DFI si assicura ordini per schede madri ACP

DFI si assicura ordini per schede madri ACP

La compagnia taiwanese si assicura partite di ordini dall'Europa e dall'USA che aiuteranno ad incrementare i margini lordi

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:12 nel canale Schede Madri e chipset
 

DFI, produttore taiwanese di schede madri appartenente al gruppo dei cosiddetti "second-tier", si è recentemente assicurata tre ordini (per il valore totale di circa 3,5 milioni di dollari) per schede madri ACP (applied computing platform) ad uso industriale da non meglio identificati clienti Europei e Statunitensi.

DFI ha anticipato che la commercializzazione di schede madri ACP per l'anno 2005 potrà generare più di 40 milioni di dollari USA, ovvero il 46% in più rispetto ai risultati dello scorso anno. La compagnia ha sottolineato che nel 2004, su base annuale, tale divisione del business ha assistito ad una crescita del 95%.

La compagnia prevede che per l'anno 2005 gli introiti totali arriveranno a quota 2,8 miliardi di dollari taiwanesi, rispetto ai 2,6 miliardi dello scorso anno. DFI ovviamente stima che gli elevati profitti delle schede madr ACP aiuteranno la compagnia ad incrementare i propri margini lordi, che nel terzo trimestre del 2004 hanno toccato quota 21%.

Secondo le previsioni le consegne del 2005 resteranno pressoché invariate nel 2005, assestandosi su quota di 1,2 milioni di unità.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sig. Stroboscopico20 Aprile 2005, 10:19 #1
azz

mica male
JohnPetrucci20 Aprile 2005, 10:36 #2
Bene, ottimi risultati e prospettive per quella che è una delle migliori case costruttrici di motherboards!
MaxArt20 Aprile 2005, 11:57 #3
Ultimamente la DFI si è sempre distinta per la qualità dei suoi prodotti, con un occhio anche agli utenti più esigenti e fuori dal comune come gli overclocker. Un plauso a questo produttore.
goldenman20 Aprile 2005, 12:12 #4
EMM EMM
zetec20 Aprile 2005, 12:20 #5
In effetti la pecca di dfi è che è poco commerciale...nel senso che la qualità è indiscutibilmente superiore ai concorrenti,solo valla a chiedere al negoziante..ti risponderà: "abbiamo un'ottima asus o un'asrock"....certo non può competere con asus,gigabyte o msi ma forse è un bene così...di schede madri economiche ne abbiamo a bizzeffe,giusto che ci sia ancora qualche marchio (chaintech,epox per esempio oltre ovviamente a dfi) "aristocratico"
Kars20 Aprile 2005, 13:26 #6
Originariamente inviato da: zetec
In effetti la pecca di dfi è che è poco commerciale...nel senso che la qualità è indiscutibilmente superiore ai concorrenti,solo valla a chiedere al negoziante..ti risponderà: "abbiamo un'ottima asus o un'asrock"....certo non può competere con asus,gigabyte o msi ma forse è un bene così...di schede madri economiche ne abbiamo a bizzeffe,giusto che ci sia ancora qualche marchio (chaintech,epox per esempio oltre ovviamente a dfi) "aristocratico"


propio perche' e' una azienda poco conosciuta e blasonata da pochi che riesce a mantenersi su alti livelli tecnici.
joe4th20 Aprile 2005, 16:54 #7
ABIT una volta era cosi'...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^