Ricordate DFI? Ha creato un PC Ryzen nelle dimensioni di un Raspberry Pi

Ricordate DFI? Ha creato un PC Ryzen nelle dimensioni di un Raspberry Pi

DFI, azienda taiwanese un tempo molto conosciuta tra gli overclocker e nel mercato consumer, ha realizzato un single board computer basato su CPU Ryzen Embedded per il settore industriale. Le dimensioni sono simili a quelle di un Raspberry Pi 4.

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Schede Madri e chipset
AMDRyZen
 

Chi ha qualche anno sulle spalle si ricorderà sicuramente di DFI, un produttore di schede madre taiwanese che per anni ha dominato la scena del mondo dell'overclock con la linea di prodotti "LanParty". L'azienda è uscita da ormai moltissimi anni dal mercato consumer, ma questo non significa che sia sparita dal settore dell'hardware: continua a realizzare prodotti per il mercato industriale e per questo è ormai lontana dalla ribalta. Torniamo a parlarne perché DFI ha realizzato una soluzione curiosa, un single board computer (SBC) basato su processore AMD Ryzen Embedded R1000.

Con dimensioni del tutto simili a un Raspberry Pi 4 - 84mm x 55mm -, la proposta di DFI non va confusa con la nota scheda per hobbisti, in quanto manca di diverse delle interfacce (GPIO, SPI, I2C, ecc.) che permettono al Raspberry Pi di essere la soluzione polivalente e versatile che rappresenta.

La scheda di DFI, attesa al debutto nel terzo trimestre a un prezzo non ancora noto, potrebbe comunque rappresentare la base per computer industriali, soluzioni per i chioschi e dispositivi simili, davvero molto compatti. Ricordiamo che AMD, da qualche tempo, sta spingendo l'ecosistema industriale ad adottare i processori Ryzen Embedded per la creazione di mini PC industriali. Nelle scorse settimane l'azienda ha anche introdotto nuovi modelli di CPU.

La DFI GHF51 sarà disponibile con un processore Ryzen Embedded con un TDP di 12 watt, quindi potrebbe trattarsi del modello R1606G (2 core / 4 thread, boost di 3,5 GHz) o dell'R1505G (2 core / 4 thread, boost di 3,3 GHz). Entrambi i chip sono dotati di GPU Vega 3. Sulla scheda trovano spazio fino a 8 GB di memoria DDR4-3200, fino a 64GB di archiviazione eMMC, una porta Gigabit Ethernet gestita da un chip Intel, una USB 3.1 Gen 2 Type-C e due micro-HDMI 1.4 (4096 x 2160 @ 24Hz). Presente anche uno slot mini PCIe (PCIe Gen2) e supporto TPM 2.0. La board supporta ovviamente Linux e Windows 10 (incluso Windows 10 IoT Enterprise 64-bit).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rei & Asuka18 Marzo 2020, 18:33 #1
chissà cosa costerà...
Perseverance18 Marzo 2020, 18:49 #2
Ehh è questa la roba che mi piacerebbe che prendesse mercato. AMD ha già altri processori embedded, anche EPYC, ma apparte Sapphire non ha altri partner che gli costruiscano le schede madri. Questa roba è perfetta per fare computer stile NUC. Sapphire ha già una scheda embedded con interfacce HDMI e video ma l'offerta commerciale è inesistente.
Madcrix18 Marzo 2020, 19:49 #3
ricordo problemi a non finire con la lanparty nf4, al punto che passai ad Asus per evitare i mal di testa
Qarboz18 Marzo 2020, 22:02 #4
Originariamente inviato da: Rei &
chissà cosa costerà...


No, tu non lo vuoi sapere...
Sappi solo che i materiali industriali costano un botto rispetto alle controparti consumer, ed uno dei motivi è che sono fatti per durare anni sottoposti a condizioni ben peggiori che una scrivania. Un esempio? Una scheda SD da 2 GB costa circa 80 euro+iva
frankie19 Marzo 2020, 00:48 #5
Originariamente inviato da: Madcrix
ricordo problemi a non finire con la lanparty nf4, al punto che passai ad Asus per evitare i mal di testa


Avevo due PC, uno con ABIT e uno con Epox...
fbrbartoli19 Marzo 2020, 08:23 #6
In ufficio ho ancora due PC utilizzati ogni giorno e overcloccati Intel E8400 e Qqualcosa con schede madri DFI laparty. Grande DFI.
lemming19 Marzo 2020, 09:29 #7
Windows IOT...no meglio quello normale ma la configurazione hardware è proprio al limite. 64 GB di spazio disco sono quasi improponibili. Lo vedo bene come thin client più evoluto.
Vincent1719 Marzo 2020, 11:20 #8
Originariamente inviato da: Qarboz
No, tu non lo vuoi sapere...
Sappi solo che i materiali industriali costano un botto rispetto alle controparti consumer, ed uno dei motivi è che sono fatti per durare anni sottoposti a condizioni ben peggiori che una scrivania. Un esempio? Una scheda SD da 2 GB costa circa 80 euro+iva


Anche di più, a lavoro ogni volta che vedo le fatture della siemens resto basito... cè un connettore che serve per giuntare cavetti M12 4pin che costa quasi 50 euro al pezzo...
Qarboz19 Marzo 2020, 14:30 #9
Originariamente inviato da: Vincent17
Anche di più, a lavoro ogni volta che vedo le fatture della siemens resto basito... cè un connettore che serve per giuntare cavetti M12 4pin che costa quasi 50 euro al pezzo...


[OT]
Se parliamo di Siemens allora c'è da ridere... Una scheda SD da 4MB (non è un errore, proprio 4 Megabyte) costa sui 50 euro, da 24MB siamo sui 200 euro; e, rullo di tamburi, la scheda da 2GB passa i 1000 euro (mille euro!)
(Prezzi iva esclusa)
[Fine OT]
Spitfire8419 Marzo 2020, 21:04 #10
Originariamente inviato da: lemming
Windows IOT...no meglio quello normale ma la configurazione hardware è proprio al limite. 64 GB di spazio disco sono quasi improponibili. Lo vedo bene come thin client più evoluto.


Un ssd da 64GB per applicazioni OT è il taglio minimo, ma è il più diffuso quanto a vendite (85-90% del venduto totale).
Questo perché il PC che si monta a bordo di una macchina produttiva ha come scopo quello di operare come interfaccia con il mondo IT, fungere da soft-HMI con una interfaccia operatore / SCADA, raccogliere informazioni dalla macchina e stoccarne una data quantità tipo 6 mesi/1 anno (che può essere poi eventualmente “raccolta” e stoccata nel database centrale) e 64 GB sono spesso sufficienti per questo tipo di applicazioni.
Qualora il pc funga anche da database si può arrivare raramente a taglie di 256-512 GB, anche in Raid 1.

Vendo pc industriali ed è questo quello che vedo sul campo.

Infine una soluzione embedded di questo tipo sarebbe ottima per migliorare le prestazioni grafiche che anche nel settore industriale ormai iniziano ad essere richieste, ma questo mercato è tutto Intel-inside in quanto è il brand più conosciuto e rinomato (“ti sto montando un Intel che è il meglio e se non va con questo i problemi sono tuoi...”)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^