Risultati in calo per i produttori di schede madri taiwanesi

Risultati in calo per i produttori di schede madri taiwanesi

Aprile si è rivelato essere un mese difficile per i 4 principali produttori di schede madri taiwanesi: forte calo rispetto ai risultati di Marzo

di pubblicata il , alle 09:07 nel canale Schede Madri e chipset
 

Aprile si è rivelato essere un mese difficile per i 4 principali produttori di schede madri taiwanesi: forte calo rispetto ai risultati di Marzo, con il volume complessivo passato da quali 6 milioni di schede a poco meno di 5. Asustek è tra i produttori quello che si è meglio comportato ad Aprile, ripetendo il risultato di Marzo con 1.850.000 schede madri prodotte. ECS ha fatto registrare un lieve calo mentre molto più consistenti sono state le variazioni per MSI e Gigabyte, entrambe prossime al 33%

Produttori di schede madri taiwanesi; confronto tra 2002 e 2003

 

2003

2002

Marzo

Aprile

M/M

Marzo

Aprile

M/M

Asustek

1,850

1,850

0%

1,400

1,260

(10%)

ECS

1,200

1,150

(4.2%)

1,250

1,050

(16%)

MSI

1,600

1,100

(31.3%)

900

800

(11.1%)

Gigabyte

1,250

850

(32%)

810

730

(9.9%)

Total

5,900

4,950

(16.1%)(16.1%)

4,360

3,840

(11.9%)

Per il mese di Maggio si prevede un ulteriore peggioramento della situazione, a conseguenza sia delle difficoltà legate alla SARS, sia della ciclica fase del mercato che è tipicamente debole nel secondo trimestre dell'anno.

Fonte: Digitimes.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^