Intel esce dal mercato delle schede madri desktop

Intel esce dal mercato delle schede madri desktop

Nel corso dei prossimi 3 anni Intel sospenderà sviluppo e produzione di schede madri per sistemi desktop, nei tradizionali form factor ATX e ITX: in prospettiva è questo un business in costante contrazione

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:01 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Intel ha annunciato l'intenzione di uscire progressivamente dal mercato delle schede madri desktop, segmento di mercato nel quale è presente da tempo con propri modelli destinati a differenti tipologie di utenti, nel corso dei prossimi 3 anni. La decisione non avrà ovviamente ripercussioni sui rapporti che legano Intel con i produttori di schede madri per sistemi desktop, quali Asus, ECS, MSI, Gigabyte e ASRock per citare i più noti.

Una volta che il debutto delle soluzioni della famiglia Haswell, attese sul mercato nel corso del 2013, verrà completato Intel sospenderà lo sviluppo di nuove soluzioni per sistemi desktop, lasciando quindi questo settore nelle mani dei produttori taiwanesi. Continuerà quello dei cosiddetti reference design, modelli di schede madri utili per i produttori taiwanesi quali punto di partenza per sviluppare i propri modelli per nuove architetture di CPU.

Intel continuerà in ogni caso a dedicarsi allo sviluppo di schede madri, spostando l'attenzione su design e form factor alternativi a quelli tradizionali del mondo desktop (ATX, Micro ATX e Mini ITX per citare i 3 più diffusi). Ad esempio l'azienda americana continuerà a sviluppare design di schede madri da utilizzare per i propri sistemi NUC, soluzioni dalle dimensioni estremamente contenute che sono state presentate sul mercato negli ultimi mesi del 2012.

Accanto a questo verrà continuato lo sviluppo di reference design per sistemi Ultrabook e Tablet, ambiti nei quali Intel sta investendo sempre più e che risultano essere particolarmente interessanti in quanto l'ottimizzazione dei componenti si scontra con le ridotte dimensioni interne dei sistemi.

mobo_intel_desk_1.jpg (88604 bytes)

Questa decisione di Intel non deve sorprendere: il settore delle schede madri per sistemi desktop andrà incontro nei prossimi anni solo ad una costante, per quanto lenta, contrazione dei volumi di vendita a favore di soluzioni mobile. La qualità delle schede madri provenienti dai produttori taiwanesi è a un livello complessivamente elevato e per Intel non vi è oggettivamente la necessità di dover assicurare la presenza di proprie schede madri di qualità sul mercato onde garantire il corretto funzionamento dei propri processori.

Si tratta quindi di una comprensibile decisione di business per l'azienda americana,   nell'ottica di focalizzare le proprie risorse interne verso prodotti che possano assicurare una marginalità superiore a quella risicata delle schede madri desktop, oltre a opportunità di fatturato che tendano ad essere in crescita e non previste in contrazione nei prossimi anni.

Dietro questo annuncio non possiamo in ogni caso dimenticare anche la nuova direzione di mercato delle future architetture di CPU desktop di Intel, che andranno sempre più verso un approccio senza socket con processore saldato direttamente sulla scheda madre. Sarà con le prime soluzioni Broadwell, quelle che andranno a sostituire le CPU Haswell a partire dal 2014, che vedremo schede madri desktop con CPU saldate, approccio che di certo non semplifica il lavoro tanto dei produttori di schede madri quanto quello degli integratori. La decisione di Intel di uscire dal segmento delle schede madri desktop potrebbe quindi anche essere una mossa per mettere i produttori di schede madri in parte al riparo dalle conseguenze di questa nuova direzione del mercato delle CPU desktop.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7723 Gennaio 2013, 11:07 #1
Non si può certo negare che oggi la scelta e le possibilità date da portatili, tablet e telefonini sono tantissime.. spesso sufficilenti a soddisfare le necessità di un utente medio..
però.. sarò tradizionalista.. ma io al mio desktop potente ed incazzato non ci rinuncerò mai..
Lithios23 Gennaio 2013, 11:15 #2
Ma c'era chi comprava schede madri intel?
Phoenix Fire23 Gennaio 2013, 11:16 #3
Originariamente inviato da: Lithios
Ma c'era chi comprava schede madri intel?


chi era che le vendeva più che altro, in giro non si sono praticamente mai viste
yuky7723 Gennaio 2013, 11:27 #4
Per me questa cosa delle cpu saldate sulla scheda madre è davvero pazzesca !! Un modo per prenderci più soldi !! Così mentre prima potevi fare un upgrade semplicemente sostituendo la cpu dopo sarai costretto a cambiare l'intera scheda madre !! Speriamo che il mercato faccia capire a queste multinazionali che stanno andando nella direzione sbagliata !!
1974benny23 Gennaio 2013, 11:30 #5
Io ho l'Intel® DX58SO e rifarei subito l'acquisto... mai avuto mezzo problema dopo 4 anni. Anche a livello di supporto driver e bios, è sempre stato ottimo...
network8723 Gennaio 2013, 11:33 #6

che tristezza!

tristissima questa notizia, intel vende schede madri (prodotte in realtà da foxconn) da sempre. la mia prima è stata una con chipset 430TX, per pentium MMX. beh io personalmente le compro da iprais sono fantastiche come supporto software e mi piacciono perchè non hanno una moltitudine di chip di altri produttori, ma un design sobrio che fa risparmiare tempo e problemi al system integrator! RIP!
demon7723 Gennaio 2013, 11:49 #7
Originariamente inviato da: Lithios
Ma c'era chi comprava schede madri intel?


Originariamente inviato da: Phoenix Fire
chi era che le vendeva più che altro, in giro non si sono praticamente mai viste



ma che dite?

Le intel ci sono eccome, fatevi un giro su qualsiasi store on line per vedervele affiancate alle proposte degli altri marchi.

Oltretutto hanno una qualità di tutto rispetto.
xleaaz23 Gennaio 2013, 12:29 #8
Originariamente inviato da: Lithios
Ma c'era chi comprava schede madri intel?


Originariamente inviato da: Phoenix Fire
chi era che le vendeva più che altro, in giro non si sono praticamente mai viste




La Bad Axe così come la Bad Axe 2 sono state tra le migliori schede madri per overclock in commercio, non scherziamo!!!!!!!!
Revan198823 Gennaio 2013, 12:48 #9
Scusate ma ora a produrre chipset chi e' rimasto?
nVidia? l'ultimo nForce non mi sembra troppo nuovo...
Intel non piu'...
Microfrost23 Gennaio 2013, 12:55 #10
Originariamente inviato da: Revan1988
Scusate ma ora a produrre chipset chi e' rimasto?
nVidia? l'ultimo nForce non mi sembra troppo nuovo...
Intel non piu'...


Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^