I produttori di schede madri mostrano la tecnologia Braidwood

I produttori di schede madri mostrano la tecnologia Braidwood

Molte schede madri Socket 1156 LGA, attese al debutto a Settembre, integrano slot NVRAM per la tecnologia Intel Braidwood

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 16:05 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 

Per il mese di Settembre sono attesi al debutto i primi processori Intel della famiglia Lynnfield, basati su architettura Nehalem e posizionati in un segmento di costo più basso rispetto alle soluzioni Core i7 attualmente disponibili sul mercato.

Questi processori saranno abbinati a schede madri dotate di Socket 1156 LGA, con chipset Intel della serie Ibex Peak, rendendo le proposte della famiglia Nehalem progressivamente più accessibili al vasto pubblico di quanto non lo siano ora quelle Core i7 abbinate a schede madri Socket 1366 LGA.

Al Computex di Taipei tutti i principali partner di Intel hanno esposto prototipi di schede madri Socket 1156 LGA, in previsione del debutto ufficiale di Settembre 2009. Alcune di queste schede integrano un particolare Slot, simile per forma a quello dei moduli DDR3 benché molto più corto.

Si tratta di uno Slot NVRAM che verrà utilizzato per una nuova tecnologia sviluppata da Intel, chiamata attualmente con il nome in codice di Braidwood. Il principio di funzionamento è quello di avere a disposizione del sistema della memoria flash su scheda dedicata, collegata direttamente alla scheda madre e quindi al chipset, che permetta di velocizzare tutte le operazioni di input output, agendo alla stregua di una cache particolarmente veloce tra sistema e storage.

2609_fxcn2.jpg (139251 bytes)
scheda madre Foxconn Inferno Katana: si noti lo Slot NVRAM accanto a quelli DDR3

Mancano ulteriori dettagli tecnici ma pare possibile che questa memoria possa raggiungere un quantitativo sino a 16 Gbytes, con tagli inferiori così da poter proporre differenti livelli di costo per i sistemi. Considerando il costo incrementale è presumibile che non tutti i produttori di schede madri sceglieranno di inserire questa funzionalità nelle proprie soluzioni. Il modulo memoria flash dovrebbe utilizzare moduli particolarmente veloci, allineati per quanto riguarda le specifiche a quello che Intel fornisce con i propri SSD.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
daywatch8504 Giugno 2009, 16:12 #1
MOLTO INTERESSANTE!!!!
Scruffy04 Giugno 2009, 16:21 #2
misa tanto che la mia futura mobo sarà una foxconn
Tovarisch04 Giugno 2009, 16:24 #3
Interessante sì, anche se ormai le ultime MB con chipset Intel hanno già onboard un certo quantitativo di cache flash.

Durante il POST si nota infatti la scritta "check NVRAM".

Sicuramente in questi chipset la quantità sarà di diversi ordine di grandezza maggiore, comunque è una tecnologia che da almeno 2 anni stanno sperimentando in silenzio.
Drakogian04 Giugno 2009, 16:29 #4
Ma questo "Braidwood" è l'evoluzione dell'attuale tecnologia Turbo Memory ?
Aladinux04 Giugno 2009, 16:36 #5
Oramai è chiaro che Intel intensifica la strada della divisione commerciale frà
soluzioni GAME e soluzioni PRO..
Prima era possibile costruirsi un piccolo server economico anche con Core2 e ram ECC
ora invece Core i7 e i5 for VideoGames saranno forniti con controller ECC disabilitato,
mentre le stesse versioni Xeon invece avranno il controller abilitato..
Imho..
zephyr8304 Giugno 2009, 16:44 #6
nn capisco! nn potevano mettercela già saldata sulla scheda madre? Ho il sospetto che ste "schedine" costeranno un'esagerazione e i vantaggi saranno nn così significativi da giudicare la spesa!
Cmq mi ha fatto venire in mente il mio vecchio computer con Pentium 133 mhz che aveva lo slot per la cache di secondo livello....ovviamente sempre rimasto vuoto
Lotharius04 Giugno 2009, 16:46 #7
Ecco che era quello slittino visto già in una scorsa news....
Vabbè, diciamo che non c'è niente di tecnologicamente sconvolgente, hanno solo aggiunto un gradino in più nella "piramide" delle memorie, da CPU a hard disk.
Effettivamente il buco di velocità fra il bandwidth degli HD e delle RAM si è notevolmente ampliato e conviene metterci un step intermedio. Sono curioso di vedere la differenza di prestazioni nell'uso del sistema operativo con e senza questa funzionalità.
elessar04 Giugno 2009, 16:51 #8
Originariamente inviato da: Tovarisch
Interessante sì, anche se ormai le ultime MB con chipset Intel hanno già onboard un certo quantitativo di cache flash.

Durante il POST si nota infatti la scritta "check NVRAM".


Un "certo quantitativo" non significa "un certo quantitativo utilizzabile" :-)

Generalmente la scritta a cui si riferisci si riferisce alla NVRAM (che può essere una qualsiasi memoria ad accesso diretto, es. flash ) che mantiene i settaggi del BIOS del computer, ed è generalmente di pochi kb, oppure al BIOS stesso. Tale memoria è in genere poco performante.

Qui si parla di uno slot creato per aggiungere nvram (presumibilmente flash) ad alte prestazioni senza creare colli di bottiglia artificiali derivanti da SATA o USB, che sono studiati originariamente per dispositivi molto diversi.
Danckan04 Giugno 2009, 16:58 #9
Mha... mi chiedo se tutta questa frammentazione dei vari step di memorizzazione e questo aumentare della complessità dei flussi di dati porti a benefici indispensabili e netti...

Da domani oltre a spender soldi per schede video, processori, ram ecc. ci toccherà spendere soldi anche per il blocco NVRAM più performante...

Ci vorrebbe un bech.
Severnaya04 Giugno 2009, 16:59 #10
sarebbe interessante avere dei test comparativi con diverse soluzioni raid e nn associate inizialmente a nvram (e più in la chissà anche a diversi modelli qualitativamente differenti) per osservarne i benefici se ce ne sono

almeno per conoscerne l'ordine di grandezza, se risparmio 1 minuto è un conto, se risparmio 10 sec per una spesa di 100€... ma anche no :V

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^