AMD ATI Stream, un nuovo brand per il GPU computing

AMD ATI Stream, un nuovo brand per il GPU computing

Stream farà da cappello a tutte le tecnologie di utilizzo "alternativo" della GPU, prende sempre più corpo la realtà visual computing

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 11:15 nel canale Schede Video
ATIAMD
 

Forte del successo ottenuto con il lancio della propria serie Radeon HD 4000, AMD rivela oggi la creazione di un nuovo brand, caratterizzato dal nome Stream. Con l'introduzione di questo nuovo segmento il produttore intende raggruppare una serie di iniziative che, fino ad oggi, sono state portate avanti in modo completametne indipendente come, ad esempio, Close to metal (CTM) o Compute abstraction layer (CAL). In generale, tutti gli utilizzi "alternativi" della GPU, che esulino quindi dal mero calcolo video, rientreranno sotto la denominazione "stream".

Paragonando, AMD propone ora quello che Nvidia ha fatto diverso tempo fa con l'introduzione dei brand CUDA e PhysX.

Slide AMD

L'introduzione di un nuovo brand risponde ad una chiara esigenza del mercato: nel corso degli anni, infatti, sono comparse applicazioni che necessitano di una alta capacità nel calcolo parallelo per funzionare al meglio, e, in questo senso, la CPU, rappresenta un limite. È intervenuta così la GPU, che, grazie alla sua architettura, risulta particolarmente adatta agli scenari sopra descritti. Con il lancio di Stream AMD, intende quindi muoversi proprio in questa direzione, andando così incontro agli sviluppatori, nel tentativo di semplificare, forse, un giorno, la vita agli utenti. Sarà inoltre aggiornato l'ATI Stream SDK, che raggiungerà così la versione 1.3.

Slide AMD

Il futuro dei PC si muove sempre più verso una coesistenza di GPU e CPU, poste entrambe su di un medesimo livello; un esempio pratico è rappresentato dalla recente introduzione sul mercato della suite CS4 di Adobe, la prima vera e propria serie di applicazioni destinata al grande pubblico in grado di godere appieno dei benefici derivanti dal potenziale di calcolo di una scheda video dedicata. La GPU non risulta adeguata solo per l'esecuzione di software che richiedono importanti capacità di calcolo parallelo, ma anche per "sgravare" il processore da alcune funzioni "secondarie", come l'Aero glass di Vista o la gestione di pesanti database e, come mostrato recentemente nelle numerose preview di Windows 7, anche per il controllo delle finestre di lavoro.

Slide AMD

A partire dai Catalyst 8.12, previsti per il 10 di Dicembre, sarà integrato il software legato alle funzioni Stream, che consentirà, a tutti i possessori di una scheda video Radeon HD 4000, di godere dei benefici derivanti dal potere di calcolo della GPU. Uno su tutti, sarà integrata una nuova versione di Avivo Video converter, un encoder video in grado di accelerare i tempi di codifica indirizzando alla scheda video le istruzioni per i l'esecuzione del processo. AMD ha inoltre comunicato che nei prossimi mesi saranno rilasciate applicazioni da parte di produttori come Cyberlink, ArcSoft, Microsoft, Adobe e molti altri ancora ottimizzate per Stream.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

56 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kuarl13 Novembre 2008, 11:20 #1
non vorrei dire, ma amd avrebbe dovuto produrre qualcosa che sia compatibile con cuda, o per lo meno accordarsi con la rivale per la creazione di uno standard unico... di openCL si è saputo più niente?
Automator13 Novembre 2008, 11:24 #2
Originariamente inviato da: Kuarl
non vorrei dire, ma amd avrebbe dovuto produrre qualcosa che sia compatibile con cuda, o per lo meno accordarsi con la rivale per la creazione di uno standard unico... di openCL si è saputo più niente?


per osx e linux opencl procede, ma per win non ho proprio idea...
Lights_n_roses13 Novembre 2008, 11:33 #3
della compatibilità con la serie hd3000 si sa niente ?? io ho una 3870 ...
LCol8413 Novembre 2008, 11:49 #4
Open CL diventerà uno standard dall'anno prox tramite le dx11.
Avevo visto una slide qualche gg fa di amd stessa che riportava ciò

Sembra che con la serie 4000 amd abbia finalmente messo il turbo sia come architetture che come software.
Perfetto!
matteo113 Novembre 2008, 11:58 #5
Ottimo il software di conversione video gratuito integrato nei driver, in pratica la versione migliorata e corretta dell'avivo per la serie 1XXX
Zilloboch13 Novembre 2008, 12:07 #6
magari dico una cavolata (in tal caso correggetemi) ma se si va nella direzione in cui CPU e GPU lavoreranno assieme non si avranno anche aumenti dei consumi??
come potranno esistere le piattaforme con gpu integrata e dedicata assieme se poi tutto il software verrà sviluppato per sfruttare al pieno un GPU?

si avranno notevoli incrementi di prestazioni sicuramente, ma se tutto il software verra ottimizzato per fare lavorare assieme i 2 sottosistemi ce la farà una vga integrata a svolgere il suo compito??

spero di essere stato abbastanza chiaro
za8713 Novembre 2008, 12:09 #7
bene se si muove anche in questo senso...
certo che avere una piattaforma di sviluppo comune tra ati e nvidia sarebbe il top...ma come al solito vanno uno per la propria strada e non uniscono le risorse...
okorop13 Novembre 2008, 12:11 #8
stavo cercando di scaricarlo ma no0n mi ero accorto che sarà implementato con i nuovi driver 8.12....comunque mi sarà molto utile|!!!!!
OmgKllL13 Novembre 2008, 12:15 #9
alleluja
bs8213 Novembre 2008, 12:18 #10

Finalmente!!

L'avivo trancoder completamente con il carico GPU.... era ora l'avevano promesso dalla 2900xt!

E gratuitamente!!! Non a pagamento come i plugin che sfruttano cuda con le nvidia!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^