offerte prime day amazon

Asustek delega all'esterno parte della propria produzione

Asustek delega all'esterno parte della propria produzione

La compagnia taiwanese ha deciso di assegnare ad un produttore esterno il 20% della produzione di schede madri

di pubblicata il , alle 08:57 nel canale Schede Madri e chipset
 

Asustek Computer, per la prima volta nella sua storia, ha intenzione di delegare a terzi il 20% circa della produzione delle schede madri a proprio marchio. In particolare sarà Flextronics International a prendersi in carico gli ordini di Asustek, secondo quanto riportato dal quotidiano cinese Economic Daily News.

Oltre alla produzione delle schede, i termini dell'accordo stretto tra le due compagnie prevede che Flextronix sia di supporto ad Asustek per ciò che concerne l'assemblaggio dei sistemi PC desktop. Asustek avrebbe comunque rifiutato di commentare la notizia, affermando solamente di aver avviato alcuni accordi di collaborazione con un EMS (Electronics Manufacturing Service) estero per la realizzazione delle schede madri destinate al mercato clone.

Una parte degli ordini di Asustek saranno probabilmente evasi presso lo stabilimento Flextronics di Guangdong, in Cina. L'alleanza strategica tra Asustek e Flextronics potrebbe aiutare il colosso delle schede madri ad abbassare i costi di produzione e incrementare così la competitività con le altre compagnie del settore.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
IL PAPA22 Agosto 2005, 09:36 #1
PEGGIORE COSA!
piccola info, cos'è il mercato clone? copiano design e quant'altro di altri produttori e lo smerciano a prezzo inferiore? ho intuito bene?

Cmq mi attendo tempi bui per Asus, delegare a terzi per abbassare i costi di produzione, con risultati di vendite costantemente in rialzo, non la vedevo come una necessità impellente, avrebbe mantenuto agevolmente la leadership anche ritoccando leggermente al rialzo i propri listini, se era un problema di margini.
Imho inizieremo a vedere molti + problemi di affidabilità e magari dei bei BSOD così, casuali e senza motivo, dovuti magari a componenti più scadenti, che incidono sulla stabilità del sistema.
Mi immagino solo che condensatori useranno per il circuito di alimentazione, so che alcune serie, tra le quali AMD erano passati a quelli giapponesi (più costosi), a causa di problemi di frittura di quelli cinesi, ora ci ritroveremo tutti i circuiti di alimentazione delle MoBo con condensatori elettrolitici Cinesi, non oso immaginare, già che sono scadenti di per loro, cosa succederà con le macchine ecquipaggiate di Prescott e relativo Dual Core, che dovranno raffreddare quei condensatori con l'aria (in questo caso caldissima) che proviene dalla dissipazione del procio stesso.
Ohi Ohi Ohi, prevedo tempi bui gente
soft_karma22 Agosto 2005, 10:26 #2
Penso che delegheranno all'esterno la costruzione delle Mobo low-cost, quelle dove a parer mio i componenti sono già di dubbia qualità.

Vedremo come si evolverà la situazione
YaYappyDoa22 Agosto 2005, 11:15 #3
Gli affezionati del marchio Asus forse potrebbero essere rassicurati dal fatto che Flextronics NON è un "cantinaro oscuro" ma una affermata multinazionale che ha partner/clienti di fama mondiale, nota nell'ambiente EMS per la qualità dei prodotti hi-tech per outsourcing.
La qualità dei futuri prodotti Asus realizzati in collaborazione con Flextronics *dovrebbe* quindi assestarsi su livelli non inferiori al consueto.
Capellone22 Agosto 2005, 12:07 #4
Abbassare i costi? Ma vuole fare concorrenza ad Asrock (sottomarca asus)? e di incrementeare la qualità non se ne parla?
IL PAPA22 Agosto 2005, 12:13 #5
Originariamente inviato da: YaYappyDoa
Gli affezionati del marchio Asus forse potrebbero essere rassicurati dal fatto che Flextronics NON è un "cantinaro oscuro" ma una affermata multinazionale che ha partner/clienti di fama mondiale, nota nell'ambiente EMS per la qualità dei prodotti hi-tech per outsourcing.
La qualità dei futuri prodotti Asus realizzati in collaborazione con Flextronics *dovrebbe* quindi assestarsi su livelli non inferiori al consueto.


Incorciamo le dita, non c'è molto altro da dire
PentiumII22 Agosto 2005, 13:15 #6
Mah secondo me non c'è da essere così pessimisti, in fondo non abbiamo dati per giudicare.
Qualcuno ha mai lavorato alla Flextronics? Chi conosce quale componenti utilizza? E gli standard che usa per costruire schede madri? I controlli di qualità?
Insomma, aspettiamo e vedremo, per ora possiamo solo chiacchierare come al bar...
MasterGuru22 Agosto 2005, 17:50 #7
piccola info, cos'è il mercato clone? copiano design e quant'altro di altri produttori e lo smerciano a prezzo inferiore? ho intuito bene?

Secondo me è quello fatto dai Cinesi...Nessuno li batte nel copiare
mjordan22 Agosto 2005, 20:14 #8
Solo il tempo ci darà le giuste informazioni. Per quanto riguarda me, una Asus non la prendo neanche se me la regalano.
icoborg22 Agosto 2005, 21:32 #9
Originariamente inviato da: Capellone
Abbassare i costi? Ma vuole fare concorrenza ad Asrock (sottomarca asus)? e di incrementeare la qualità non se ne parla?


ma asrock nn era USA?
JohnPetrucci22 Agosto 2005, 23:22 #10
Originariamente inviato da: mjordan
Solo il tempo ci darà le giuste informazioni. Per quanto riguarda me, una Asus non la prendo neanche se me la regalano.

E non sei il solo, Asus per quello che ho avuto modo di provare in prima persona è da evitare come la peste proprio come norton antivirus.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^