In arrivo chipset PCI Express da SiS

In arrivo chipset PCI Express da SiS

All'inizio del prossimo mese dovrebbero essere disponibili i primi prodotti basati su chipset SiS con supporto a PCI Express

di pubblicata il , alle 14:48 nel canale Schede Madri e chipset
 

Silicon Integrated Systems (SiS), ha dichiarato di aver avviato la produzione in volumi e le consegne dei propri chipset per processori Pentium 4 e Athlon 64 con supporto alla tecnologia di interconnessione PCI Express. I primi prodotti di SiS a supportare tale tecnolgoia emergeranno il prossimo mese, ovvero ben 10 mesi dopo l'iniziale "promessa" della compagnia nel Maggio 2004.

I chipset SiS656, SiS649 e SiS756 saranno adottati almeno da 10 produttori di schede madri. I prodotti di SiS sono stati selezionati per la realizzazione di 26 schede madri, 23 sistemi desktop e 3 sistemi portatili".

SiS ha dichiarato che sono già stati consegnati due milioni di chipset PCI Express ai produttori di diversi dispositivi in Europa, USA e Taiwan. I prodotti equipaggiati con le soluzioni di SiS saranno ufficialmente disponibili all'inizio di Marzo 2005.

Il modello SiS656 è il primo North-Bridge della compagnia a supportare il bus PCI Express x16 e memoria DDR/DDR2 in modalità dual channel. Questo chipset opera con processori Pentium 4 e Celeron D, in package mPGA478 o LGA775 con frequenza di Quad Pumped Bus 400MHz, 533MHz o 800MHz. Il modello SiS656FX supporta anche la frequenza di bus di 1066MHz.

La compagnia propone inoltre il modello SiS694, destinato al settore entry-level e all'impiego con processori Intel Pentium 4, caratterizzato anch'esso dalla presenza di controller memoria dual-channel. Il modello SiS 756 è invece destinato a processori Athlon 64 con 1000MHz di bus HyperTransport.

Tutti i northbridge di SiS saranno appaiati ai controller I/O SiS965 e SiS965L. Quest'ultimo è caratterizzato dalla presenza di due slot PCI Express x1, sei slot PCI, otto porte USB 2.0, controller audio 8 canali, controller Ethernet 10/100Mb, due porte Serial ATA-150 con funzionalità hot-plug e RAID e due canali Parallel ATA-33/66/100/133. L'altra versione del controller aggiunge alle caratteristiche fin qui elencate altre due porte Serial ATA-150 e un controller Ethernet 10/100/1000.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tasslehoff21 Febbraio 2005, 15:35 #1
Beh ottima notizia direi, soprattutto per quanto riguarda gli A64 dove le differenze prestazionali tra i vari chipset sono decisamente risicate...
Speriamo che le mainboard escano con prezzi sempre più popolari e soprattutto nude, senza tanti salamelecchi o accessori inutili...
daedin8921 Febbraio 2005, 19:12 #2
non sembra manchino gli accessori"...due slot PCI Express x1, sei slot PCI, otto porte USB 2.0, controller audio 8 canali, controller Ethernet 10/100Mb, due porte Serial ATA-150 con funzionalità hot-plug e RAID e due canali Parallel ATA-33/66/100/133. L'altra versione del controller aggiunge alle caratteristiche fin qui elencate altre due porte Serial ATA-150 e un controller Ethernet 10/100/1000."...credo che rimarrà migliore l'nForce4
konamikcej21 Febbraio 2005, 19:56 #3
Ma c'è scritto mPGA478?
Non è dei P4 "normali"?
Allora c'è qualche speranza per chi come me vuole una scheda video PCI-Express senza cambiare procio e ram...
WOW!!!
JohnPetrucci21 Febbraio 2005, 22:07 #4
Ben vengano le proposte da parte di più produttori possibili.
Però è possibile che per chi vuole overclock decenti e stabili, oramai c'è solo Nvidia con i suoi chipset?
Ma xchè Via, Sis, Ali, Ati etc non si impegnano a dovere in tal senso?
Forse è troppo costoso sviluppare tali possibilità di overclock?
tisserand22 Febbraio 2005, 06:24 #5
Perchè gli overclocker sono una nicchia del mercato e ai produttori non gli importa di soddisfare lo 0,% e puntano di più sulla quantità, d'altronde è più remunerativo e conveniente per loro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^