Produttori Taiwanesi di memorie contro Hynix

Produttori Taiwanesi di memorie contro Hynix

Periodi difficili per il terzo produttore di memorie: dopo le forti tassazioni imposte dal governo USA, anche i produttori Taiwanesi si schierano contro

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:50 nel canale Schede Madri e chipset
 

I produttori Taiwanesi di memorie DRAM hanno intenzione di siglare una petizione per chiedere al governo di obblicare Hynix Semiconductor di pagare tasse di importazione per la vendita dei chip di memoria agli utenti Taiwanesi. Secondo la stampa locale Nanya, Powerchip, Winbond e Mosel sono in procinto di intraprendere un'azione legale contro il produttore.

I produttori e i designer Taiwanesi, assieme anche ad altri produttori come Micron ed Infineon, accusano Hynix di aver ricevuto sussidi illegali dal governo Koreano. I termini della petizione non sono ancora stati chiartiti, tuttavia è abbastanza evidente come la totalità dell'universo DRAM si sia messo contro il terzo produttore al mondo di memorie. Come già annunciato le scorse settimane in questa news, gli USA hanno alzato le tasse di importazione per quanto riguarda Hynix, così come la Commissione Europea.

Nel caso che la commissione Taiwanese dovesse decidere che Hynix ha ricevuto sussidi illegali dal governo Koreano, il produttore di memoria non perderà solamente il mercato Americano ed Europeo, ma anche quello Taiwanese e, com'è ovvio, tutti i produttori non avranno di che trarre beneficio da questa situazione.

Hynix, tuttavia, cercherà di vendere i propri prodotti tramite altri produttori. Non è possibile sapere quali, tuttavia è possibile fare alcune ipotesi: i nomi più plausibili sono Micron, che circa due anni fa ha mostrato l'intenzione di acquistare Hynix, oppure Samsung che lo scorso anno ha rifiutato di pronunciarsi in merito a Hynix e che potrebbe cambiare idea.

L'unica cosa certa è che nel caso il produttore venga estromesso dal mercato delle memorie, il 12,8% del mercato, quota detenuta da Hynix, non svanirà nel nulla e vi sarà qualcuno a "raccoglierla".

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Luca6922 Aprile 2003, 10:05 #1
Speriamo che questo nn comporti un aumento dei prezzi :-(
Giatar22 Aprile 2003, 10:46 #2

Prezzi

Di regola non dovrebbero aumentare anzi al massimo non dovrebbero diminuire come previsto, sembra proprio che la mossa di produttori contro Hynix sia un modo per ottenere sanzioni in un periordo estivo in cui di norma la domanda cala, pertanto escludere Hynix sarebbe un modo per compensare il calo di domanda con un calo di risposta dei produttori o meglio di Hinix che verrà sanzionata, in tal modo nessuno sarà costretto ad abbassare notevolmetne i prezzi arrivando addirittura al sottocosto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^