nForce 680i SLI e quad core Intel a 45 nanometri

nForce 680i SLI e quad core Intel a 45 nanometri

Mancata compatibilità tra questi due componenti: i possessori di schede madri basate su chipset nForce 680i SLI devono limitarsi all'aggiornamento con cpu dual core a 45 nanometri

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:06 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Abbiamo segnalato, con questa notizia, possibili problemi di compatibilità tra le schede madri basate su chipset NVIDIA nForce 680i SLI e i processori Intel quad core basati su tecnologia produttiva a 45 nanometri, noti anche con il nome in codice di Penryn.

Al momento attuale questi processori hanno debuttato sul mercato nella forma del processore Core 2 Extreme QX9650, modello top di gamma con archtiettura quad core caratterizzato dalla frequenza di clock di 3 GHz, dal bus Quad Pumped a 1.333 MHz e da un quantitativo di cache L2 pari a 12 Mbytes.

L'incompatibilità non sembra risolvibile con un aggiornamento di bios, ma riguarderebbe solo i processori quad core; i modelli Core 2 Duo serie 8000 costruiti con tecnologia a 45 nanometri, attesi al debutto a partire dal mese di Gennaio, verranno supportati dalle schede madri basate su chipset nForce 680i SLI.

Le schede madri Socket 775 LGA basate su chipset nForce 680i SLI possono essere di due tipologie: sviluppate specificamente dai produttori taiwanesi partner di NVIDIA, come il caso della scheda Asus Striker Extreme, o basate sul reference design sviluppato da NVIDIA e proposto per la commercializzazione a numerosi partner tra i quali EVGA, XFX, Inno3D.

Proprio EVGA ha segnalato, a questo indirizzo, come la propria scheda madre nForce 680i SLI non sia compatibile con i processori Intel quad core della serie Yorkfield, quelli cioè basati su architettura Penryn costruiti con tecnologia produttiva a 45 nanometri.

NVIDIA presenterà, nel corso delle prossime settimane, le proprie nuove piattaforme chipset della serie nForce 700, modelli top di gamma specificamente destinati a sostituire le schede nForce serie 600 e a venir abbinate con le nuove cpu Intel a 45 nanometri, sia dual che quad core.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

66 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
titomax8227 Novembre 2007, 17:20 #1

SCANDALO

E' scandaloso.. queste schede madri venivano venduta con la dicitura "supports future intel 45nm cpus" in generale...e quindi senza esclusioni!

Secondo me dovrebbero sostituire gratuitamente la mobo!!!
duechefamedia27 Novembre 2007, 17:24 #2
E' proprio il minimo !!!
Se non anche un risarcimento per il tempo perso ! Assurdo
.Kougaiji.27 Novembre 2007, 17:27 #3
Originariamente inviato da: titomax82
E' scandaloso.. queste schede madri venivano venduta con la dicitura "supports future intel 45nm cpus" in generale...e quindi senza esclusioni!

Secondo me dovrebbero sostituire gratuitamente la mobo!!!


Mi sembra una soluzione.
Langley27 Novembre 2007, 17:27 #4
Non posso far altro che quotarvi!
Meno male che come mulo ho una mobo x38 se no ero a piedi, risarcimento!
F1R3BL4D327 Novembre 2007, 17:29 #5
mitico Langley
dovella27 Novembre 2007, 17:30 #6
io ho una 650 SLI , è compatibile?
michelgaetano27 Novembre 2007, 17:34 #7
Originariamente inviato da: dovella
io ho una 650 SLI , è compatibile?


mi associo
gianni187927 Novembre 2007, 17:35 #8
brutta faccenda! chissà la ragione!
demon7727 Novembre 2007, 17:37 #9
Se non è risolvibile da bios è più che giusto che sostituiscano la mobo gratuitamente!
rob-roy27 Novembre 2007, 17:39 #10
E te pareva.
Semplicemente scandalosi....non ci crede NESSUNO che le mobo non sono compatibili.

Addirittura Asus aveva messo nella lista delle mobo compatibili tutte quelle con 965/975..mentre ora le ha tolte.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^