Trend in crescita per Abit in nord america

Trend in crescita per Abit in nord america

Nel corso dello scorso anno sono aumentati in misura considerevole i volumi di vendita di prodotti Abit, nei ricchi mercati USA e Canadese

di pubblicata il , alle 14:05 nel canale Schede Madri e chipset
 

Digitimes riporta, con questo articolo, dettagliate informazioni sui risultati ottenuti dal produttore taiwanese Abit nell'importante mercato nord americano.

Le vendite sono aumentate, nel corso del 2004, di circa il 52% rispetto a quanto registrato nei 12 mesi precedenti. Analizzando in dettaglio, le schede madri per processori AMD hanno contribuito per circa il 50% del volume complessivo delle vendite, con il restante 50% ovviamente per le soluzioni per cpu Intel.

In termini di segmenti di mercato le vendite del segmento performance hanno contribuito per il 19% del totale; quelle del settore mainstream per il 60% del totale, e quelle del segmento vaule per il 21%.

Abit sta attivamente promuovendo, in queston inizio 2005, una nuova serie di schede madri spercializzate per i gamers più esigenti. E' prossimo il debutto della scheda nForce 4 Ultra, per processori AMD Athlon 64 Socket 939, dela serie Fatal1ty.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zermak07 Febbraio 2005, 14:47 #1
sul sito Abit già c'è la Fatal1ty AN8 con nForce4 Ultra
sirus07 Febbraio 2005, 15:43 #2
a me non piace molto, meglio DFI o MSI
ErminioF07 Febbraio 2005, 16:07 #3
Cala la qualità ed aumentano le vendite, in puro stile asus
Per fortuna c'è ancora la dfi per overclockers
Arruffato07 Febbraio 2005, 16:37 #4
Trend in crescita per Abit in nord america ...

Giusto in Nord America. Non certo da noi.
midian08 Febbraio 2005, 15:02 #5
grazie l' america è l' america...
ma l' italia è l' italia

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^