Chaintech abbandona le schede madri e passa alle memorie

Chaintech abbandona le schede madri e passa alle memorie

La compagnia taiwanese, nota anche in Italia, presenterà ad ottobre una nuova linea di moduli di memoria

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:14 nel canale Schede Madri e chipset
 

Secondo quanto riportato dal quotidiano cinese Commercial Times, pare che Chaintec Computer, produttore second-tier di schede madri abbastanza noto anche in Italia, abbia deciso di abbandonare le operazioni relative al commercio delle schede madri e introdurre una nuova linea di moduli di memoria a partire già dal prossimo Ottobre.

La decisione sarebbe stata presa in seguito all'acquisizione del 25% delle azioni di Chaintech da parte di Walton Advanced Engineering, compagnia specializzata nell'assemblaggio e testing di moduli di memoria, che in questo modo è divenuta la principale azionista della compagnia.

Chaintech ha confermato che la compagnia sta preparando il lancio di una linea di moduli di memoria e sta gradualmente abbandonando il settore delle schede madri. La data di lancio dei nuovi prodotti non è ancora stata comunicata. Chaintech continuerà comunque a portare avanti le operazioni legate al mercato delle schede video, che attualmente costituiscono il 60% del fatturato.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vince 1509 Settembre 2005, 09:18 #1
Peccato, le Chaintech sono sempre state delle belle mobo... soprattutto per il bundle. Speriamo facciano altrettanto bene per le memorie...
capitan_crasy09 Settembre 2005, 09:25 #2
IMHO pochi sentiranno la mancanza di Chaintench come produttore di schede mamme...
CapodelMondo09 Settembre 2005, 09:32 #3
buone schede, imho pochi sentivano il bisogno di un commento come quello di prima
ErminioF09 Settembre 2005, 09:32 #4
Peccato non erano male
capitan_crasy09 Settembre 2005, 09:37 #5
Originariamente inviato da: CapodelMondo
buone schede, imho pochi sentivano il bisogno di un commento come quello di prima

si vede che non hai mai avuto problemi con le Chainech...
meglio per te!
barabba7309 Settembre 2005, 09:38 #6
Ne ho avuta solo una di scheda madre chaintech ma si è sempre comportata egregiamente...strano però questo passaggio verso le memorie, in fin dei conti il brand era conosciuto, il knowhow c'era...magari convertirsi alla produzione di schede madri per altri produttori poteva essere una soluzione...ma se hanno deciso così ci sarà stato un motivo.
Davirock09 Settembre 2005, 09:41 #7
avevo una chaintech 7njs zenith. veramente bella e molto accessoriata. peccato, era un buon costruttore. almeno, io ne ho viste qualcuna e mi erano piaciute molto.

Peccato

Vediamo cosa farà con le memorie
Giouncino09 Settembre 2005, 09:45 #8
io avevo una 7njl1 apogee per athlon XP. Si overclockava alla grande. Ottima scheda. L'ho trattata malissimo ed ha sempre funzionato alla perfezione.
Veramente peccato..
Kanon09 Settembre 2005, 09:57 #9
Ho sentito che anche Abit, noto second tier nel mercato delle schede madri, dati recenti problemi finanziari, abbandonerà il mercato delle mainboard. Questo perché per risanare le finanze, hanno venduto il 60% delle quote a Callisto Tanzi, noto industriale italiano del latte e alimentazione. Ora che Tanzi ha la maggioranza, ha deciso di produrre latte e formaggio a marchio abit per il mercato europeo e americano. Per il mercato asiatico è ancora tutto da definire.
Scezzy09 Settembre 2005, 10:00 #10
Beati voi... che non avete mai avuto una CHAINTECH 6BTM con quel fastidiosissimo problema che provocava l'effetto " SIRENA DELLA POLIZIA " quando non riusciva a inizializzare la cpu !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^