ATI decide di certificare il chipset i955X per CrossFire

ATI decide di certificare il chipset i955X per CrossFire

La compagnia canadese ha deciso di certificare la piattaforma di Intel per l'utilizzo con la tecnologia CrossFire. NVIDIA sta a guardare, ma in futuro potrebbe decidere di intraprendere la stessa strada

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:12 nel canale Schede Madri e chipset
NVIDIAATIIntel
 

ATI Technologies ha confermato nella giornata di ieri durante l'Intel Developer Forum l'intenzione di certificare la scheda madre Intel D955XBK per l'utilizzo con la tecnologia dual GPU CrossFire. La notizia, che la compagnia canadese commenta con "ATI CrossFire on Intel 955X platforms provide superior graphics performance" segna un importante differenza con la politica di marketing della rivale NVIDIA che attualmente ha all'attivo soluzioni SLI solamente per le proprie schede madri e chipset.

Questa novità è inoltre doppiamente significativa, dal momento che la scheda Intel D995XBK è già commercializzata sul mercato da qualche tempo. La scheda dovrebbe essere in grado di operare con la tecnologia CrossFire senza alcuna modifica ma solo dopo un aggiornamento del BIOS.

La scheda madre D955XBK è provvista di due slot PCI Express x16 caratterizzati, però, da una particolare ripartizione delle linee. Lo slot principale ha sedici linee PCI Espress collegate direttamente al north bridge del chipset. Il secondo slot, invece, ha quattro line PCI Express collegate al controller Intel ICH7. I dati che devono essere inviati alla scheda presente nel secondo slot devono quindi passare attraverso l'interconnesione tra north bridge e south bridge, il che potrebbe causare alcuni problemi di latenza e di saturazione della banda disponibile. Questo sistema è tuttavia accettabile per ATI, mentre NVIDIA continua a rimanere perplessa.

Chiaramente questi discorsi restano, almeno fino ad ora, in ambito teorico. Sarà tuttavia interessante vedere se NVIDIA deciderà, magari in seguito ad una convincente risposta di mercato per la piattaforma Intel certificata CrossFire, di aprire SLI a produttori chipset di terze parti.

Fonte: Techreport

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JOT25 Agosto 2005, 11:32 #1
Mossa giusta di ati, da una parte i chipset non saranno ottimizzati come per la controparte nvidia, ma almeno si allarga il supporto, e quindi il mercato, per le possibili soluzioni crossfire.
Trinakie25 Agosto 2005, 11:38 #2
Se è vero ATI ha fatto un bel colpo!!
Fx25 Agosto 2005, 11:43 #3
ma crossfire potrà usare anche il ponticello come nello sli di nvidia? perchè se no la vedo dura con quel garbuglio, come già sottolinea l'articolo...
demon7725 Agosto 2005, 11:45 #4
non mi fido fino a che non vedo dei benchmark a 360 gradi di sta famiglia di chipset!
Ati sta tirando fuori soluzioni originali che mi piacciono ma devo vedere i numeri per decidere, soprattutto tenedo conto del fatto che un nforce4 ha prestazioni non da poco!
royal25 Agosto 2005, 11:50 #5
nforce4 ha prestazioni non da poco


l'nf4 mangia la polvere dal 955x..altrochè..
diabolik198125 Agosto 2005, 11:53 #6
Infatti, in ambito Intel le soluzioni nVidia fanno pena se paragonate a quelle della stessa Intel. Credo, come già detto in altra discussione, che sto CrossFire avrà un successo maggiore dello SLI, visto che si potrà basare sulla diffusione di chipset Intel.
Dumah Brazorf25 Agosto 2005, 12:04 #7
Nessun ponticello (bridge) per il crossfire ma un cavo esterno simile, nel concetto non del tutto nel funzionamento, a quello dello SLI 3dFX. L'ingarbugliamento può starci o meno, dipende da "quello che le schede si devono dire". Ricordiamo che l'output della scheda slave passa attraverso il cavo di collegamento esterno alla master mentre nello SLI attraverso il bridge. E' tutta banda guadagnata e utilizzabile per altre informazioni.
Ricordo poi i test dual-card con una scheda madre Gigabyte con nForce4 non SLI che riduceva a 4X le linee disponibili alla seconda scheda video. Le prestazioni delle Geforce in SLI erano inferiori ma non di molto rispetto ad una configurazione con scheda madre SLI, segno che la banda realmente utilizzata non era poi molta di +.
Se il sistema crossfire risultasse simile o meno esigente di banda passante potrebbe avere delle prestazioni decorose. Certo c'è l'incognita dei 2 bridge e della latenza che introducono. Attendiamo i bench.
Ciao.
CiccoMan25 Agosto 2005, 12:09 #8
Nessuno con un po' di senno monterebbe mai due schede crossfire su una mamm acon chipset intel... insomma, il 955x non è certo stato pensato per il crossfire, da ciò ne consegue che avrà prestazioni ingame peggiori rispetto ai chipset ati... bah, staremo a vedere...
ThePunisher25 Agosto 2005, 12:22 #9
Secondo me NVIDIA non ha sbagliato nulla nelle sue scelte. Chiamatela stupida a vendere lo SLI solo con chipset NVIDIA...
Maury25 Agosto 2005, 12:27 #10
Originariamente inviato da: ThePunisher
Secondo me NVIDIA non ha sbagliato nulla nelle sue scelte. Chiamatela stupida a vendere lo SLI solo con chipset NVIDIA...


L'ha fatto in regime di monopolio, adesso la pacchia è finita e più "amici" hai meglio è ...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^