Asus 'copia' ASRock con APE: CPU Intel non K oltre i limiti ufficiali su motherboard B460 e H470

Asus 'copia' ASRock con APE: CPU Intel non K oltre i limiti ufficiali su motherboard B460 e H470

Non solo ASRock, anche Asus ha preparato una tecnologia che permette di aumentare il Power Level 1 delle CPU Intel non K in modo da farle operare con un base clock più elevato. La soluzione, chiamata Asus Performance Enhancement, funziona su schede madre B460 e H470.

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Schede Madri e chipset
ASUSIntelCore
 

ASRock ha recentemente introdotto il Base Frequency Boost (BFB) sulle schede madre Intel della serie 400 e 300, una funzionalità di "pseudo overclock" che consente di aumentare la frequenza base delle CPU standard di Intel (quelle "non K", con moltiplicatore bloccato) su schede madre con chipset B e H impostando il Power Level 1 della CPU a un livello superiore rispetto al TDP. Poiché Intel dà ai produttori di schede madre la libertà di impostare i power limit e il valore Tau, la tecnologia non viola alcuna regola scritta o verbale.


Clicca per ingrandire

Sapevamo che la funzionalità non sarebbe passata inosservata e per questo non stupisce vedere che Asus ha deciso di implementare qualcosa di simile - Asus Performance Enhancement (APE) - su alcune motherboard B460 e H470.

Come si può vedere da una schermata pubblicata dal sito Benchlife.info, diverse motherboard consentono alle CPU Intel Core di decima generazione con TDP di 65W watt di operare a 125W grazie ad APE, per arrivare fino a un limite di 210W per quanto concerne la ROG Strix B460-F Gaming, dotata di un VRM più carrozzato degli altri modelli.

In conseguenza di questo cambiamento, le CPU Intel non K di decima generazione operano a un base clock più elevato, restituendo quindi maggiori prestazioni di quelle garantite dai parametri base. Per esempio, con ASRock BFB un Core i7-10700 passa da un base clock di 2,9 GHz fino ad arrivare a un massimo di 3,9 GHz, consentendo quindi un incremento prestazionale che valutabile in circa 900 punti in Cinebench R20. Il tutto, ovviamente, dotandosi di un sistema di raffreddamento adeguato, che sarà decisivo per stabilire la durata del boost e l'effettivo incremento di frequenza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^