DFI: consegnate 80 mila schede madri

DFI: consegnate 80 mila schede madri

La compagnia taiwanese ottiene buoni risultati nel mese di febbraio nonostante il minor numero di giorni lavorativi

di pubblicata il , alle 10:17 nel canale Schede Madri e chipset
 

La taiwanese DFI ha dichiarato che le consegne di schede madri sono calate del 18% su base mensile, arrivando a quota 80 mila unità nel mese di febbraio. Anche in questo caso la flessione è dovuta non tanto a stagnazioni del mercato ma al minor numero di giorni lavorativi causati dalle festività per il Nuovo Anno Lunare Cinese.

Di conseguenza il fatturato per il mese di febbraio è calato del 29,7% sempre su base mensile, arrivando a quota 170 milioni di dollari taiwanesi. Secondo i dati forniti dalla compagnia le vendite di ACP (applied computing platform) ad uso industriale hanno contribuito per il 35% del totale.Secondo le stime questa proporzione dovrebbe crescere fino al 50% nel mese di marzo dal momento che la compagnia avvierà le consegne in volumi di questi prodotti per alcuni progetti particolari.

Il minor numero di giorni lavorativi non ha comunque intaccato le vendite delle nuove schede madri per processori K8, ovvero i modelli LANParty NF4 SLI-DR e LANPartyUT NF4 Ultra-D. Le consegne di queste schede madri hanno raggiunto quota 17 mila unità, contro le 7 mila consegnate in Gennaio.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MiKeLezZ03 Marzo 2005, 10:36 #1
Un po' una contraddizione: prima affermano che le consegne siano calate del 18% a causa delle festività, poi che le vendite delle schede madri per K8 siano aumentate del 140%.
Più probabile ci sia un semplice calo sugli altri modelli (chipset 865/875 e NF2), che riflette un chiaro orientamento dei clienti per soluzioni PCI-E.
StIwY03 Marzo 2005, 13:10 #2
Non mi sarei mai aspettato che la DFI annunciasse di essere in perdita.... O_o
sslazio03 Marzo 2005, 13:22 #3
DFI è una briciola contro un filone di pane se paragonato agli altri produttori taiwan
nudo_conlemani_inTasca03 Marzo 2005, 14:44 #4
Originariamente inviato da sslazio
DFI è una briciola contro un filone di pane se paragonato agli altri produttori taiwan


poche... ma buone!



(* si spera)
tisserand03 Marzo 2005, 14:45 #5
Per una corretta interpretazione del dato si devono prendere in esame i dati dei marchi di nicchia e confrontarli tra loro. Mettere a confronto queste informazioni con quelle che riguardano le imprese più grandi indurrebbe a credere giustamente che dfi è una briciola. Comunque credo siano giustificabili questi risultati in un tempo di congiuntura negativa a livello mondiale. In altri termini il piacere dell'overclock viene sicuramente dopo la soddisfazione dei bisogni primari.
Cymonk03 Marzo 2005, 19:15 #6

x MikeLezZ

Non vedo contraddizioni: sono calate le consegne totale, sono cresciute quelle di un segmento....evidentemente la crescita del singolo segmento non ha compensato il calo degli altri.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^