Ridotta domanda di mercato per le schede madri 848P

Ridotta domanda di mercato per le schede madri 848P

I produttori taiwanesi lamentano una domanda piuttosto ridotta, giustificata dal costo troppo elevato della nuova piattaforma Socket 478

di pubblicata il , alle 09:06 nel canale Schede Madri e chipset
 
I principali produttori di schede madri taiwanesi stanno lamentando insufficienti volumi produttivi di schede madri Socket 478 basate sul nuovo chipset Intel 848P.

Questo nuovo modello altro non è che un'evoluzione delle famiglie di chipset Springdale, dotato di supporto alla frequenza di bus Quad Pumped di 800 Mhz ma non di controller memoria Dual Channel.

Il costo di questo chipset è pari a 29 dollari, con sconti sino a 27-28 dollari a chipset per i più importanti produttori di schede madri. Con questi costi tale modello incontra una forte concorrenza nel chipset VIA PT800, modello single channel DDR400 con supporto ufficiale alla frequenza di bus di 800 Mhz che viene venduto ai produttori di schede madri a circa 15 dollari a chip.

A questo si deve aggiungere il generale taglio di prezzi delle schede madri Socket 478 basate su chipset Intel 865PE Springdale, scese a valori pressochè allineati a quelli dei modelli 848P.

Fonte: Digitimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
KAISERWOOD18 Agosto 2003, 09:25 #1
vt800 della viatech ha prestazioni come uno 865 dual e costa 15 dollari, non credo che i produttori di mobo vadano a prenderesi un 848p che costa il doppio e va la metà. Inoltre c'è anche il nuovo sis (la mobo dell'asus sta già a 70 euro senza iva) e usciranno anche i chipset ati. Secondo me intel dovrebbe lasciare perdere il mercato netry level e concentrarsi su quello medium o high level, oppure darsi una regolata con i prezzi!! e pensare che gli altri produttori gli devono pagar edelle royalist. Ma siamo sicuri che è un evoluzione dello springdale? se mai è una involuzione oppure un derivato. Cmq questo chipset all'intel deve costare poco gli 865 sono gli 875 che non hanno superato i rigorosi test per il pat e l'848 sono i chipset con un controller non funzionante disabilitato, così si sfrutta al massimo la produzione e non si butta niente.
devis18 Agosto 2003, 10:04 #2
Questo nuovo modello altro non è che un'evoluzione delle famiglie di chipset Springdale


Casomai un'involuzione...


se mai è una involuzione oppure un derivato. Cmq questo chipset all'intel deve costare poco gli 865 sono gli 875 che non hanno superato i rigorosi test per il pat


Quindi perchè tutti i principali produttori hanno aggiunto il PAT nelle loro 865?
dragunov18 Agosto 2003, 11:24 #3
Do ragione a Kaiserwood
lasa18 Agosto 2003, 12:55 #4
Lo credo....è un prodotto totalmente inutile....
KAISERWOOD18 Agosto 2003, 14:30 #5

devis

non ho capito il tuo commento, ma hai letto per intero il mio? forse dovevo aggiungere qualche faccina per farti capire il senso ironico? Magari sull'848 si riesce attivare il pat (il controller non credo proprio) anche se intel ha posto dei blocchi.
Cmq la morale è questa con un solo chip intel ti rifila una miriade di prodotti. il vt800 è estremamente interessante se dovessi passare ad Intel ci farei un pensierino cmq preferisco aspettare l'athlon 64.
Friz8518 Agosto 2003, 19:25 #6
Perfettamente inutile upgradare il proprio sistema proprio ora che si passa ai 64 bit!!!!
Don Mazzi19 Agosto 2003, 06:04 #7
Penso che questo "nuovo" chip sia rivolto essenzialmente ai rivenditori di pc che forniscono computer gia' montati e configurati. Ha il supporto ai nuovi P4 e puo' montare un solo banco di ram rendendo al 100%.. La cosa strana e' che il chip costi simile al 865Pe.. Ma nei negozi la situazione sara' diversa.
Per il chip di Via Tech, il Vt800, lo lascerei volentieri sugli scaffali dei negozi a fare la muffa come tutti gli altri per P4.. Intel nei chip non ha pari.. e chi ha un P4 o P3 lo sa bene..
devis19 Agosto 2003, 11:36 #8
Mi hai frainteso. Comunque un Via per P4 non lo prenderei mai, dato che i chipset Intel sono i migliori in assoluto
KAISERWOOD19 Agosto 2003, 14:41 #9

x Devis e Don Mazzi

io ho un Pentium 3800 con un chipset sis e 512mega di ram acceso 24 ore su 24 per scaricare con la dsl, non mi ha mai dato problemi e sinceramente non sono il tipo con i paraocchi che vede solo una marca, ho avuto anche il via apollo pro 133a e un sitsema per p4 con mobo ecs con chipset sis (per breve tempo, ho preferito ripassare ad AMD) e non ho avuto problemi. E' vero che ci osno + possibilità che un chispet non-intel sia bacato ma disprezzare la concorrenza fino a questo punto come fate voi non è molto conveniente. Ognuno è libero di scegliere quello che vuole, ma spesso i problemi della mobo causati dal produttore ricadono sul chipset, avvolte sono problemi di implimentazione. Cmq potete lasciare ad ammuffire il vt800 per l'ultra conveniente economico, prestante e stabile (siamo sicuri?) 848, perché preferisco lasciareammuffire sullo scaffale il calore Prescott.

magri se era un nforce per P4 stavte subito a cantare le lodi come fanno alcuni?
devis19 Agosto 2003, 15:26 #10
Anch'io con Via su AMD mi sono trovato benissimo; nessuno ha detto che i chipset alternativi non siano validi, ma dato che per la piattaforma Intel ci sono i chipset Intel, beh non ci penso due volte a quest'ultima perchè sono sinonimo di sicurezza ( a parte il pietoso caso i820+MCH). Così come per AMD, preferei un chipset AMD

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^