Processori Opteron: informazioni sulle frequenze di memoria

Processori Opteron: informazioni sulle frequenze di memoria

Nei processori Opteron, a causa della stretta dipendenza tra clock del core e frequenza di memoria, è possibile che alcuni particolari configurazioni non facciano operare le memorie a piena frequenza

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:16 nel canale Schede Madri e chipset
 

Come ormai è noto, i processori AMD Opteron ed Athlon 64 hanno il controller memoria integrato fattore, questo, che permette di ridurre sensibilmente la latenza delle memorie. Meno noto, però, è il fatto che la frequenza di memoria dipende dal clock del core, per questo motivo nel caso vengano utilizzate memorie PC2700, potrebbe succedere che queste operino a frequenze inferiori a 166MHz

Il sito web Xbitlabs ha pubblicato una utile tabella disponibile anche sul sito ufficiale di AMD. La tabella mostra la dipendenza esistente tra il clock del core e la frequenza di memoria. La tabella è stata trovata nella documentazione relativa ai processori Opteron ed è possibile che a Settembre venga riproposta per i processori Athlon 64:

Moltiplicatore
Frequenza di Core
Frequenza di memoria
100MHz
133MHz
166MHz
4
800MHz
100.00
133.33
160.00
5
1000MHz
100.00
125.00
166.66
6
1200MHz
100.00
133.33
150.00
7
1400MHz
100.00
127.27
155.55
8
1600MHz
100.00
133.33
160.00
9
1800MHz
100.00
128.57
163.63
10
2000MHz
100.00
133.33
166.66
11
2200MHz
100.00
129.41
157.14
12
2400MHz
100.00
133.33
160.00
13
2600MHz
100.00
130.00
162.50

Come è possibile vedere dalla tabella, la frequenza di memoria per i moduli PC2100 è spesso inferiore a 133MHz. La situazione peggiora per i moduli PC2700: operano a 166MHz solamente nel caso in cui il clock del core sia a 2GHz. Ci si potrebbe chiedere quale sia il motivo per il quale AMD ha deciso di non implemetare un controller di memoria totalmente asincrono. La spiegazione potrebbe essere il fatto che nel caso AMD avesse deciso di implementare un memory controller asincrono, le performance sarebbero state penalizzate in modo maggiore rispetto alla situazione attuale.

Da notare che le memorie PC1600 operano sempre alla frequenza di 100MHz perchè attualmente è la frequenza di riferimento per il collegamento Hyper Transport. Il medesimo discorso va fatto per le memorie PC3200 (200Mz) che saranno supportate dai processori Athlon 64.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Feanortg12 Maggio 2003, 15:30 #1
E' presto per valutare... Fino a quando il processore non sarà disponibile in quantita' ed eseguiti tutti bench e' difficile dare giudizi... Senza contare che le prestazioni a 64 bit le vedremo solo con la prossima generazione di OS
davidon12 Maggio 2003, 15:30 #2
ecco perchè un po' di utenti (me compreso) non hanno voglia di buttarsi a capofitto sul futuro athlon64
la dipendenza tra memoria e cpu mi suggerisce di attendere qualche step evolutivo, almeno in attesa delle ddrII, in modo da non avere un pc "vecchio" già il mese dopo l'acquisto

e poi, a mio parere, in ambito desktop resistere ancora un po' con la piattaforma socketA @400mhz non è poi così limitativo...

ciaobye
ally12 Maggio 2003, 15:36 #3
.....aspetto qualche prova ma sono fiducioso.....come viene sottolineato nella news l'adozione di un controller asincrono avrebbe solo peggiorato la situazione.....
stagezza12 Maggio 2003, 15:40 #4
Imo per le piattaforme desktop il passaggio sarà molto più lento che per i servers...vedremo anche amd fino a quando e quanto spingerà i barton
asterix312 Maggio 2003, 16:00 #5
ci sono gia dei vincoli x il controller integrato come immaginavo , chi è convinto che athlon 64 riporti la ledership ad amd secondo me sbaglia e poi mi spiegate perche quando amd introduce un nuovo processore torna sempre indietro con i mhz (e non di poco) mentre intel ricomincia da dove si era fermata (che fa come i gamberi ?)
ciao a tutti
Xanny12 Maggio 2003, 16:07 #6
Insomma un povero utente per assemblarsi il computer da solo, tra sigle incomprensibili (si rimpiangera' il pr?) e tabelle per le memorie, e chissa' quali altre sorprese, dovra' fare un corso d'aggiornamento nella sede dell'AMD...
"vorrei un 424 amd 64 e mem pc2700..." e il negoziante "le posso consigliare in 242 e mem da 3200 sa cosi' sfrutta emglio la banda di memoria e hypertransport?", lui ci pensa e poi... "ok damme un p4 da 3 giga e mother abit famo prima!"
Che grandissima caciara... e chi ci guadagna e' sempre intel che va a botte di MHZ e l'utente medio quello solo capisce...
cionci12 Maggio 2003, 16:10 #7
asterix3: indietro con i Mhz, ma avanti con le prestazioni e l'efficienza...
I Mhz non sono tutto in un processore...guarda il Pentium M che a 1,6 Ghz spazza via il Pentium 4 M a 2.8 Ghz...
ally12 Maggio 2003, 16:13 #8
...il vecchio RISC i860 fa 120 MIPS a 40 MHz, un Pentium 133MHz fa grosso modo 112 MIPS...

...BASTA PARLARE DI FREQUENZE!
cionci12 Maggio 2003, 16:21 #9
Comunque è facile da spiegare il perchè di queste frequenze... Si voleva utilizzare lo stesso clock per tutto il chip... Il clock del bus HT (100 Mhz) viene moltiplicato per ottenere il clock del processore...
Il clock del processore viene diviso per ottenere il clock del controller della memoria...
Il perchè di queste frequenze deriva dal fatto che non si potevano usare divisori non interi... Basta dividere la frequenza della CPU per le corrispondenti frequenze di memoria e noterete che si hanno sempre divisori interi...
Ginopilot12 Maggio 2003, 18:22 #10
Non credo che una manciata di MHz in piu' o in meno facciano la differenza. Il problema al piu' e' in ambito overclock dove probabilmente non si potra' giocare come con i thoro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^