Continua a Taiwan la produzione di architetture ATI

Continua a Taiwan la produzione di architetture ATI

AMD conferma l'intenzione di continuare la produzione di architetture ATI con gli attuali partner taiwanesi, le fonderie TSMC e UMC

di pubblicata il , alle 14:34 nel canale Schede Madri e chipset
ATIAMD
 

Stando alle informazioni pubblicate dal sito Digitimes, l'acquisizione tra AMD e ATI non dovrebbe implicare cambiamenti, almeno nel medio periodo, nei rapporti esistenti attualmente tra ATI e le due principali fonderie taiwanesi, TSMC e UMC.

Fonte di questa notizia è Dirk Meyer, Chief Operating Officer di AMD e di fatto n°2 dell'azienda americana, in occasione di un evento tenuto a Shanghai.

A seguito dell'acquisizione da parte di AMD si è speculato che la produzione di architetture, sia video che chipset, sviluppate da ATI potesse passare alle fabbriche AMD in tempi brevi. Questo scenario è indubbiamente verificabile in futuro, ma non nel breve o medio periodo.

AMD, infatti, è attualmente in una fase di forte espansione interna e sembra avere difficoltà nel far fronte alla domanda di mercato dei propri processori. Considerando l'apertura della FAB 36 e la ristrutturazione di quella FAB 30, non sembrano esserci le premesse per un aumento ulteriore della capacità produttiva di AMD a favore di architetture e tecnologie ATI.

Oltre a questo, è da considerare come non sia semplice per un produttore di tecnologia cambiare fonderia di produzione; le differenti tecnologie produttive esistenti nelle specifiche fonderie, infatti, possono richiedere una ridefinizione del design delle architetture da produrre, affinché possano venir adattate a differenti fonderie.

Il futuro di AMD prevede la costruzione, se i piani si trasformeranno in realtà, di una nuova fabbrica nello stato di New York, in Nord America; questo potrebbe lasciar spazio, nei prossimi anni, ad uno sfruttamento delle fonderie AMD per la produzione di architetture video e chipset sviluppate dagli attuali team ATI.

E' per questo motivo che la notizia della prosecuzione, da parte di AMD, dei rapporti con TSMC e UMC per tecnologie ATI non deve sorprendere in nessun modo: si tratta di niente altro che la naturale prosecuzione di un rapporto di produzione che è stato portato avanti per molti anni dall'azienda canadese.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gr@z!25 Agosto 2006, 14:46 #1
bhè...
in bocca al lupo ad AMD-ATI qualsiasi cosa succeda.
Logico aspettarsi che in questi casi ci voglia del tempo.
Marcus Scaurus25 Agosto 2006, 15:30 #2
E se AMD decidesse di comprare TSMC?

A parte l'ironia, qualcuno sa che tipo di aziende sono (fanno solo da fonderie?) e quanto valgano sul mercato?
frankie25 Agosto 2006, 16:39 #3
Ma amd non si era appoggiata ad un altra fonderia per produrre alcuni processori? (sempron?)
nonikname25 Agosto 2006, 18:53 #4
E se AMD decidesse di comprare TSMC?

A parte l'ironia, qualcuno sa che tipo di aziende sono (fanno solo da fonderie?) e quanto valgano sul mercato?


http://www.tsmc.com/english/e_inves...undamentals.htm

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^