Gigabyte: una scheda madre P55 molto espandibile

Gigabyte: una scheda madre P55 molto espandibile

Gigabyte anticipa immagini di una propria scheda per processori Lynnfield, dotata di 6 slot DDR3 e capace di gestire sino a 3 schede video PCI Express

di pubblicata il , alle 12:23 nel canale Schede Madri e chipset
Gigabyte
 

Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato, a questo indirizzo, una analisi preliminare di una scheda madre Gigabyte basata su chipset Intel P55, soluzione meglio nota con il nome in codice di Ibex Peak che andrà abbinata alla nuova generazione di processori Intel per il segmento di fascia medio alta del mercato.

Queste cpu, appartenenti alla famiglia Lynnfield, sono basate sulla stessa architettura Nehalem delle soluzioni Core i7 attualmente disponibili in commercio, differenziandosi per alcuni elementi caratteristici. In primo luogo il socket di connessione, che diventa quello 1156 LGA al posto del 1366 LGA delle soluzioni Core i7 in commercio con ovviamente incompatibilità con le schede madri attualmente in commercio. In secondo luogo il memory controller DDR3, che è del tipo dual channel lasciando la configurazione triple channel alle sole soluzioni Core i7 per socket 1366 LGA.

Quest'ultima scelta tecnica permette ai produttori di schede madri di sviluppare prodotti dotati di 4 slot memoria DDR3, con un design che di fatto riprende la stragrande maggioranza delle proposte per cpu Intel socket 775 LGA della famiglia Core 2 attualmente in commercio nonché quelle AMD per socket AM2 oppure AM3. Sembra tuttavia che per alcuni prodotti possano venir sviluppate alcune eccezioni, come nel caso della scheda madre Gigabyte P55-UD6 analizzata in questa notizia pubblicata dal sito Donanim Haber.

gigabyte_p55_6dimm_1.jpg (64883 bytes)

Questa scheda madre, infatti,6riprende le principali caratteristiche tecniche del modello Gigabyte GA-P55-UD4P che abbiamo analizzato a questa pagina, incrementando tuttavia in modo sensibile sia gli slot memoria che quelli PCI Express 16x. Troviamo 3 slot memoria DDR3, grazie ai quali non è possibile utilizzzare configurazioni triple channel per il controller memoria integrato nel processore ma espandere ulteriormente il quantitativo di memoria di sistema agli stessi livelli delle soluzioni basate su chipset Intel X58 abbinate a processori Core i7 socket 1366 LGA.

gigabyte_p55_6dimm_2.jpg (63049 bytes)

Per quanto riguarda gli slot PCI Express troviamo 3 connettori, con i quali sembra possibile gestire configurazioni ATI CrossfireX sino a tre schede ed eventualmente anche modalitò Triple SLI. Il supporto a quest'ultima tecnologia non è al momento attuale ancora confermato: sembra probabile che NVIDIA possa fornire supporto alla tecnologia SLI anche alle piattaforme Intel P55 dopo averlo dato a quelle Intel X58, ma una posizione ufficiale deve venir ancora confermata dal produttore americano. Considerando il numero massimo di linee PCI Express 16x gestite in parallelo dal chipset P55 pare probabile che Gigabyte abbia implementato uno switch PCI Express: quando tutti gli slot sono occupati il primo di colore blu utilizza segnale 8x elettrico, mentre i due restanti di colore arancio si dividono segnale 4x elettrico.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
4rdO08 Luglio 2009, 12:25 #1
e' un fotomontaggio vero ?

Kuarl08 Luglio 2009, 12:29 #2
mi sembra una cavolata, se voglio 6 banchi di ram e 3 pcie mi prendo un i7...
_ZoRrO_08 Luglio 2009, 12:34 #3

Refusi...

Questa scheda madre, infatti,6riprende le principali caratteristiche tecniche del modello Gigabyte GA-P55-UD4P che abbiamo analizzato a questa pagina, incrementando tuttavia in modo sensibile sia gli slot memoria che quelli PCI Express 16x. Troviamo 3 slot memoria DDR3, grazie ai quali non è possibile utilizzzare configurazioni ....
cd12508 Luglio 2009, 12:34 #4
ma l'utilità di questi i5 non mi è ancora ben chiara, se devo spendere quanto un i7 per avere una piattaforma senza triplechannel, ht e altre belle cose, e avere solo un po di clock in più(che si recupera con un minimo overclock)e una scheda madre che mi costa uguale, perchè non dovrei prendere i7?
lo scarto di prestazioni è lampante rispetto a una minima differenza di prezzo, in base a cosa questa dovrebbe essere la fascia mainstream?
IlCarletto08 Luglio 2009, 12:41 #5
manca firewire 800
g.luca86x08 Luglio 2009, 12:42 #6
senza contare che da lpunto di vista delle linee elettriche quegli slot fanno davvero pena (solo 16 linee)! Ma chi è che si fa un crossfirex con slot a 4x?
Sapo8408 Luglio 2009, 13:04 #7
Originariamente inviato da: cd125
ma l'utilità di questi i5 non mi è ancora ben chiara, se devo spendere quanto un i7 per avere una piattaforma senza triplechannel, ht e altre belle cose, e avere solo un po di clock in più(che si recupera con un minimo overclock)e una scheda madre che mi costa uguale, perchè non dovrei prendere i7?
lo scarto di prestazioni è lampante rispetto a una minima differenza di prezzo, in base a cosa questa dovrebbe essere la fascia mainstream?

Minima differenza di prezzo?
Le versioni a 2.66Ghz hanno una differenza di prezzo di 88$, a questo ci aggiungiamo qualche decina di $ per via del minor prezzo dei chipset della mobo, aggiungiamoci altri soldi perché per la mobo è possibile usare un pcb con meno layer.
Alla fine parliamo di 100€, considerando che si sacrifica solo il triple channel (poco influente nel normale utilizzo desktop) e l'HT (che influisce solo nei programmi che scalano oltre 4 thread, e anche qui parliamo di utilizzo non così comune) mi pare un ottimo compromesso.
Chi avrà bisogno di caratteristiche superiori continuerà a comprarsi Core i7 (o le future varianti a 6 core), la maggior parte degli utenti si accontenterà di ciò che offrono i Core i5.

E questo senza considerare che ci saranno anche i Core i7 su LGA1156.

Originariamente inviato da: g.luca86x
senza contare che da lpunto di vista delle linee elettriche quegli slot fanno davvero pena (solo 16 linee)! Ma chi è che si fa un crossfirex con slot a 4x?

Imho se uno ha i soldi per andarsi a fare un crossfirex con 3 schede non ha assolutamente problemi a comprarsi Core i7 + LGA1366
g.luca86x08 Luglio 2009, 13:06 #8
Originariamente inviato da: Sapo84

E questo senza considerare che ci saranno anche i Core i7 su LGA1156.


questa proprio non l'avevo mai sentita...
Kuarl08 Luglio 2009, 13:21 #9
Originariamente inviato da: g.luca86x
questa proprio non l'avevo mai sentita...


i quad con ht per LGA1156 saranno marchiati i7 e non i5. Senza ht invece saranno i5
Blackcat7308 Luglio 2009, 13:23 #10
Originariamente inviato da: Sapo84
Minima differenza di prezzo?
Le versioni a 2.66Ghz hanno una differenza di prezzo di 88$, a questo ci aggiungiamo qualche decina di $ per via del minor prezzo dei chipset della mobo, aggiungiamoci altri soldi perché per la mobo è possibile usare un pcb con meno layer.
Alla fine parliamo di 100€, considerando che si sacrifica solo il triple channel (poco influente nel normale utilizzo desktop) e l'HT (che influisce solo nei programmi che scalano oltre 4 thread, e anche qui parliamo di utilizzo non così comune) mi pare un ottimo compromesso.
Chi avrà bisogno di caratteristiche superiori continuerà a comprarsi Core i7 (o le future varianti a 6 core), la maggior parte degli utenti si accontenterà di ciò che offrono i Core i5.

E questo senza considerare che ci saranno anche i Core i7 su LGA1156.


Imho se uno ha i soldi per andarsi a fare un crossfirex con 3 schede non ha assolutamente problemi a comprarsi Core i7 + LGA1366


E se ci fosse chi invece continua ad accontentarsi dei C2? Anche io sono dubbioso su questi i5 posso capire passare agli i7 ma avendo già un c2 che % di prestazioni in più avrei passando ad un i5?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^