Sale la domanda per schede madri i865

Sale la domanda per schede madri i865

I produttori rilevano una crescita della domanda per le schede madri con chipset 865, complice il taglio di prezzi effettuato da Intel

di pubblicata il , alle 16:42 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

I produttori di schede madri hanno risconrato una crescita della domanda, dovuta in parte al calo di prezzi delle motherboard equipaggiate con chipset Intel 865.

Da quando Intel ha tagliato i prezzi dei chipset 865 nel mese di Giugno, i prezzi delle schede madri sono calati del 12,5% circa passando da un prezzo medio di 80 dollari ad un prezzo medio di circa 70 dollari.

Secondo quanto dichiarato dai produttori di schede madri, il calo di prezzi ha causato un significativo aumento di ordini di schede madri in tutti i segmenti del mercato, incluso quello OEM, quello dei system integrator e quello clone.

Asustek, che si conferma come il maggiore produttore mondiale di schede madri con una capacità produttiva stimata sui 2,5-3 milioni di unità al mese, ha visto la propria capacità produttiva oltre il 70%. Oltre la metà delle schede madri prodotte da Asustek è basata su chipset i865.

Secondo i produttori le schede basate su i865 destinate al settore mainstream del mercato stanno rimpiazzando lentamente le "vecchie" schede basate su chipset 845, ora indirizzate al settore value. Dal momento che il chipset 848P e le motherboard con esso equipaggiate sono in fase di rilascio, molti produttori inizieranno a ridurre la propria offerta di prodotti i845 per concentrarsi meglio sul settore mainstream del mercato.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nonikname29 Luglio 2003, 22:42 #1
Ma tu guarda che copioni : su 3d Italia è comparsa la stessa news ma con il testo perfettamente identico a questo !!! , almeno potevano cambiare qualche parola qui e la ......

http://www.hardware-mania.com/news/n10.htm
nonikname29 Luglio 2003, 22:44 #2

P. S.

Correggo :

Non è 3D Italia , bensi Hardware Mania!!! la cosa è ben diversa.... scusate!!!
cecelife30 Luglio 2003, 11:06 #3

Copia

La fonte (HwUpgrade) è segnalata in alto a destra! Ciao.
megthebest30 Luglio 2003, 12:44 #4

E Vai !!

Intel è proprio furba , abbassa i prezzi dell'865 , elimina il supporto PAT , ELIMINA il Supporto PRESCOTT , dopo tutte queste cancellazioni , il chip a cosa servirà ???

Intel Sta Cadendo troppo in basso , ( parlo da possessore di Asus p4c800 dlx , speranzoso di poter passare a prescott , ma deluso dalle ultime info !!!!)
Apocalisse8430 Luglio 2003, 13:04 #5

Re: E Vai !!

Originariamente inviato da megthebest
Intel è proprio furba , abbassa i prezzi dell'865 , elimina il supporto PAT , ELIMINA il Supporto PRESCOTT , dopo tutte queste cancellazioni , il chip a cosa servirà ???

Intel Sta Cadendo troppo in basso , ( parlo da possessore di Asus p4c800 dlx , speranzoso di poter passare a prescott , ma deluso dalle ultime info !!!!)

Comunque l'Intel il supporto al PAT nei chipset 865 non l'ha mai implementato ufficialmente...
sono state poi i produttori di schede madri a creare nuove tecnologie che avevano più o meno la stessa efficienza...
KAISERWOOD30 Luglio 2003, 14:14 #6

megthebest

anche se la tua mobo è compatibile con il prescott, te la sentiresti di pasare ad una cpu che consuma oltre i 100watt?
dragunov30 Luglio 2003, 16:15 #7

Grat Grat

Io non compro intel finche non chiariscono la storia del prescott definitivamente.
Si stanno comportando malissimo solo per guadagnare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^