CrossfireX per chipset Intel P45

CrossfireX per chipset Intel P45

La prossima generazione di piattaforme chipset Intel, attese al debutto nel secondo trimestre 2008, continuerà a sfruttare la tecnologia multiGPU di ATI

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:05 nel canale Schede Madri e chipset
ATIIntel
 

Stando alle informazioni pubblicate dal sito web HKepc a questo indirizzo, la prossima generazione di piattaforme chipset Intel per sistemi desktop, modello P45, di fascia medio alta continuerà a vantare piena compatibilità con la tecnologia multi GPU ATI CrossfireX.

Nonostante quindi si tratti di prodotti sviluppati dalla rivale AMD, Intel continuerà a supportare Crossfire come tecnologia multi GPU da abbinare alle proprie piattaforme desktop. Del resto questa è una scelta obbligata per Intel, in quanto NVIDIA non è intenzionata a fornire supporto alla tecnologia SLI per chipset sviluppati da altri produttori nel momento in cui la stessa NVIDIA è presente in quello specifico segmento di mercato con proprie soluzioni.

Nella documentazione tecnica riportata sulla slide di Intel è possibile scorgere alcune informazioni alquanto particolari: ritroviamo infatti in ordine

  • Full CrossfireX scalability
  • Full Unified Video Decoder
  • 1280 GPU Stream Processors
  • 2 GB GDDR4 Memory

Queste informazioni richiedono un poco di analisi per poter essere analizzate e comprese. Full CrossfireX scalability lascia intendere che questo chipset possa essere compatibile con setup CrossfireX configurati non solo con 2 ma anche con 3 e 4 schede video in parallelo, benché questo implichi la necessità di avere a disposizione 3 o 4 Slot PCI Express 16x meccanici sulla scheda madre e ovviamente un adatto numero di linee PCI Express elettriche gestite e supportate dal chipset. Le specifiche tecniche fornite da Intel indicano la possibilità di configurare gli Slot PCI Express come uno Slot 16x elettrico di tipo Gen2 oppure splittare le linee PCI Express in due Slot 8x elettrici e 16x meccanici: di conseguenza non vedremo schede madri P45 con più di 2 Slot PCI Express 16x meccanici.

Full Unified Video Decoder fa riferimento alla tecnologia UVD, implementata all'interno di tutte le GPU AMD della serie ATI Radeon HD 3000. I 1280 stream processors fanno pensare ad una nuova architettura video top di gamma che AMD potrebbe star sviluppando in questo momento, ma di questo non si tratta: i 1280 stream processors altro non sono che il numero che si ottiene abbinando 2 schede video Radeon HD 3870 X2 in tecnologia Crossfire, ciascuna dotata di due GPU con 320 stream processors per ciascuna. Stessa considerazione per la dotazione di memoria, essendoci 512 Mbytes di memoria video per ognuna delle 4 GPU di un sistema con due schede Radeon HD 3870 X2.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
killer97820 Dicembre 2007, 15:48 #1
He he, sta cosa fa ridere Intel che fa pubblicità ad una tecnologia AMD
fukka7520 Dicembre 2007, 16:13 #2
Già
Sarà mica che intel si vuole comprare AMD?
paolo_paul20 Dicembre 2007, 16:21 #3
@Fukka

Se devo leggere tra le righe e lasciare spazio all'immaginazione.... più che "comprare amd" direi... "non comprare Nvidia"
paolo_paul20 Dicembre 2007, 16:25 #4
edit
Re Lothar20 Dicembre 2007, 16:27 #5
La situazione è alquanto strana, si vengono a creare accordi molto contrastanti fra loro:

Intel fa schede video integrate per sistemi entry level, ed è costretta per il resto a usare tecnologie proprietarie della storica rivale AMD (ATI)

Nvidia dal canto suo, non intende rilasciare il supporto per il suo sli ad altri chipset di altri produttori, ma è costretta ad adattarsi a supportare sia processori intel, ma sopratutto AMD, che ha inglobato il suo storico rivale ATI.

Insomma qui pare che nessuno può essere completametne indipendente e forse è meglio cosi, ma la situazione non mi pare chiara per niente... vedremo
Snickers20 Dicembre 2007, 16:43 #6
A mio modo di vedere Intel alla fin fine sta facendo il suo gioco, l'avversario più scomodo ora come ora è Nvidia, che ruba fette di mercato per quanto riguarda i chip video integrati per portatili, non lascia licenze sli e quindi ruba anche fette al mercato "interno" intel. A mio modo di vedere Intel sa che amd è in un momento di crisi e perciò dato che ha "tempo" su quel fronte, preferisce concentrarsi contro un'altra rivale che però sta crescendo prepotentemente anche a causa della crisi di amd/ati.
Errik8920 Dicembre 2007, 16:49 #7
beh secondo me intel fa bene a dare pieno supporto al crossfire con i suoi chipset, è un modo per contrastare nvidia e comunque visto che amd non farà più chipset per intel in questo modo mantiene gli introiti di quelli che vogliono a tutti i costi il crossfire e che senza supporto in intel dovrebbero passare ad amd anche per le cpu. E poi è un po' come una presa di posizione contro nvidia che si sta concentrando sempre più a fare chipset per intel e in concorrenza ai chipset intel di fascia media e alta. Spero che intel continui a dare il pieno supporto al crossfire anche nei suoi futuri chipset...
homoinformatico20 Dicembre 2007, 16:57 #8
A mio avviso prima o poi nvidia pagherà molto caro il non aver voluto dare il supporto allo sli ad intel, che poi è una cosa che interessa solo lo 0.01% degli utenti
TROJ@N20 Dicembre 2007, 17:18 #9
AMD guadagna vendendo la licenza del CF.
INTEL guadagna vendendo chipset.

Ma voi vedete sempre spystory ovunque? ahahahh
number420 Dicembre 2007, 18:46 #10
Bè forse a questo punto nvidia potrebbe anche permettere ad intel di usare lo sli, così da tagliare fuori totalmente ATI. Anche se dubito che voglia rinunciare al mercato chipset

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^