Intel: 10 milioni di chipset 865 nel secondo trimestre

Intel: 10 milioni di chipset 865 nel secondo trimestre

Il colosso di Santa Clara spinge sulle consegne dei chipset entry-level per restare competitiva sui nuovi mercati emergenti

di pubblicata il , alle 16:17 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Nel corso del secondo trimestre dell'anno Intel dovrebbe consegnare 10 milioni di chipset entry-level della serie 865. Secondo le informazioni pare che circa 5 milioni di questi chipset siano già stati accaparrati da Asustek Computer. I chipset sarebbero offerti ad un prezzo unitario non superiore ai 13 dollari.

Asustek non ha rilasciato alcun dettaglio riguardante l'indiscrezione, ma ha precisato che la quantità ed il prezzo indicati non sono corretti. Dopo che Intel ha deciso di riaprire le consegne per questi chipset, anche gli altri produttori taiwanesi, MSI, Gigabyte, ECS, hanno già commissionato ordini per un milione di pezzi ciascuno. I fantomatici 5 milioni ordinati da Asustek rappresenterebbero il 40% circa del totale.

Il prezzo ufficiale di questo chipset è di 35-36 dollari, anche se gli esemplari consegnati all'inizio dell'anno in corso sono stati venduti al prezzo di 20 dollari ciascuno. Le indiscrezioni, come detto poco sopra, indicano che il prezzo nel secondo trimestre sarà abbattuto sino a 13 dollari, cifra più bassa rispetto alle soluzioni confrontabili di SiS e VIA.

Le due compagnie, inoltre, hanno rilasciato dichiarazioni relative alle indiscrezioni: SiS ha dichiarato di essere al corrente della notizia ma che nessuno dei propri clienti ha variato alcun ordinativo, mentre VIA ha dichiarato che se Intel dovesse continuare ad incrementare le consegne dei chipset 865 potrebbero verificarsi delle conseguenze negative nel segmento dei chipset a basso prezzo.

Secondo alcuni, sebbene la ripresa delle consegne dei chipset 865 va contro la nuova politica di Intel di spingere i prodotti a più elevato margine, è stata una mossa necessaria per poter competere con la rivale AMD soprattutto nei nuovi mercati emergenti ad elevata domanda.

Intel si aspetta che la serie di chipset 865 vada a costituire il 30% circa delle consegne totali per la prima metà dell'anno. Proporzione che comunque andrà a calare sino al 10% entro la fine del 2006.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fukka7504 Aprile 2006, 16:41 #1
Ottimo chipset, ultra stabile, anche se limitato nel supporto alle CPU più moderne (vedi i Pentium D) e con l'AGP (se solo ci fossero più 7800GS).
domenico7504 Aprile 2006, 17:05 #2
speriamo che siano prodotti validi in quanto se la richiesta e forte i prezzi diminuiscono
adynak04 Aprile 2006, 17:13 #3
Io lo uso ancora e non posso lamentarmi !!
Peccato solo x la mancanza di nuove schede video AGP, altrimenti un P4 Nortwood a 3.5GHz non ha niente da invidare ai nuovi processori ... almeno fino a quando non si sfrutteranno a pieno i dual core.
Luca6904 Aprile 2006, 17:15 #4
Il 865 é veramente un ottimo chipset. MI piange il cuore aver dato via la mia P4P800 e averla sostituita con una con chipset 915
Berno04 Aprile 2006, 19:32 #5
L'865 supporta i pentium-d, sono le schede madri che a volte non hanno i requisiti di alimentazione necessari...
Lio8604 Aprile 2006, 22:04 #6
si è vero l 865 li supporta i dual core ma devono essere montate su skede madri + moderne
mjordan11 Aprile 2006, 17:13 #7
Cavoli che cifre spaventose...
mjordan11 Aprile 2006, 17:14 #8
Originariamente inviato da: Lio86
si è vero l 865 li supporta i dual core ma devono essere montate su skede madri + moderne


In alcuni casi potrebbe bastare aggiornare semplicemente il BIOS, credo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^