OCZ e tecnologia Enhanced Bandwidth

OCZ e tecnologia Enhanced Bandwidth

OCZ svela una nuova tecnologia che permette di utilizzare in modo più efficiente la bandwidth a disposizione per offrire migliori performance

di pubblicata il , alle 12:34 nel canale Schede Madri e chipset
OCZ
 

OCZ Technology ha svelato alcuni dettagli circa le proprie tecniche per il tweaking delle memorie che permette alle stesse di operare in modo più efficiente anche con latenze relativamente alte. La mossa va vista nell'ottica di un utilizzo migliore della bandwidth disponibile impiegando chip di memoria dal costo conveniente.

La tecnologia Enhabced Bandwidth è una serie di ottimizzazioni che permette di conseguire una migliore interazione e collaborazione tra il chipset e il memory controller. Dopo aver condotto analisi in differenti condizioni operative e aver analizzato il traffico di dati e i benchmark, OCZ ha potuto scoprire quali sono i colli di bottiglia e ha provveduto ad eliminarli per incrementare in modo significativo le performance. Grazie a queste analisi OCZ ha potuto ridisegnare in modo più efficiente i propri prodotti.

Gli ingegneri di OCZ hanno mostrato che la riduzione dei cicli di latenza assieme al delay precharge-to-activate, al delay RAS-to-CAS e assieme all'utilizzo delle caratteristiche Variable Early Read Command delle memorie DDR, è effettivamente possibile ottenere una maggiore bandwidth.

Michael Schuette, direttore della divisione Tecnologia e Sviluppo ha dichiarato: "Enhanced Bandwidth è una tecnologia che permette, con settaggi 2.5-2-3 di utilizzare la medesima bandwidth fornita dai moduli CL2."

OCZ è prossima a rilasciare diversi nuovi prodotti della linea Platinum caratterizzati dalla tecnologia EB. Saranno disponibili memorie unbuffered DDR a 400 e 433MHz in tagli da 256MB, 512MB e 1GB in moduli singoli. Saranno inoltre disponibili kit da 512MB, 1GB e 2GB

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vangelis15 Marzo 2004, 12:37 #1
speriamo sia una cosa vera..... in effetti potrebbe essere implementata anche sui moduli di altre marche...... e soprattutto speriamo serva molto con le DDRII ke hanno latenze alte..
Alberello6915 Marzo 2004, 13:09 #2
o sarà solo una mossa commerciale per ovviare alle alte latenze che si hanno con il salire delle frequenze?
se non è così benvengano le ottimizzazzioni...aspiettiamo i moduli per le verifiche
Sig. Stroboscopico15 Marzo 2004, 14:13 #3
kit da 2 gb!

sbav!

*___*
zetec15 Marzo 2004, 15:23 #4
infatti secondo me stanno "provando" nuove tecnologie x abbassare i timigs alti delle ddr2
baleandro15 Marzo 2004, 15:31 #5
C'e' qualcuno che sa dirmi come mai in questo periodo le ram tendono a salire di frequenza (infischiandosene degli standard) e non ne vogliono proprio sapere di aumentare di capienza? E soprattutto, perche' scendono cosi' lentamente di prezzo?
Per inciso il mio parere sulle ottimizzazioni e' che non incidono minimamente sulle prestazioni!!! Due o tre punti percentuali in piu' non servono ad un fico secco!!!
Ciao a tutti
Noia15 Marzo 2004, 16:07 #6
baleandro perchè il mercato richiede il salire di frequenza non aumentare la capienza,con meno di 90€ ti fai un banco da 512MB di ram,e tranne per FarCry è tutto grasso che cola...Con 175€ ti metti un giga di ram e ora dimmi a cosa ti servirebbe più ram?
Molto meglio salire in frequenza che aumentare capacità perchè c'è ne già a sufficienza per il 99% dell'utenza.
devis15 Marzo 2004, 17:48 #7
Questi presunti ingegnieri della OCZ fanno ridere. Battezzano l'abbassamento di alcuni timings ( cosa che facciamo noi impostandoli nel bios) come una loro nuova tecnologia ! Cosa non si ci inventa per il marketing
AirJ15 Marzo 2004, 17:58 #8
Mi sa che non hai letto bene l'articolo, questa tecnologia si ripromette di aumentare le prestazioni senza andare ad abbassare i timings.
Che poi funzioni e' tutto da vedere, aspettiamo che siano sul mercato per provarle.
Ciau
devis15 Marzo 2004, 18:26 #9
Non mi pare

Gli ingegneri di OCZ hanno mostrato che la riduzione dei cicli di latenza assieme al delay precharge-to-activate, al delay RAS-to-CAS e assieme all'utilizzo delle caratteristiche Variable Early Read Command delle memorie DDR, è effettivamente possibile ottenere una maggiore bandwidth.

Michael Schuette, direttore della divisione Tecnologia e Sviluppo ha dichiarato: "Enhanced Bandwidth è una tecnologia che permette, con settaggi 2.5-2-3 di utilizzare la medesima bandwidth fornita dai moduli CL2."




Kars15 Marzo 2004, 19:17 #10
Almeno qualcuno se ne e' accorto , e' inutile overcloccare sempre le ram quando queste reggono ,in questo caso, frequenze maggiori anche a time spinti.

Quindi le ram che produrra' ocz non saranno piu' overcloccabili ???

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^