Schede madri Asrock da Asus

Schede madri Asrock da Asus

Asus avvia la commercializzazione delle proprie schede madri entry level, con la serie Asrock.

di pubblicata il , alle 08:54 nel canale Schede Madri e chipset
ASUSASRock
 
Nelle scorse settimane abbiamo segnalato come Asus, uno dei due principali produttori di schede madri al mondo, stesse per aprire una propria sussidiaria, responsabile per la produzione di schede madri di fascia economica. Il nome di quest'azienda è Hua Ching, con base in Cina.

A partire dalla fine del mese di Luglio Hua Ching avvierà la commercializzazione della propria serie di schede madri, con il nome di ASROCK. Dopo una prima commercializzazione nel mercato cinese, queste schede verranno esportate nei mercati indiano e centro-sud americani a partire dal mese di Agosto.

Fonte: digitimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovonni04 Luglio 2002, 10:25 #1
Mah, speriamo che siano almeno stabili e che magari scaldino un po' meno: chi se ne frega se vanno un 3% (+ o - la stima è questa, a parità di chipset, variando le impostazioni in maniera più o meno spinta) in meno.
lelemar04 Luglio 2002, 17:52 #2
l'importante è il prezzo....
Ciminiera05 Luglio 2002, 10:57 #3
L'importante è il prezzo... ma x piacere non sacrifichiamo la decenza.
(non voglio MoBo stile PCchips)
bucowskyfromL.A05 Luglio 2002, 19:37 #4
secondo me sarà difficile spodestare le elitegroup dal podio delle mobo economiche,anche perchè sono superstabili(a parer mio).
ftigli08 Luglio 2002, 11:14 #5
Se gia' le schede di fascia alta Asus presentano inconvenienti e isterisimi vari in funzione del bios, non oso pensare a quelle di fascia bassa!!!!
ECS forever.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^