Annunciato nuovo NVIDIA SDK al GTC 2016

Annunciato nuovo NVIDIA SDK al GTC 2016

Si sta svolgendo in questo momento il keynote di apertura del GPU Techonology Conference, l'evento dedicato da NVIDIA al mondo della tecnologia e alle modalità con cui il GPGPU Computing può essere d'ausilio per lo sviluppo.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 19:04 nel canale Schede Video
NVIDIA
 

La GPU Techonology Conference è appena iniziata in quel di San Josè, la capitale della Silicon Valley. Si tratta di un evento che diventa sempre più importante e che oggi assume imensioni doppie rispetto all'edizione 2012, in cui venne rivelata per la prima volta l'architettura Kepler. Deep Learning e automotive sono gli argomenti di cui storicamente si occupa principalmente il GTC, congiuntamente alle modalità con cui le GPU possono aiutare a risolvere le difficoltà legate a questi topic, principalmente in termini di capacità di calcolo necessaria.

gtc_2016_gameworks.jpg

Il primo annuncio del CEO di NVIDIA, Jen-Hsun Huang, detto anche "Jensen", riguarda NVIDIA SDK, un nuovo strumento di NVIDIA per venire in soccorso agli sviluppatori di videogiochi e di qualsiasi tipo di simulazione. NVIDIA SDK raccoglierà tutti gli strumenti fin qui sviluppati da NVIDIA come ComputeWorks, GameWorks, VRWorks, DesignWorks e Jetpack.

ComputeWorks è quella suite che permette di sfruttare la GPU per i calcoli general purpose ad alta velocità attraverso la parallelizzazione delle architetture delle più recenti GPU. La uova generazione CUDA, la versione numero 8, è stata annunciata al GTC, pronta a supportare le architetture hardware del futuro.

gtc_2016_vrworks.jpg

NVIDIA DriveWorks è un altro strumento contenuto nel nuovo SDK, indirizzato a quegli sviluppatori che lavorano sulle tecnologie di intelligenza artificiale e di machine learning legate al mondo dell'automotive. Anche VRWorks, ovvero l'insieme delle applicazioni volte ad ottimizzare i calcoli necessari alla base della riproduzione di immagini in realtà virtuale, farà parte di NVIDIA SDK. VRWorks permetterà di creare simulazioni con grafica sufficientemente realistica da essere credibile anche in VR e ottimizzerà l'uso della GPU in modo da produrre le immagini in alta definizione, dettagliate e in modalità stereoscopica che sono necessarie per la VR.

Durante il keynote "Jensen" ha mostrato una demo ambientata su Marte pensata per evidenziare le peculiarità dei nuovi visori di realtà virtuale e, ovviamente, per sfruttare la capacità di calcolo delle ultime GeForce. "Jensen" ha coinvolto Steve Wozniak, collegato da remoto, per mostrare al pubblico la demo. Wozniak ha indossato un caschetto HTC Vive.

"Jensen" ha anche annunciato il nuovo IrayVR, ovvero una nuova evoluzione della tecnologia che usa dei supercomputer per creare mondi fotorealistici e fedeli pensata per sfruttare le nuove tecnologie di realtà virtuale. Iray genera immagini fotorealistiche simulando il comportamento fisico delle luci e dei materiali.

gtc_2016_jetpack.jpg

NVIDIA Jetpack è invece uno strumento completamente nuovo, che sarà messo a disposizione degli sviluppatori nel mese di maggio. All'interno di questo pacchetto gli sviluppatori trovano gli strumenti per realizzare applicazioni per la NVIDIA Jetson Embedded Platform. Quest'ultima si trova solitamente all'interno di droni, sistemi robotici autonomi, soluzioni di mobile medical imaging e Intelligent Video Analytics (IVA). Comprende strumenti di computer vision e di deep learning.

Potete seguire in diretta il GTC tramite il player sottostante.

Watch live video from NVIDIA on www.twitch.tv

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^