Micron annuncia chip DDR-II da 256Mbit

Micron annuncia chip DDR-II da 256Mbit

I nuovi chip sono già stati verificati e validati da Intel alle frequenze di 400 e 533 MHz

di pubblicata il , alle 08:50 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Micron Technology ha rilasciato oggi i chip DDR-II da 256Mbit che hanno passato le verifiche di Intel a 400 e 533 MHz. Allo scorso IDF Fall tutti i produttori di memoria hanno dichiarato di volersi concentrare sui prodotti DDR-II da 512Mbit e 1Gbit per far crescere la domanda per i moduli da 512MB ed eventualmente anche quella di 1024MB.

Micron ha dichiarato che i nuovi chip DDR-II 256Mbit sono stati realizzati impiegando il processo produttivo a 0.11 micron. Intel ha consegnato la validazione ai componenti DDR-II a 400MHz in configurazione x4 e x8 e a 533MHz in configurazione x8 .

Nel prossimo anno le memorie DDR-II 400MHz saranno utilizzate principalmente su piattaforme server, mentre le memorie DDR-II 533MHz saranno usate in ambito desktop.

Dal momento che configurazioni a 1 o 2 GB Dual Channel risulteranno piuttosto dispendiose, molti sistemi desktop saranno consegnati con 512MB di memoria, al fine di ottenere dei prezzi di vendita accettabili. I chip DRAM da 256MBit sono utilizzati per i moduli a 256MB che sono generalmente impiegati per i sistemi OEM mainstream.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Michele8416 Ottobre 2003, 09:19 #1

...E LE ATTUALI SCHEDE MADRI?!?

...LE ATTUALI SCHEDE MADRI SUPPORTERANNO LE DDR-II?...PENSO PROPRIO DI NO...
Poix8116 Ottobre 2003, 09:20 #2

Re: ...E LE ATTUALI SCHEDE MADRI?!?

Originariamente inviato da Michele84
...LE ATTUALI SCHEDE MADRI SUPPORTERANNO LE DDR-II?...PENSO PROPRIO DI NO...



ovviamente no!!!

e' la continua evoluzione....
Cimmo16 Ottobre 2003, 11:25 #3
x Michele84:

smettila di urlare in tutti i post!
Carpix16 Ottobre 2003, 11:45 #4
Ma che balls, è sempre così, ci fosse una volta che non tocca ricomprare tutto nuovo :-)))
Lo so è l'evoluzione, però sono curioso di vedere i bench prima di acquistare.
Ciao Ciao
TripleX16 Ottobre 2003, 13:41 #5
ma....utilizzano stessa piedinatura x le GDR e quindi supporto dipendente dal solo chipset e fanno le ddr2 diverse....azz...su questo VIA ha da insegnare....VIA KT266-333-400-600 tutti con stesso pinout....certo arrivati al limite tecnico non si puo' andare oltre ma aggiungere un transporter su ram direttamente si...cosi' da sgravare il chipset dall'interfacciare i segnali diversi tra ddr e ddr2 e credo che abbiano risolto cosi' su GDR piu' o meno la stessa tecnica usata dalla ECC che fanno applicano il controllo d'errore "on-board" a patto di avere il supporto naturalmente chipset/bios
TripleX16 Ottobre 2003, 13:45 #6
la naturale evoluzione potrebbe essere un'architettura ibrida ddr/ddr2 come fece ECS su k7sa con slot doppi sdr/ddr e supporto doppio e rese indolore il passggio da soluzioni singolo fronte e doppio fronte con minima spesa e successo notevole nel mondo entry-level
riva.dani16 Ottobre 2003, 16:48 #7
ma costeranno molto di più degli attuali moduli ddr?
speriamo proprio che grantsdale abbia, come dice Triplex, un'architettura ibrida ddr/ddr2
dragunov17 Ottobre 2003, 11:40 #8
Arriva il futuro,ma moduli da 1 gigabib forse gigabyte

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^