Bus a 800 Mhz: problemi con le licenze?

Bus a 800 Mhz: problemi con le licenze?

Sembra che Intel stia rendendo a SiS la vita difficile per avere una licenza per l'utilizzo del bus Quad Pumped a 800 Mhz

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:47 nel canale Schede Madri e chipset
Intel
 
SiS è uno dei principali produttori di chipset per soluzioni Pentium 4 ma, al momento, non possiede una licenza ufficiale per l'utilizzo del nuovo bus Quad Pumped a 800 Mhz, atteso nei prossimi mesi da Intel.

Varie informazioni non ufficiali provenienti dal Cebit confermano, tuttavia, che per SiS si tratta solo di una questione di tempo. Del resto, la stessa Intel necessita di un partner capace di promuovere la piattaforma Pentum 4 e, con una licenza d'uso, Intel si garantirebbe un guadagno economico da ogni chipset SiS venduto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wonder14 Marzo 2003, 10:45 #1
piove sul bagnato direi
ronthalas14 Marzo 2003, 10:53 #2
beh... se sis non potrà supportare il QPB-800, perchè non lasciano tutti Intel da sola a farsi i suoi chipset e gli altri si mettono a farne di belli e migliori per AMD? C'è Opteron e Athlon64 in arrivo... che ne facciano di carini, magari anche pompando di più il supporto dual DDR e il bus del chipset mettendoci anche qualcosa di nuovo e carino?
Si parla sempre di SATA-150, ATA-133, USB 2.0, Firewire400 (e poi 800)... e poi... abbiamo 132 MB/s di banda passante??? Sarà che ben pochi la sfruttano completamente... ma se vogliamo tenere conto anche di una scheda di rete (100 Mbps) e una sk audio decente (che ormai pure lei mangia banda)... ma forse non siamo ancora in grado di poter vedere uno spostamento di periferiche ad alto traffico dal south al north bridge... (Apple lo fa)
Noppy14 Marzo 2003, 11:31 #3
Una scheda di rete da 100Mbps va al massimo a 12,5 Mb/s (il doppio in teoria in full duplex) perciò ben al di sotto del limite del bus PCI ...
OverClocK79®14 Marzo 2003, 11:48 #4
le avrà le avrà
anke perchè RAMBUS spinge su i suoi chipset ormai

BYEZZZZZZZZZZ
Giovanni14 Marzo 2003, 13:31 #5
Originally posted by "ronthalas"

...magari anche pompando di più il supporto dual DDR e il bus del chipset mettendoci anche qualcosa di nuovo e carino?
Si parla sempre di SATA-150, ATA-133, USB 2.0, Firewire400 (e poi 800)... e poi... abbiamo 132 MB/s di banda passante??? Sarà che ben pochi la sfruttano completamente... ma se vogliamo tenere conto anche di una scheda di rete (100 Mbps) e una sk audio decente (che ormai pure lei mangia banda)... ma forse non siamo ancora in grado di poter vedere uno spostamento di periferiche ad alto traffico dal south al north bridge... (Apple lo fa)


Forse mi sono perso un passaggio. I nuovi AMD non dovrebbero avere il controller della memoria interno? E poi il bus di interconnesione non dovrebbe essere di nuovo tipo (hyper-qualche cosa)?
Giouncino14 Marzo 2003, 13:47 #6
hyper Transport
manuele.f14 Marzo 2003, 15:03 #7

ultimamente AMD rulezzz

certo chi si aspettava un p4 3.2ghz nel giro di un mese dall'uscita del 3.06ghz,sta ancora aspettando ;-)
[JaMM]14 Marzo 2003, 15:30 #8
ora intel sta un pò rifiatando... è meglio che AMD si sbrighi se vuole recuperare le quote di meracto perse tempo fa...
Blaze14 Marzo 2003, 20:27 #9
Sis avrà la licenza,probabilmente Intel vuole prima presentare i suoi chipset con fsb a 800.

Byezz
Pennahome18 Marzo 2003, 21:28 #10

INTEL

L'Intel sta progettando processori sviluppati con tecnologia 0,09 micron. Stremo a vedere chi avrà la meglio tra Intel e AMD.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^