Kingston sposta la propria produzione di memorie in Cina

Kingston sposta la propria produzione di memorie in Cina

In programma la costruzione di una nuova fabbrica, con la quale poter usufruire di costi produttivi più concorrenziali

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:18 nel canale Schede Madri e chipset
Kingston
 
Kingston Technology sta pianificando di espandere la propria produzione di moduli memoria in Cina.

La produzione mensile di moduli memoria Kingston è passata, nel corso degli ultimi 12 mesi, da circa 80.000 pezzi al mese sino all'attuale valore di 2,5 milioni.

Per poter garantire una superiore produzione dalla Cina Kingston ha in previsione di costruire una nuova fabbrica nella parte est della Cina. Il programma prevede il completamento per la fine del 2004, con una superficie complessiva della fabbrica che sarà pari a 5 volte quella della fabbrica attuale.

E' interesante notare come la maggior parte dei produttori stia cercando di spostare la propria produzione in Cina, così da usufruire di costi di produzione più concorrenziali.

Fonte: digitimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ally01 Agosto 2003, 12:26 #1
....la cina sta diventando la prima superpotenza mondiale......
Aryan01 Agosto 2003, 12:31 #2
...nell'essere sfruttata come il tubo del dentifricio!
ally01 Agosto 2003, 12:43 #3
...si ma se si ferma lei si ferma il mondo...
davidemetal01 Agosto 2003, 12:53 #4
....questo mondo fa schifo......
neosemy01 Agosto 2003, 12:53 #5
il mondo dei 2 soldi...non vale na mazza....è lo stesso fenomento di romania, bulgaria, rep. ceca, ecc...tutti stati ex-comunisti dove metterci operai da pagare un tozzo di pane.
Ora l'est europeo non attrae più come prima e si cercano altri lidi....morto un papa se ne fa' sempre un altro.
Leizar01 Agosto 2003, 13:01 #6
Chissà se un giorno toccherà anche all'italia....ehehehehe :-D
riboulez01 Agosto 2003, 13:04 #7
Sono d'accordo ally, la mano d'opera che c'è in cina nn c'è l'ha nessuno. Per ora è ancora un paese a prevalenza agricola, ma aspettate che si industrializzi a dovere e poi...
sslazio01 Agosto 2003, 13:06 #8
prima o poi sposteranno alla Russia, per poi scendere all'africa e chissà tra un po' vedremo made in Argentina e Brasile visto come stanno andando le cose lì.
cdimauro01 Agosto 2003, 14:12 #9
Originariamente inviato da davidemetal
....questo mondo fa schifo......


Puoi sempre suicidarti...
devis01 Agosto 2003, 14:28 #10
Non vedo di che stupirsi, ormai la gran parte dei beni di consumo sono prodotti là; in casa mia molti oggetti recano la scritta "made in china" .E' vero che gi questo caso godiamo di prezzi finali più bassi, ma porta anche via dei posti di lavoro a casa nostra e fa fallire le aziende nostrane che debbono scontrarsi con la concorrenza cinese..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^