Niente tagli per le schede con i865

Niente tagli per le schede con i865

I produttori taiwanesi di schede madri hanno dichiarato di non aver intenzione di abbassare i prezzi delle piattaforme basate su chipset i865

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:43 nel canale Schede Madri e chipset
 

I produttori tiawanesi di schede madri, al contrario di quanto originariamente pianificato, non sembrano propensi ad abbassare il prezzo per le schede madri con chipset 865 nel terzo trimestre dell'anno, per via dei problemi recentemente scoperti con i chipset 915/925. Tali problemi, infatti, potrebbero porre un freno alla transizione alle nuove piattaofrme Intel.

Sebbene Intel dovrebbe risolvere il problema legato al southbridge ICH6 già questa settimana, questo inconveniente potrebbe causare un generale abbassamento della fiducia nei nuovi chipset per Pentium 4 causando, ovviamente, ritardo nella diffusione delle piattaforme.

Alcuni produttori di schede madri della "prima linea" hanno già abbassato a 10% le previsioni di diffusione circa le schede madri con supporto PCI Express, contro le originarie stime del 15-20%. Le schede madri con AGP8x continueranno a farla da padrone nel mercato mainstream durante il terzo trimestre.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zerothehero29 Giugno 2004, 15:02 #1
a questo va aggiunto anche che i nuovi nortbridge sono limitati in oc..quindi forse conviene prendere una scheda madre con 875 e socket nuovo..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^