sayan24 Settembre 2003, 09:57 #3
Aspetto una prova dell'Athlon64 anche con schede Ati; sono curioso delle prestazioni e della compatibilità col procio e le schede mamma che lo montano.
lucarp7824 Settembre 2003, 10:09 #4
E tutto ciò per zittire i commenti di coloro che dicevano che i produttori di hardware e software, non erano dispoti a cambiare le loro tecnolgie produttive per passare a quelle a 64bit. Ma fatemi il piacere, i 64 bit sono la tecnologia vincente del futuro, altro che P4 EE PP TT PUPU. Una domanda agli INTELLISTI: ma fra qualche mese sentiremo ancora parlare di Intel???
:-)
Itanium24 Settembre 2003, 10:21 #5

x lucarp78

I soliti commenti ignoranti. Complimenti !!!

Prova a documentarti da quanti anni produce cpu Intel e da quanto lo fa Amd, e poi pensa prima di scrivere.
Mi dispiace per te, ma Intel è ben lontana dallo scomparire a causa di Amd,anzi Amd ci è andata vicina più di una volta.

Comunque contento te contenti tutti.
Io mi godo il mio P-IV 2,6c@3,25c bus a 1000.A soli 40° sotto stress. Te divertiti con la tua stufetta,stiamo giusto per entrare in inverno.

Ciao a tutti.
Jaxoon24 Settembre 2003, 10:21 #6

x lucarp78

intanto stai calmo! cmq io sono uno di quelli intellisti che dici tu, e ti dico che fino ad ora sono soddisfatto dei prodotti di Intel, se un giorno AMD sarà superiore, benissimo! Allora cambierò anche io...X ora non ho nessuna intenzione di cambiare marca.
dddaaannn24 Settembre 2003, 10:28 #7
scusate una domanda
io ho visto i test del'Athlon 64, e dell'FX credo che però il + veloce sarà l'atholn 64 con socket 939 per il fatto di poter usare le ram unbuffered
ho anke visto però il PIV EE che altro nn è che uno XEON in pratica che risulta davvero impressionante
ora però arriva la domanda..
l'athlon 64 e i suoi cugini l si deve confrontare con le CPU attuali di intel o con le prox generazioni? mi spiego meglio l'athlon 64 praticamente esce adesso le CPU di intel usciranno a breve (qualche settimana) oppure ci metteranno dei mesi per una produzione effettiva?
cjcavin24 Settembre 2003, 10:41 #8
Itanium non dire che AMD è na stufetta... si è letto e visto moli articoli sulle temp del P4... specie quelli che usciranno...
Raoul^24 Settembre 2003, 10:44 #9
Io direi che una cpu si deve confrontare con quelle nella stessa fascia di prezzo
Wonder24 Settembre 2003, 10:51 #10
stufetta AMD? Prescott: 110 Watt dissipati...mi sembra il record finora giusto?

Cmq non c'è confronto fra AMD e Intel, AMD costa la metà, sia come procio che come mobo e il tutto per avere che cosa in più? il 100% in più di prestazioni?
Ma forse funziona come con le macchine, La Ferrari costa il doppio di un BMW M5 ma non va veloce il doppio...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^