In crescita i produttori di schede madri a Marzo

In crescita i produttori di schede madri a Marzo

Risultati positivi per i produttori di schede madri taiwanesi a Marzo 2007, con Asustek che si distingue per l'incremento rispetto allo stesso periodo del 2006

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:09 nel canale Schede Madri e chipset
 

Nel corso del mese di Marzo i produttori di schede madri taiwanesi hanno registrato consistenti incrementi nei propri volumi di vendita, come confermato dal sito web Digitimes a questo indirizzo. Del resto il mese di Febbraio è stato caratterizzato da una contrazione prevista: è il mese con meno giorni nell'anno, e le festività del capodanno cinese hanno bloccato le attività produttive per una settimana.

Per Asustek la crescita rispetto al mese di Marzo 2006 è stata di ben il 159%, con un volume record di 5,34 milioni di schede madri e 1,14 milioni di schede video prodotte. Per Gigabyte la crescita è stata pari al 22% rispetto allo stesso periodo del 2006, con un totale di 1,55 milioni di schede madri e 320.000 schede video. ECS ha registrato una crescita positiva rispetto al 2006 ma inferiore rispetto alle due precedenti aziende: siamo tra il 6 e il 7%, a seconda che vengano analizzati i dati non consolidati o quelli consolidati del 2006. Il volume complessivo di schede madri prodotte è stato pari a 2,32 milioni di pezzi, cifra che fa ECS il secondo produttore tra i 4 top tier taiwanesi.

Per MSI, infine, la crescita annuale è stata pari al 21,4% circa, con un volume di schede madri pari a 1,6-1,7 milioni di pezzi e tra 800.000 e 900.000 schede video; quest'ultimo risultato è abbastanza vicino a quello di 1,14 milioni registrato da Asustek, chiaro segno di come queste due aziende stiano battagliando per il segmento delle schede video discrete sia con GPU ATI che NVIDIA.

Ritornando a Gigabyte, la produzione di schede madri del produttore taiwanese viene completamente gestita da Gigabyte United, la joint venture inizialmente stretta con Asustek dalla quale tuttavia quest'ultima azienda è uscita nel mese di Marzo, senza di fatto avervi contribuito attivamente. Gigabyte continuerà a commercializzare le proprie schede madri attraverso Gigabyte United, ma al momento attuale non è chiaro quale futuro potrà esserci per questo marchio, se continuerà cioè a restare una solra di filiale operativa di Gigabyte o verrà aperto a nuove joint venture con altre aziende produttrici di schede madri.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tisserand11 Aprile 2007, 17:26 #1
Una crescita del 159% è cosa stratosferica, soprattutto se comparata con la crescita delle altre società che nel migliore dei casi è di circa il 22%...appena. Non credo dipenda solo dalla capillarità delle reti di vendita, ma anche dalla bontà dei prodotti che da un paio di anni asus ha presentato recuperando la sua fama un pochino appannata da alcuni prodotti poco azzeccati.
Dexther11 Aprile 2007, 17:40 #2
Bè con Intel Asus si è sempre comportata molto bene e anche col 775 la tradizione si è rinnovata (eccezion fatta per la striker extreme). L' anno scorso c'era da vedersela con la concorrenza di DFI che su 939 resta regina....
Anche Gigabyte si è dimostrata rapidissima a mettere in commercio mobo con bios già maturi , beneficiando quindi della fiducia degli acquirenti.
dema8611 Aprile 2007, 17:40 #3
concordo con tisserand, se devo scegliere una mobo affidabile oramai penso solo ad ASUS e Gigabyte (soprattutto le 965 sono una spanna sopra le altre)
rakatan11 Aprile 2007, 17:56 #4
E' possibile che in quella percentuale di crescita per asus sia considerato anche il marchio Asrock? in caso affermativo, penso che una buona parte di crescita sia dovuta soprattutto ad asrock, che per sistemi da ufficio senza pretese è una ottima scelta.
Pier de Notrix11 Aprile 2007, 18:05 #5
anche io con Asus mi son sempre trovato bene e fin dalla mobo che avevo sotto il P3 450 le possibilità di overlock sono sempre state impressionanti (pensate che quella poteva far salire il bus dal default di 100 MHz a 200 MHz, portando in teoria il clock del procio al doppio).
Cimmo11 Aprile 2007, 20:22 #6
ok il grassetto, ma questa news ne ha un po' troppo, rischia di essere controproducente imho
Paolo.b11 Aprile 2007, 20:25 #7
Le main board asus sono usate brand ( hp ad esempio ) secondo me e' proprio questa la differenza con gli altri produttori.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^