Dissipatori ibridi per le schede madri Gigabyte

Dissipatori ibridi per le schede madri Gigabyte

La nuova proposta Gigabyte con chipset Intel P45 integra un particolare kit di raffreddamento

di pubblicata il , alle 08:50 nel canale Schede Madri e chipset
IntelGigabyte
 

5-6-2008_gigabyte1.jpg (105673 bytes)

Al Computex 2008 di Taipei la taiwanese Gigabyte ha mostrato la propria nuova proposta per utenti più appassionati da abbinare a processori Intel della serie core 2 Duo e Core 2 Quad. Parliamo della scheda madre GA-EP45T Extreme, proposta Socket 775 LGA che utilizza il nuovo chipset Intel P45.

La principale caratteristica tecnica di questa nuova scheda madre è il sistema di raffreddamento utilizzato, che possiamo di fatto definire ibrido. Il corpo centrale è montato sul chipset P45, collegato attraverso varie heatpipes ai due radiatori montati sulla circuiteria di alimentazione del processore, al radiatore montato sul south bridge del chipset e ad un massiccio radiatore a sviluppo verticale, montato tra north bridge del chipset e Slot PCI Express 16x della scheda video.

Il dissipatore montato sul north bridge del chipset integra anche un waterblock: Gigabyte pertanto permette di configurare un sistema completamente passivo, con raffreddamento ad aria e voluminosi radiatori in rame, oppure una soluzione di tipo ibrido, con la quale un flusso d'aria interno al waterblock contribuisce a diminuire ulteriormente la temperatura di funzionamento del chipset soprattutto nel momento in cui questo componente è portato ad operare a frequenze ben superiori a quelle di default.

5-6-2008_gigabyte1_spec.jpg (56346 bytes)

A completare la dotazione di questa scheda madre una circuiteria di alimentazione particolarmente complessa, a 12 fasi per il solo processore e con 2 fasi supplementari sia per north bridge che per memoria; non manca il supporto alla tecnologia CrossfireX di ATI, grazie alla presenza di due Slot PCI Express 16x, mentre la parte audio è integrata, governata dal chip ALC889A con piena compatibilità con i formati audio utilizzati nei supporti Blu-ray.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk07 Giugno 2008, 09:23 #1
Non mi stuopisce anche la mia x38 ha tempoerature per NB e Sb di 20 gradi superiori alla cpu. Ma cercare di otimizzare questi chipset senza che diventino degli altiforni?
Dexther07 Giugno 2008, 09:54 #2
spettacolo
cmq con i 20kg di rame che ci sono sù, la mobo costerà un occhio....
killercode07 Giugno 2008, 10:40 #3
bella questa schedina
marco_djh07 Giugno 2008, 10:57 #4
O mamma mia che tristezza...X me quella mainboard si spacca una volta montata...
Max_R07 Giugno 2008, 11:23 #5
Non si spacca no Sicuramente è studiata a puntino.
Eccezionale, non c'è che dire.
F1R3BL4D307 Giugno 2008, 11:27 #6
Oddio che tocca vedere a volte
m4r5007 Giugno 2008, 11:32 #7
Io invece non riesco a capire com'è ke intel ancora una volta, non voglia implementare il supporto SLI nei suoi chipset! Non voglio il Crossfire!!!
illidan200007 Giugno 2008, 11:41 #8
Originariamente inviato da: m4r50
Io invece non riesco a capire com'è ke intel ancora una volta, non voglia implementare il supporto SLI nei suoi chipset! Non voglio il Crossfire!!!


semplicissimo: se nVidia glielo concedesse, essa non venderebbe più nemmeno una scheda madre con i suoi chipset, visti i limiti in OC e gestione HD che hanno
REPERGOGIAN07 Giugno 2008, 11:57 #9
non si pagherà più la mobo ma il rame.tanto al chilo
Luk3D07 Giugno 2008, 12:34 #10
notare che tutto questo dovrebbe raffreddare solo NB, SB e PWM se nelle prossime vogliono integrare un phase visto che ci siamo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^