DDRII: adottate massicciamente solo quando caleranno di prezzo

DDRII: adottate massicciamente solo quando caleranno di prezzo

I produttori di schede madri decideranno di adottare massicciamente le memorie DDRII non prima della fine dell'anno, quando queste caleranno di prezzo

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:30 nel canale Schede Madri e chipset
 

Le intenzioni di Intel per ciò che riguarda la diffusione dei processori Prescott e la conseguente domanda per le memorie DDRII potrebbero trovare un ostacolo nelle dichiarazioni di alcuni produttori taiwanesi di schede madri, i quali restano abbastanza conservativi circa l'adozione delle memorie DDRII nell'anno in corso.

Fino a che i produttori di memorie non saranno in grado di assottigliare il gap tra i prezzi dei chip DDR e DDRII al di sotto del 20%, il nuovo tipo di memorie non riuscirà a diventare un prodotto mainstream e ciò non avverrà prima della fine dell'anno.

Il costo dei chip DDRII è stimato essere circa il doppio rispetto a quello dei chip DDR. La differenza è dovuta principalmente al limitato numero dei fornitori. Le compagnie che finora hanno introdotto prodotti DDRII sono Elpida, Micron e Samsung.

Intel presenterà Prescott con supporto a memoria DDRII nei prossimi mesi e ha intenzione di riuscire a catturare il 40% di share nel mercato di processori per sistemi desktop prima della fine dell'anno.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Alberello6919 Gennaio 2004, 10:39 #1
qualcuno puo' dare un'anteprima sulle prestazioni?
Spyto19 Gennaio 2004, 10:48 #2
Alla Intel sono proprio dei falchi, è logico che se costa il doppio delle DDR, il grande mercato continua a prendere DDR, altrimenti come fa un supermercato a venderti un computer a 1000€
cionci19 Gennaio 2004, 10:50 #3
Meno del P4EE di pari frequenza..
luckye19 Gennaio 2004, 11:14 #4
le prestazione penso che siano realisticamente un 75% in più delle ddr.Non lo vedo possibile un reale raddoppio visto che il clock viene sfruttato 4volte.
Kmq porterranno ottimi incrementi,abbiamo bisogno di ram,fbs e Hd veloci il più possibile....le Cpu ora potrebbero anche aspettare.
CarmackDocet19 Gennaio 2004, 11:27 #5

x luckye

Credo tu abbia un pò di confusione su come lavoreranno le memorie DDR2.
Per le DDR2 non ci sarà un raddoppiamento delle informazioni trasferite per ciclo di clock rispetto alle DDR, come invece era avvenuto "al tempo" del passaggio dalle SDR (1) alle DDR (2). Le DDR2 saranno soltanto costruite con una tecnologia + evoluta e pertanto potranno essere spinte a frequenze più elevate. Es. le PC2-4300 = 266 MHz (reali) x 8 Byte trasferiti per ciclo di clock (64-bit/8) x 2 (informazioni x ciclo di clock) = 4256.
La tecnologia a 4 informazioni per ciclo di clock è stata sviluppata dalla Kentron (QBM = Quad Band Memory) e VIA ne ha implementato il supporto nel recente Chipset PT880 (credo), ma attualmente non mi riulta sia stata ancora implementata questa soluzione, nonostante le previsioni iniziali:

"Kentron promised to sample 4.2GB/s QBM modules (based on PC2100 DDR) in December, with mass availability in the first quarter of 2003."

Ciao
lasa19 Gennaio 2004, 12:35 #6
Resta il fatto che l'uscita di moduli ddr pc4000 (utilizzati in particolare per le piattaforme Intel) e oltre con timings molto alti e conservativi dimostri che questa tecnologia ormai più di tanto non può dare.....
CarmackDocet19 Gennaio 2004, 13:01 #7
Infatti. Ad esempio le OCZ DDR PC-4200 (xkè 4200 poi e non 4300, boh!) hanno timings CL 2.5-4-4-7.
Con le PC2-4300 mi aspetto almeno 2-2-2-5 che dovrebbero dare un 5-10% di performance in più (nel migliore dei casi), altrimenti con i prezzi iniziali non avrebbe senso acquistarle.
k4rl19 Gennaio 2004, 13:53 #8
2100,2700,3200 è la bendwich fornita

infatti le memorie che lavorano a 400mhz forniscono 400x8(64bit/8)=3200

quindi facendo un calcono inverso le PC4200 lavorano a una frequenza di 4200/8= 525mhz che in realta va divisa in 2 essendo memorie DDR e quindi viene 262,5mhz

bisognerebbe anche dire che spesso a una diminuzione dei timings e a un aumento della frequenza non equivale un incremento uguale di prestazioni a causa delle dimensioni sempre più grande della memoria cache integrata nel processore

infatti il procio spesso trova i dati che cerca nella cache senza cercare nella lenta RAM
Veghan19 Gennaio 2004, 17:55 #9

Re: x luckye

Originariamente inviato da CarmackDocet
Credo tu abbia un pò di confusione su come lavoreranno le memorie DDR2.
Per le DDR2 non ci sarà un raddoppiamento delle informazioni trasferite per ciclo di clock rispetto alle DDR, come invece era avvenuto "al tempo" del passaggio dalle SDR (1) alle DDR (2). Le DDR2 saranno soltanto costruite con una tecnologia + evoluta e pertanto potranno essere spinte a frequenze più elevate. Es. le PC2-4300 = 266 MHz (reali) x 8 Byte trasferiti per ciclo di clock (64-bit/8) x 2 (informazioni x ciclo di clock) = 4256.
La tecnologia a 4 informazioni per ciclo di clock è stata sviluppata dalla Kentron (QBM = Quad Band Memory) e VIA ne ha implementato il supporto nel recente Chipset PT880 (credo), ma attualmente non mi riulta sia stata ancora implementata questa soluzione, nonostante le previsioni iniziali:

"Kentron promised to sample 4.2GB/s QBM modules (based on PC2100 DDR) in December, with mass availability in the first quarter of 2003."
Ciao

Veramente da secondo
questa tabella le moemorie ddr2 400 vanno a 100 mhz, scambiando quindi 4 dati x ciclo di clock si ha quindi un raddoppio rispetto alla tecnologia ddr1. x quanto rigurada le qbm, esse ottengono lo stesso effetto ma in maniera diversa...
Norbrek™19 Gennaio 2004, 18:18 #10
Infatti è una tabella stranissima, le ddrII non lavorano con 4bit per cilco di clock, ma 2, come le ddr!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^