AMD Smart Access Memory, la sinergia tra CPU e GPU eredità dell'acquisizione di ATi

AMD Smart Access Memory, la sinergia tra CPU e GPU eredità dell'acquisizione di ATi

AMD ha annunciato Smart Access Memory, una tecnologia che permetterà alle CPU Ryzen 5000 e alle Radeon RX 6000 di lavorare meglio insieme per offrire maggiori prestazioni in gaming. L'azienda fa quindi un ulteriore passo avanti per creare ulteriore sinergia tra le proprie proprietà intellettuali.

di pubblicata il , alle 08:37 nel canale Schede Video
AMDRadeonNaviRDNA
 

Nel corso dell'evento di ieri sera dedicato alle Radeon RX 6000, AMD ha citato brevemente un'importante novità chiamata Smart Access Memory che potrebbe ulteriormente complicare le decisioni di acquisto degli appassionati non solo per quanto concerne la scheda video, ma anche le CPU. La casa di Sunnyvale ha deciso di fare leva sulla sinergia tra le sue proprietà intellettuali per convincere gli utenti a realizzare sistemi interamente costituiti da hardware AMD.

Smart Access Memory, che richiede una motherboard della serie 500, una CPU Ryzen 5000 e una GPU Radeon RX 6000, è una funzionalità che migliora le prestazioni di gioco (fino all'11% secondo i test interni che vedete più in basso) intervenendo sui dati che sono trasferiti tra la CPU e la GPU, dando al microprocessore accesso completo ai 16 GB di VRAM delle nuove schede video, laddove finora poteva accederne a una frazione. Non è chiaro al momento il ruolo della Infinity Cache, altra interessante novità delle nuove schede che ricorda in qualche modo l'ampia cache L3 delle CPU Ryzen, ma AMD non ci ha ancora parlato approfonditamente di queste novità.

Secondo quanto accennato, la funzionalità Smart Access Memory è in grado di ridurre la frammentazione della memoria all'interno della VRAM, migliorando le prestazioni e l'efficienza. Solitamente CPU e GPU hanno un limite nel trasferimento di dati e questo richiede agli sviluppatori di giochi di rivolgersi spesso alla CPU e alla memoria di sistema (RAM) quando il set di dati supera una certa dimensione: si crea quindi un'inefficienza che non solo frena le prestazioni, ma ha anche un impatto sui consumi. Smart Access Memory nasce per rimuovere tale limitazione, migliorando le prestazioni grazie a un trasferimento dei dati più veloce tra CPU e GPU e riducendo i consumi per effetto del minore rimbalzo delle informazioni tra i vari componenti.

La tecnologia sarà attivabile da BIOS e per estrarne il massimo ritorno gli sviluppatori dovranno programmare i loro titoli tenendo conto di Smart Access Memory. Non è chiaro al momento se si ottenga un qualche tipo di miglioramento con i giochi non ottimizzati.

AMD è al momento - in attesa che Intel porti sul mercato schede video dedicate - l'unica realtà ad avere CPU ad alte prestazioni e GPU per il gaming. Con Smart Access Memory l'azienda compie un ulteriore passo in quella visione partita molti, molti anni fa, quando decise di acquisire ATi Technologies per realizzare CPU con GPU integrata. È chiaro che quell'acquisizione - che finanziariamente fu un bagno di sangue - si è rivelata a distanza di quasi 15 anni più che mai azzeccata e oggi AMD ne raccoglie i frutti, con la presenza di propri chip nelle console e le sinergie tra più componenti che potrebbero darle un vantaggio competitivo sulla concorrenza nel settore PC.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luke@29 Ottobre 2020, 09:02 #1
basta che poi non diventi da subito, oppure nel tempo, la solita "fiucciar" che nessuno si in

speriamo non faccia solo effetto placebo come in passato
nessuno2929 Ottobre 2020, 09:19 #2
Quali sarebbero le altre feature placebo?
coschizza29 Ottobre 2020, 09:21 #3
Originariamente inviato da: luke@
basta che poi non diventi da subito, oppure nel tempo, la solita "fiucciar" che nessuno si in

speriamo non faccia solo effetto placebo come in passato


ma infatti nvidia questa funzione l'ha creata quasi 10 anni fa ma viene usata per la parte cuda non per i giochi, li sarebbe una novita come utilizzo
Pino9029 Ottobre 2020, 09:28 #4
Originariamente inviato da: coschizza
ma infatti nvidia questa funzione l'ha creata quasi 10 anni fa ma viene usata per la parte cuda non per i giochi, li sarebbe una novita come utilizzo


Anche per la parte automotive, vedasi piattaforma Jetson (che è tantissimissima roba). Bene la mossa di AMD, lo vedo più in sinergia con l'acquisizione di Xilinx. Memoria condivisa fra FPGA e CPU/GPU sarebbe tantissimissimissimissima roba.
luke@29 Ottobre 2020, 09:40 #5
Originariamente inviato da: nessuno29
Quali sarebbero le altre feature placebo?


hsa
hd3d
trueaudio
mantle
etc..

tutta roba che quando esce deve essere al 100% fruibile con un sostanziale risultato che marchi la differenza

se così sarà, allora potrei tornare su amd come vga
mackillers29 Ottobre 2020, 10:32 #6
Mi accodo a chi sostiene che un utilizzo della memoria, e per estensione dello storage nvme, condiviso fra CPU-GPU-FPGA sia molto allettante in ambito server enterprice.
ma in effetti AMD già da un anno ha annunciato questa features per i supercomputer basati su ZEN4 e CDNA2 tramite infinity fabbric di nuova generazione.

ecco un articolo in merito:
https://edge9.hwupgrade.it/news/dev...cale_87488.html

ma su HWupgrade ne sono apparsi di più specifici che mostravano delle slide di AMD che spiegavano la progressione fra le attuali architetture e quelle in programma nel tardo 2021 con questa nuova versione dell'infinity fabric che permette la condivisione della memoria.

alla luce dell'acquisizione di Xilinx questo scenario si configura ancora più importante per AMD.

nel mercato Gaming invece temo possa diventare un arma a doppio taglio.

se da un lato spingerà gli acquirenti dei Ryzen 5000 a puntare su queste GPU, dal altro lato potrebbe spingere i possibili acquirenti con piattaforma Intel a pensare: "bella GPU, la prenderei volentieri se avessi una CPU AMD.."

insomma così si da la sensazione a chi ha una CPU Intel di non poter sfruttare a pieno queste schede, e di utenti Intel al mondo ce ne sono molti, moltissimi di più rispetto agli utenti AMD.
mackillers29 Ottobre 2020, 10:34 #7
Originariamente inviato da: luke@
hsa
hd3d
trueaudio
mantle
etc..

tutta roba che quando esce deve essere al 100% fruibile con un sostanziale risultato che marchi la differenza

se così sarà, allora potrei tornare su amd come vga


quelle tecnologie richiedevano un intervento dei programmatori dei giochi o delle applicazioni per poter essere sfruttate.

a detta di AMD già i giochi attuali possono sfruttare questa tecnologia. suppongo si occupino di tutto i driver in maniera trasparente per le applicazioni. (altrimenti non si spiegherebbe come già in giochi usciti 1-2 anni fa ci sia un miglioramento prestazionale misurato nei bench di AMD)

P.S. Mantle ha concettualmente dato origine alle librerie Vulcan e DX12. difatti molte schede AMD di quegli anni hanno col passare del tempo sorpassato le dirette concorrenti Nvidia che supportavano solo del DX11.
quindi gli utenti di quelle schede un minimo di beneficio, anche se con molto ritardo, lo hanno avuto da mantle.
MiKeLezZ29 Ottobre 2020, 17:02 #8
la solita tecnologia fuffa-slide di amd che verrà implementata in 3 giochi, scimmiotta qualche nuova libreria delle dx e fra 2 anni sarà dimenticata...
lucusta29 Ottobre 2020, 19:34 #9
si tratta della paginazione della VRAM, ossia un ordinamento più razionale e con un indicizzazione standardizzata (almeno per il processore, senza dover ricorrere a gestori di memoria particolari).

i vantaggi reali si vedranno più in la, ma non tanto come vantaggi (AMD ha comunque 16GB di VRAM su queste schede, tutte e gli incrementi prestazionali sono decisamente pochi), ma svantaggi da chi ha organizzato la gestione della memoria separatamente per ogni gruppo di unità di calcolo, minimizzando l'uso del bus di sistema della GPU (e conseguentemente riducendone l'ampiezza, visto che non serviva più un grande bus dati per far circolare i dati); in quel caso si parla, invece, di decurtamenti prestazionali dall'uso di una diversa organizzazione della memoria... il gap tra decurtamenti di una e aumenti dell'altra convinceranno nvidia a cambiare architettura.

quindi i vantaggi non sono sui giochi che già oggi esistono ed usano un partizionamento della memoria e non una paginazione, per il semplice fatto che si andrà a paginare solo la memoria di utilizzo temporaneo di GPU ad uso anche della CPU e perchè comuqnue quei giochi hanno già una quota stabilita di VRAM da utilizzare in quel modo (hanno già fatto i propri compromessi in fase di sviluppo), ma su quelli di domani, che pagineranno la memoria a causa della limitata disponibilità di VRAM delle console.
se un gioco per console necessita di certe prestazioni e quindi di un quantitativo elevato di VRAM, visto che le console ne hanno poca in rapporto a quella che serve, il gioco verrà sviluppato con gestione della memoria paginata e arriverà sul PC in quel modo.

a quanto ricordo AMD ne parlò all'uscita di Vega 64 o Vega VII, sostenendo che la memoria nei giochi era decisamente mal usata, usando come dimostrazione The witcher 3 e qualche altro gioco (e dovrebbe essere più o meno il periodo che cominciarono a mettere mani sui progetti delle nuove console).

slide 19 della presentazione di vega del 5 gennaio 2017
https://gameplay.it/speciale/amd-ra...-gaming-4k-hbm2
luke@29 Ottobre 2020, 22:25 #10
Originariamente inviato da: mackillers
quelle tecnologie 1) richiedevano un intervento dei programmatori dei giochi o delle applicazioni per poter essere sfruttate.

a detta di AMD già i giochi attuali possono sfruttare questa tecnologia. suppongo si occupino di tutto i driver in maniera trasparente per le applicazioni. (altrimenti non si spiegherebbe come già in giochi usciti 1-2 anni fa ci sia un miglioramento prestazionale misurato nei bench di AMD)

P.S. 2) Mantle ha concettualmente dato origine alle librerie Vulcan e DX12. difatti molte schede AMD di quegli anni hanno col passare del tempo sorpassato le dirette concorrenti Nvidia che supportavano solo del DX11.
quindi gli utenti di quelle schede un minimo di beneficio, 3)anche se con molto ritardo, lo hanno avuto da mantle.


1) Dice ne fece da porta bandiera, i risultati si sono visti... l'abbandono completo, e nessuno che addottò quelle api di basso livello...

2) mhm no, erano già in sviluppo, non è che "oh c'è mantle, api a basso livello... allora dobbiamo creare le dx in 1-2 anni... facciamo veloci"... non credo davvero

3) appunto...

spero davvero che per una volta, quello che dicano sia poi applicazione reale e subito, oppure anche se con ritardo ma che da subito lasci un segno... se no bona notte al secchio.

Originariamente inviato da: MiKeLezZ
la solita tecnologia fuffa-slide di amd che verrà implementata in 3 giochi, scimmiotta qualche nuova libreria delle dx e fra 2 anni sarà dimenticata...


io ci ho creduto fino a Fury... poi con quelle cagate di schede mi son detto che non mi sarei più fatto fregare dal marketing

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^