ASUSTeK apre una nuova filiale nella Repubblica Ceca

ASUSTeK apre una nuova filiale nella Repubblica Ceca

Il colosso taiwanese decide di aprire un nuovo centro in Europa, per diminuire i costi dei pc desktop e per consolidare la presenza nel vecchio continente

di pubblicata il , alle 11:25 nel canale Schede Madri e chipset
 

ASUSTeK ha deciso di stabilire un nuovo centro di manutenzione nella Repubblica Ceca. ASUS assemblerà i propri PC desktop e periferiche di altro tipo, risparmiando sui costi dei grandi dispositivi.

La compagnia investirà circa 3 milioni di dollari, per installare il nuovo centro nel Rudna Logistic Park, vicino a Praga, occupando circa 3000 metri quadri. ASUSTeK ha intenzione di impiegare in questo nuovo centro circa 200 lavoratori. Dal momento che la realizzazione del centro porterà via parecchio tempo, la compagnia potrebbe acquisire in leasing alcuni degli spazi industriali già esistenti e dei macchinari.

Assemblare personal computer in Europa permetterà ad ASUS di ridurre ulteriormente i prezzi dei propri personal computer poichè non sarà più necessario impiegare fondi per le spese di trasporti dei computer completi dall'Asia. In questo modo, inoltre, ASUS ha la possibilità di espandere ulteriormente la propria presenza in Europa.

Fonte: Xbitlabs

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kaj200111 Ottobre 2002, 12:00 #1
chissà...!
(IH)Patriota11 Ottobre 2002, 12:33 #2
I prezzi in europa scenderanno per via degli inferiori costi di trasporto oppure resteranno invariati cosi' gli paghiamo lo stabilimento ? LOL
Manwë11 Ottobre 2002, 14:08 #3
Che ti frega dei prezzi in Europa... noi siamo in Italia dove sono le tasse a fare il prezzo di un prodotto.
Morfeo XP11 Ottobre 2002, 20:01 #4
Esatto!
Purtroppo per noi e così

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^