Un nuovo south bridge da VIA

Un nuovo south bridge da VIA

VIA si prepara a introdurre una nuova versione del popolare chip VT8237, dotato di supporto SATA 2

di pubblicata il , alle 11:05 nel canale Schede Madri e chipset
 

Nella roadmap dei chipset VIA, pubblicata a questo indirizzo nei giorni scorsi, abbiamo evidenziato come il produttore taiwanese abbia a disposizione un elevato numero di soluzioni per processori sia Intel che AMD; alcune di queste sono dotate di sottosistema video integrato, mentre altre sono di tipo discreto con supporto a schede video esterne.

A tutti questi north bridge si abbinano due distinte soluzioni south bridge sviluppate sempre da VIA, alle quali compete la gestione delle varie periferiche PCI e PCI Express, il sottosistema audio, il controller di rete e le periferiche di storage. Si tratta dei modello VT8237, per il segmento entry level e di fascia media del merctao, e del modello VT8251, soluzione proposta per i chipset di fascia più alta.

Nel corso della seconda metà dell'anno VIA dovrebbe presentare sul mercato una nuova generazione di south bridge VT8237, stando a quanto indicato dal sito HKepc; il nuovo modello sarà contrassegnato dalla sigla S e integrerà un controller Serial ATA migliorato.

In particolare, il south bridge VT8237S supporterà periferiche SATA II con tecnologia NCQ e velocità di trasmissione dei dati massima teorica pari a 3 Gbit al secondo. Il nuovo chip sarà compatibile pin to pin con la soluzione VT8237A attualmente utilizzata dai produttori di schede madri. Il numero massimo di hard disk SATA collegabili continuerà a restare pari a 2, continuando VIA a proporre la soluzione VT8251 per quei produttori che volessero dotare le proprie schede madri della possibilitò di collegare 4 hard disk SATA.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mahrius21 Giugno 2006, 11:25 #1
Via ... prrrr
obsoleta
romolo77521 Giugno 2006, 12:08 #2
Via ha sempre fatto degli ottimi chipset...
sia north bridge che south bridge, infondo il suo ritardo sulla tecnologia sataII è più che giustificato visto che è noto che gli hard disk non sono in grado di sfruttare una banda di 3 Gbit, anzi 1.5 Gbit saranno sufficienti anche per gli anni che verranno. Il raddoppio della banda è solo fumo negli occhi per gli utonti.
Via si è posizionata su una fascia di mercato più in basso di nforce dove risulta improbabile che un utente acquisti più di due hard disk (chi vuole spendere di più si prende nforce). c'è da dire che la qualità del north bridge per un utente non intenzionato all'overclock non è discutibile nè in termini prestazionali, nè in consumi, nè in stabilità operativa, nè tantomeno in termini di rumorosità (dato che è nulla).
e poi il rapporto qualità prezzo difficilmente è superabile.
r0321 Giugno 2006, 12:36 #3
meglio i chipset sis tra le varie mobo che ho avuto, la K7S8XE+ col SIS748 non la batteva nessuno... peccato non abbia avuto un supporto migliore da parte dei brand + conosciuti.
jedi121 Giugno 2006, 12:39 #4
Grande Via , confrontate i dissipatori sui chipset di altri produttori!!
matic21 Giugno 2006, 12:46 #5
Infatti, Microstar per la sua K9N Neo col nForce 550 ha scelto un dissipatore passivo col risultato di avere una barretta di alluminio incandescente dentro il case. E si tratta di un chipset economico...
Rivaluto VIA ogni giorno, non ti da niente di più di quello che ti serve ma almeno non ti trasforma il case in un esperimento sulla dissipazione termica...
sbaffo21 Giugno 2006, 12:51 #6
grande Via?? ottimi chipset?? ma se hanno dovuto fare generazioni di driver 4in1 per far funzionare l'agp! E comunque alla fine non funzionavano ancora bene.
Sarò stato sfortunato io ma la mia esperienza è stata pessima, alla fine ho cambiato mobo (chipset intel) e tutto ok .
Marco7121 Giugno 2006, 13:24 #7

Forse...

...VIA Tech. avrà fatto in linea generale, degli "ottimi" chipset ma l'implementazione ad esempio della gestione del bus p.c.i sugli Apollo PRO 133A che venivano utilizzati quando Intel non disponeva ancora di un chipset per la gestione della memoria PC133, era molto approssimativa.
Come scarsa era la bandwidth da e verso la memoria (il 440BX era di molto superiore).
Non mi sono mai piaciuti i chipset di S.I.S,VIA ecc. in special modo e maniera se abbinati a processori Intel.
Il VIA 133A APollo PRO di cui sopra aveva dei glitch impressionanti nei grafici a stati logici delle transazioni su bus p.c.i.
Poi quanto a documentazione Intel è largamente superiore.
VIA per un semplice datasheet prevede una disclousure con "firma", vaglio e poi eventuale rilascio del permesso al download.
Grazie.

Marco71.
capitan_crasy21 Giugno 2006, 14:37 #8
Originariamente inviato da: romolo775]Via ha sempre fatto degli ottimi chipset...[/QUOTE]
una volta li faceva meglio...
sia north bridge che south bridge, infondo il suo ritardo sulla tecnologia sataII è
Il problema è più grave!
Molti hanno problemi ha montare gli Hard disk SATA2 con il 8237; devi per forza sforzare l'hard disk SATA2 a SATA1 e non è detto che il controller lo riconosca; un problemino da niente...
[QUOTE]
Via si è posizionata su una fascia di mercato più in basso di nforce dove risulta improbabile che un utente acquisti più di due hard disk (chi vuole spendere di più si prende nforce).


il fatto che il nuovo SB abbia solo 2 porte SATA2 è solo un limite del progetto.
Non c'entra una beata mazza il posizionamento del prezzo.

[QUOTE]
c'è da dire che la qualità del north bridge per un utente non intenzionato all'overclock non è discutibile nè in termini prestazionali, nè in consumi, nè in stabilità operativa, nè tantomeno in termini di rumorosità (dato che è nulla).
e poi il rapporto qualità prezzo difficilmente è superabile.

La vetità è che Via naviga nella mediocrità più totale.
Dopo anni di esperienza si è fatta mettere in mudande da Nvidia, ATi e addirittura da ULI...
Jack White21 Giugno 2006, 14:49 #9
Dopo anni di esperienza si è fatta mettere in mudande da Nvidia, ATi e addirittura da ULI...

Dire "addirittura da ULI" mi sembra esagerato. La Uli era precedentemente nota come Ali (Acer Laboratories Inc.),che produce chipset fin dai tempi dei Pentium 1. Che poi non abbia mai prodotto chiset di grande successo è un altro discorso (anche Ati...prima dei Radeon non si può dire che i suoi Rage abbiano mai avuto grande successo. )
Sawato Onizuka21 Giugno 2006, 15:09 #10
Originariamente inviato da: matic
Rivaluto VIA ogni giorno, non ti da niente di più di quello che ti serve ma almeno non ti trasforma il case in un esperimento sulla dissipazione termica...


ricordiamo che qualcuno ha pure presentato sulle proprie mobo degli nforce4 per AM2, imho se si vuole evitare il fornetto dei 5x0 è una soluzione consigliata ...

VIA con me ha chiuso dopo il fantasmagorico (che gioco di parole ) K8T890, e lanciare così tardivamente il KT600 nn aveva più senso

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^